Piercesare Tombolato a reti inviolate, Como niente play-off

piercesare tombolato
[ethereumads]

I lariani non riescono a passare al Piercesare Tombolato, è 0-0 contro il Cittadella. Finale abbastanza vibrante, in precedenza zero emozioni.

Tentare il tutto per tutto, con il non trascurabile fattore di aver già raggiunto l’obiettivo stagionale primario. Non poteva ritrovarsi in una situazione migliore il Como 1907 per sfoderare un’ottima prestazione in occasione dell’ultimo turno di serie B 2022/23. Dopo aver festeggiato la salvezza matematica nello scorso week-end, infatti, gli azzurri si sono recati al Piercesare Tambolato di Cittadella con delle residue speranze di agganciare il treno play-off. Ritrovandosi però di fronte una compagine locale bisognosa di muovere la propria classifica per scongiurare con certezza qualsiasi rischio play-out.

Squadre che si sono neutralizzate sul rettangolo di gioco, dando vita a un pareggio noioso per poco più di un’ora. Parte conclusiva dell’incontro che invece si è improvvisamente ravvivata, con azioni da gol per entrambe le compagini. Azzurri che hanno cullato praticamente fino all’ultimo il sogno post-season, perché fino al 94′ sarebbe bastata una rete per agguantare l’ottava piazza. Minuto in cui la Reggina ha trovato il gol vittoria sull’Ascoli, vanificando così ulteriormente l’improduttivo assalto finale del Como nell’impianto patavino. Con un po’ più di determinazione e convinzione il bottino pieno sarebbe potuto arrivare ma a lato pratico non sarebbe cambiato nulla.

Moreno Longo, in virtù di questa possibilità, ha pertanto deciso di schierare quello che per lui era il miglior undici iniziale. Rispetto al match contro la Ternana, ha trovato spazio Canestrelli al posto di uno Scaglia in non perfette condizioni, Arrigoni al posto di Fàbregas ma soprattutto Chajia sulla trequarti. Edoardo Gorini che invece non ha particolarmente sorpreso nelle sue scelte, confermando quasi interamente le nostre previsioni della vigilia, a eccezione di Giraudo e Magrassi che han vinto i ballottaggi rispettivamente nei confronti di Donnarumma e Magrassi.

La partita

Avvio di match caratterizzato dai ritmi bassi fra le due formazioni. Bisognerà attendere il 10′ per vedere il primo tentativo di serata, a firma Magrassi dal limite ma con Gomis a neutralizzare in due tempi. Cinque minuti più tardi provano a farsi vedere in attacco anche gli ospiti, con il sinistro di Gabrielloni su lancio in profondità di Ioannou ostruito da Pavan. Subito dopo ci riprovano i granata, con un mancino di Vita da fuori area su scarico di Ambrosino che risulterà centrale.

Girata ampiamente alta con il piattone destro di Salvi al 24′ sugli sviluppi di un corner eseguito da Crociata, poi le emozioni scemano ulteriormente con un quarto d’ora circa senza nessun tiro in porta da parte delle due contendenti. Volano invece alcuni cartellini gialli ai danni di Del Fabro, Cutrone, Vignali e Canestrelli, prima di una conclusione di sinistro dalla distanza di Branca che non termina troppo lontano dal palo sinistro difeso dal portiere lariano. A pochi secondi dall’intervallo sarà Ambrosino a mandare sul fondo un colpo di testa sul traversone operato da Vita. Cittadella e Como 1907 dunque al riposo al Piercesare Tombolato sul punteggio di 0-0.

piercesare tombolato
Simone Canestrelli partito dall’inizio al Piercesare Tombolato al posto di Filippo Scaglia

Ripresa che si aprirà con una conclusione dal limite da dimenticare di Binks e con una rovesciata totalmente velleitaria di Antonucci. Ben più insidioso invece il sinistro a giro di Crociata al 61′ che terminerà sul fondo, poco dopo invece sul corner di quest’ultimo sarà Magrassi a non inquadrare la porta di testa. Longo opta per un assetto più offensivo con Da Cunha e Iovine, rispettivamente per Arrigoni e Canestrelli.  Al 68′ la più grossa opportunità dell’incontro, con il neo entrato Maistrello a colpire il palo con un tiro da centro area su assist di Giraudo.

Ghiotta chance anche per Cerri, ma sarà Maniero in uscita a fermarlo sul filtrante di Da Cunha. Duo comasco che ci riproverà pochi secondi più tardi con una deviazione aerea schiacciata da parte della punta ospite, altissimo invece il tiro di Carriero dalla trequarti. Spazio anche per Fàbregas, con il catalano che sfiora il gol del vantaggio dal limite su scarico di Ioannou. Tocco con un braccio in area da parte di Del Fabro, penalty che però non verrà concesso per un precedente fallo di Cerri su Lores Varela. Quest’ultimo soffia palla a Binks ma Gomis gli chiude lo specchio, Maistrello di testa manca il colpo grosso sull’angolo di Carriero. In pieno recupero l’ultima possibilità per riscrivere il risultato della gara del Piercesare Tombolato, ma l’estremo difensore locale si fa trovare pronto sulla bordata dalla distanza di Iovine.

Sette minuti addizionali possono bastare per il signor Manganiello di Pinerolo. Il Cittadella può così festeggiare l’ennesima permanenza fra i cadetti, mentre i lariani non riescono a centrare una clamorosa qualificazione alla post-season. Como 1907 che dunque termina il torneo all’undicesimo posto in coabitazione con Pisa e Ascoli, eguagliando i punti ottenuti nel 2021/22.

AS CITTADELLA 1973 – COMO 1907  0-0 

CITTADELLA (4-3-1-2): Maniero 7; Giraudo 7, Del Fabro 6, Pavan 6,5, Salvi 6; Crociata 6,5 (dal 72′ Lores Varela 6), Branca 7, Vita 6,5; Antonucci 5,5 (dal 72′ Carriero 6,5); Ambrosino 5,5 (dal 64′ Maistrello 6,5), Magrassi 6. A disp.: Manfrin, Felicioli, Embalo, Donnarumma, Mattioli, Carriero, Mastrantonio, Lores Varela, Maistrello, Danzi. All.: Gorini 6,5.

COMO 1907 (3-4-1-2): Gomis 7; Binks 6, Canestrelli 6,5 (dal 66′ Iovine 6,5), Odenthal 6,5; Ioannou 6,5, Bellemo 6, Arrigoni 6 (dal 66′ Da Cunha 6,5), Vignali 6 (dal 73′ Da Riva 6); Chajia 6 (dal 73′ Fàbregas 6); Cutrone 5,5, Gabrielloni 5,5 (dal 60′ Cerri 5,5). A disp.: Vigorito, Cagnano, Faragò, Parigini, Blanco, Scaglia, Mancuso. All.: Longo 6.

Arbitro: Sig. Manganiello di Pinerolo 6.

NOTE – Ammoniti: Crociata (CI), Del Fabro (CI), Cutrone (CO), Vignali (CO), Canestrelli (CO), Fàbregas (CO). Corner 4-8. Minuti di recupero 2′ e 7′. Osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime dell’alluvione in Emilia-Romagna.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

One thought on “Piercesare Tombolato a reti inviolate, Como niente play-off

Lascia un commento