Pro Patria-Como, blues guardate alle spalle senza occhiali

pro patria-como

Lariani attesi dall’ostica trasferta di Busto Arsizio, per Renate e Pro Vercelli incontri abbordabili. Pro Patria-Como big-match di giornata.

Dodici turni separano gli azzurri e i suoi tifosi da quel sogno chiamato serie B. Dodici formazioni diverse da affrontare, chi più chi meno attrezzate ma tutte particolarmente agguerrite per raggiungere l’obiettivo finale. In un’ipotetica scala di difficoltà, la partita contro i tigrotti sarebbe probabilmente da inserire nella fascia più alta. Una squadra altamente quadrata, che viaggia nelle parti nobili della graduatoria e che, avendo di fatto già centrato il proprio traguardo, potrebbe concedersi il lusso di giocare sgombra da pensieri. In maniera sbarazzina.

Ne sanno qualcosa Renate, Pro Vercelli e Alessandria, ad esempio. Tre big del girone che, nelle ultime settimane, sono state tutte bloccate sullo 0-0. Insomma, si dovesse azzardare un pronostico verrebbe facile suggerire il risultato ad occhiali. Tuttavia, i lariani forti del secondo miglior attacco e diversi giocatori capaci di andare in gol, potranno sicuramente trovare il  modo per scardinare la difesa locale. Mister Gattuso non potrà fare affidamento ancora sugli infortunati Davide Bertoncini, Luca Germoni, Lorenzo Rosseti e Luca Zanotti. In forse anche Azzedine Dkidak. 

Pro Patria che occupa attualmente la quinta piazza a quota 42 punti, grazie a 11 vittorie, 9 pareggi e 6 sconfitte. Con 25 gol segnati hanno fatto meglio soltanto altri cinque club, ma considerevole è il dato delle 17 reti subite che permettono ai bustocchi di essere la miglior difesa del torneo. Il mercato invernale non ha regalato particolari novità, né in entrata e né in uscita, salvo l’innesto del terzino Stefano Vaghi, un 2001 di proprietà della Sampdoria. Dando un’occhiata al passato, sono in tutto 50 le volte in cui Pro Patria e Como si sono affrontate in gare valide per il campionato. Bilancio leggermente a favore dei del team di Busto Arsizio, con 21 vittorie, 12 pareggi e 17 sconfitte.

Annuncio Pubblicitario
il circolone

Mister Ivan Javorcic, in carica dalla stagione 2017-18, è un fedelissimo del 3-5-2. In porta verrà impiegato Stefano Greco, con la difesa a tre che dovrebbe essere composta da Federico Gatti, Manuel Lombardoni e da Andrea Boffelli, ma non è da escludere l’impiego di Lorenzo Saporetti. Sulla fascia destra il favorito d’obbligo è Niccolò Cottarelli, sull’out di sinistra invece Luca Pizzul ma non è detto che non venga spostato dal suo ruolo di mezzala Leonardo Galli e il conseguente inserimento di uno tra l’ex Giovanni Fietta e Tommaso Brignoli. Perno del centrocampo sarà il mediano Luca Bertoni, coadiuvato con tutta probabilità da Gianluca Nicco. Il tandem d’attacco potrebbe essere invece formato da Sean Parker (5 gol fin qui) e da Emmanuel Latte Lath (3 reti), ma anche Aristidi Kolaj scalpita per una maglia da titolare. Più difficile ma non impossibile vedere impiegato dall’inizio l’amato ex Giuseppe Le Noci (2 gol), impiegato finora con il contagocce.

pro patria-como
Giuseppe Le Noci, uno degli ex in Pro Patria-Como (foto Aurora Pro Patria)

Jack Gattuso: “Pro Patria-Como match importante e difficile”

“Finalmente, senza l’infrasettimanale, abbiamo avuto più giorni per preparare questa sfida così importante e così difficile – ha dichiarato Giacomo Gattuso -. I numeri parlano per loro: una squadra molto organizzata e non fa molto bene soltanto la fase difensiva, ma anche quella offensiva. Oltre che stare ottimamente in campo. Però noi siamo pronti e sappiamo quali possono essere i punti deboli per fargli male. Oggi durante la rifinitura abbiamo visto alcuni aspetti, soprattutto per come andare ad attaccarli. Però a volte le partite le prepari in modo e poi ti ritrovi ad affrontarla in maniera diversa. La differenza la fanno sempre i giocatori con le loro soluzioni tecnico-tattiche. Abbiamo calciatori che, in qualsiasi momento, possono risolvere l’esito con una loro giocata”.

Ivan Javorcic: “Il nostro modo di giocare non lo cambiamo contro nessuno”

Dell’incontro che si svolgerà fra poco più di ventiquattr’ore, ne ha parlato ai nostri microfoni il mister dei bustocchi. “Sarà una sfida molto interessante a mio avviso – ha esordito Ivan Javorcic -. Pur consapevoli delle difficoltà, la affrontiamo con molta curiosità da parte nostra. Un incontro di prestigio e d’alta classifica, guadagnato attraverso il lavoro e di ciò ne andiamo particolarmente orgogliosi. Se cambieremo anche noi il modo di giocare come hanno fatto vari avversari del Como? Assolutamente no: abbiamo una nostra identità che portiamo avanti da anni. Semmai in più occasioni, in passato, è stata l’altra squadra a variarlo. La nostra filosofia la portiamo avanti contro chiunque, poi certamente qualche strategia sarà parametrata sulle caratteristiche degli avversari, ma ciò lo facciamo con chiunque”.

Continuando poi a parlare delle recenti partite contro tre big come Renate, Pro Vercelli e Alessandria. “Cosa ci è mancato per vincerne qualcuna di queste? Niente, noi abbiamo iniziato con aspettative diverse. Loro piuttosto necessitavano di qualcosa in più per farci male. Sono state tutte affrontate bene in entrambe le fasi. Certo, avremmo dovuto finalizzare un po’ di più ma abbiamo sempre creato grattacapi agli altri. Siamo un po’ degli intrusi là davanti: il nostro traguardo è sempre quello di mantenere la categoria, anche se in passato siamo riusciti ad andare ai play-off. Il nostro unico obiettivo, d’ora in avanti, dovrà essere quello di continuare a migliorare, di essere competitivi e di dare fastidio alle altre formazioni. Della rosa sono soddisfatto e sono tre anni che a gennaio non ci muoviamo perché siamo sempre andati oltre le nostre aspettative”. L’allenatore della Pro Patria farà affidamento sull’intera rosa ad eccezione dell’indisponibile Filippo Ghioldi, mentre si proverà a recuperare anche Giorgio Spizzichino.

Tra gli squalificati figura soltanto il giocatore del Como Manuel Cicconi. Arbitrerà Pro Patria-Como il signor Mattia Pascarella di Nocera Inferiore, coadiuvato dagli assistenti Roberto Fraggetta di Catania e Carmelo De Pasquale di Barcellona Pozzo di Gotto. Il quarto uomo sarà Michele Delrio di Reggio Emilia. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 17.30 di domani allo stadio Carlo Speroni di Busto Arsizio. La gara è valevole per la ventisettesima giornata del girone A di serie C.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento