Reggina travolta dal Como al Granillo: 1-4 il finale

reggina
[ethereumads]

I lariani interrompono la striscia negativa di quattro ko, Reggina battuta dai gol di Parigini, Blanco, Cerri e La Gumina. Denis per i locali.

Penultimo turno della serie B 2021/22 del tutto ininfluente quello andato in scena allo stadio Oreste Granillo, che vedeva contrapposte Reggina e Como 1907. Amaranto e azzurri che sono scesi in campo senza obblighi particolari di classifica, ma che però non si sono di certo risparmiati nel corso dei novanta e oltre minuti. Con anche alcune giocate tecniche assolutamente pregevoli, come il pallonetto di Parigini del 0-1 o come l’incredibile salvataggio di Gliozzi in rovesciata.

Più concreta la formazione lariana, che è andata al riposo avanti di due reti grazie alla prima rete italiana di Blanco. Calabresi che hanno provato a riaprirla in avvio di secondo tempo con Denis, salvo poi incassare altri due gol ad opera di Cerri (il decimo stagionale) e La Gumina. Arriva dunque una bella risposta da parte dei ragazzi di Giacomo Gattuso, dopo un ultimo mese tutt’altro che esaltante.

Mister comasco che di fatto ha optato quest’oggi per la miglior formazione disponibile, rigettando nella mischia da subito sia Cerri che Scaglia. Una politica opposta da quella adottata da Roberto Stellone che, nel corso dell’ultima casalinga stagionale e come annunciato alla vigilia, ha deciso di premiare qualche giocatore che nel corso dell’annata aveva avuto minori opportunità di mettersi in luce e convocando al tempo stesso anche qualche elemento della propria primavera.

La partita

Sono i padroni di casa a dimostrarsi maggiormente intraprendenti in avvio di match. Conclusione di Montalto bloccata da Gori all’8′, alto invece il tiro di Denis su invito di Adjapong poco dopo. Cortinovis non inquadra lo specchio della porta con il tiro a giro, poi lariani che fanno le prove generali al vantaggio con Parigini fermato da Turati e con Cionek che si immola sul tentativo di Cerri a seguito della respinta del portiere locale. Al 20′ Como avanti: palla filtrante di Cerri per Parigini, con l’esterno azzurro che batte Turati in uscita con un morbido pallonetto. Reggini che provano immediatamente a replicare con un tiro alto di Bellomo ma soprattutto con un colpo di testa da Cionek, salvato in maniera decisamente spettacolare da Gliozzi sulla linea di porta con una rovesciata.

Ospiti che si rifaranno vivi in attacco al 27′, è Blanco a condurre palla al piede un contropiede ultimato dallo stesso spagnolo con una conclusione alta di sinistro. Comaschi vicinissimi al raddoppio al 34′, è Gliozzi a centrare il palo con la deviazione aerea sul traversone di Ioannou. Crisetig costringe Gori alla respinta con il mancino da fuori area, anche Ejjaki ancor da più lontano impegnerà l’estremo difensore avversario. Prima dell’intervallo i lariani raddoppiano: sfera recuperata nei pressi della linea laterale di Parigini, cross in mezzo dove irrompe Blanco con la spaccata del 0-2. A poco servirà il colpo di testa di Denis sul traversone di Cionek, doppio vantaggio meritato all’intervallo per gli uomini di Gattuso.

Álex Blanco
Álex Blanco, l’ex Valencia al suo primo gol in Italia

Ripresa che si apre con una conclusione di sinistro sul fondo di Crisetig a seguito di un alleggerimento di testa di Ioannou, ma soprattutto con la rete dei padroni di casa. E’ il 52′ quando Adjapong sguscia via sulla linea di fondo a Gliozzi, Scaglia si perde l’inserimento di Denis e per l’argentino è un gioco da ragazzi battere Gori sul proprio palo. Da dimenticare la punizione indiretta calciata da Montalto che terminerà altissima, al 61′ il fresco autore del provvisorio 1-2 salva sulla linea un colpo di testa di Solini, Cerri però non perdona con il tap-in regalando al Como l’1-3.

Possente attaccante azzurro che cerca vanamente la doppietta con una nuova deviazione aerea indirizzata sul secondo palo, nel finale di gara saranno però ancora gli ospiti a trovare la via della rete. Ci penserà La Gumina a capitalizzare un lancio da metà campo, infilando Turati con il diagonale che varrà la sua nona rete in campionato. Tre minuti di recupero possono bastare, il Como 1907 con questi tre punti scavalca la stessa Reggina e il Parma in classifica, issandosi al dodicesimo posto a quota 47 punti. Venerdì prossimo ultima gara per i lariani che ospiteranno una Cremonese scivolata in terza piazza dopo il ko interno con l’Ascoli.

REGGINA 1914 – COMO 1907  1-4  Marcatori: Parigini (CO) al 20′, Blanco (CO) al 43′, Denis (RE) al 53′, Cerri (CO) al 61′, La Gumina (CO) all’83’

REGGINA (3-5-2): Turati 5,5; Franco 5 (dal 56′ Giraudo 6), Amione 5, Cionek 6,5 (dal 66′ Paura 6); Bellomo 5,5 (dal 56′ Rivas 6), Cortinovis 6,5, Crisetig 6, Ejjaki 5,5, Adjapong 6; Montalto 5,5 (dal 66′ Galabinov 6), Denis 7 (dal 75′ Foti). A disp.: Micai, Loiacono, Bianchi, Carlucci, Folorunsho, Diop. All.: Stellone 5.

COMO 1907 (4-4-2): Gori 6; Ioannou 6,5, Solini 6,5, Scaglia 6, Iovine 6,5; Blanco 7 (dal 76′ Nardi 6,5), Bellemo 6, Arrigoni 6,5, Parigini 7,5 (dal 76′ Peli sv); Gliozzi 7 (dal 65′ La Gumina 7), Cerri 7,5 (dall’85’ Gabrielloni sv). A disp.: Facchin, Zanotti, Bertoncini, Kabashi, Ciciretti, Varnier, Vignali, Bovolon. All.: Gattuso 7.

Arbitro: Sig. Robilotta di Sala Consilina.

NOTE – Ammoniti: Montalto (RE), Cionek (RE).  Corner 4-7. Minuti di recupero 1′ e 3′.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento