Piacenza-Como, azzurri per dimenticare. E magari allungare.

piacenza-como

Dopo l’inaspettato ko interno contro l’Albinoleffe, lariani chiamati al riscatto in Piacenza-Como. Per la Pro Vercelli ostacolo Alessandria.

La delusione per il passo falso infrasettimanale contro gli uomini di Zaffaroni, è uno stato d’animo che ha accomunato tifosi, calciatori e dirigenti azzurri. Ma con otto finali da giocare da qui al termine del campionato, è superfluo voltarsi alle spalle. Specialmente se, con il primo posto in mano e un match da recuperare, si è più che mai artefici del proprio destino.

Otto finali dicevamo. Difficile definirle diversamente, dopo la doppia opportunità di allungo fallita in tre giorni che avrebbe in parte spianato la strada ai comaschi verso la serie B. A oggi, dunque, la sensazione è che per capire chi la spunterà nel girone A bisognerà attendere se non l’ultima giornata, quasi. A meno che il Como non riesca domani a espugnare il Garilli e possa poi beneficiare di un eventuale risultato positivo dell’Alessandria al Silvio Piola nel posticipo di lunedì. Ipotesi non remota. Completando poi l’opera mercoledì a Olbia (a proposito, si giocherà?).

Il Piacenza occupa attualmente la quindicesima piazza, prima valida per evitare i play-out. Sono 33 i punti fin qui raccolti, frutto di 7 vittorie, 12 pareggi e 12 sconfitte. Con 35 reti fatte sono il nono attacco del girone, mentre i 41 gol subiti gli valgono soltanto la palma della quartultima difesa. Particolarmente florido è stato il mercato invernale, che fa fatto registrare sette nuovi acquisti. Si tratta di Paolo Cannistrà dalla Spal, Alessandro Cesarini dalla Pistoiese, Alessandro De Respinis dalla Pro Sesto, Paolo Marchi dalla Reggina, Christian Scorza dall’Ascoli, Cazim Suljic dall’Alessandria e lo svincolato Shaqir Tafa. Abbastanza in equilibrio il bilancio delle sfide passate in campionato tra le due squadre, con 10 successi per i lariani, 11 pareggi e 13 affermazioni dei piacentini.

Annuncio Pubblicitario
il circolone

Mister Scazzola, che ha ereditato la panchina di Manzo da undici partite, alterna il 3-4-2-1 al 3-5-2. Tra i pali potrebbe rientrare Davide Libertazzi, dopo che nelle ultime uscite ha lasciato il posto a Simone Stucchi. I tre dietro dovrebbero l’albanese Shaqir Tafa, capitan Andrea Corbari (autore di 5 reti) e uno tra Paolo Cannistrà e Paolo Marchi, considerati gli infortuni nel reparto. In mezzo al campo a dettare i tempi ci sarà Antonio Palma, supportato da uno tra Pierluigi Simonetti ed Elia Visconti, senza escludere nemmeno l’impiego di Christian Scorza. Lateralmente dovrebbero agire Alex Pedone e Juri Gonzi (6 reti). Davanti ipotizziamo l’utilizzo di Alessandro De Respinis (6 gol fin qui), con Nicolas Galazzi o Alessandro Cesarini (3 gol) pronti ad agire alle sue spalle.

piacenza-como
Andrea Corbari, il capitano dei biancorossi sicuro titolare in Piacenza-Como

Giacomo Gattuso: “Abbiamo preferito recuperare le energie. Piacenza pericoloso in casa”

Consueta conferenza stampa pre-partita quella odierna per l’allenatore comasco. “Oggi, con la rifinitura, è il primo allenamento che abbiamo fatto perché diversi giocatori accusavano ancora fatica – ha dichiarato Jack Gattuso -. In un giorno tanti aspetti non li puoi preparare, abbiamo preferito prevalentemente far recuperare le energie fisiche e mentali ai ragazzi. Domani dovremo assolutamente riscattare la sconfitta di mercoledì. Ci aspetta un’altra partita complicata e difficile, perché il Piacenza è una squadra che si chiude quasi tutta nell’area di rigore, con dieci giocatori. Il Garilli è un po’ un fortino, ha battuto l’Alessandria e fatto risultati importanti contro formazioni quotate. Hanno giocatori rapidi e veloci, molto forti nelle ripartenze”.

Infine un invito rivolto alla tifoseria. “Tutti vogliamo la serie B, in questo momento non abbiamo bisogno di critiche ma di essere incoraggiati, ciò ci potrebbe aiutare“. Gattuso che ha voluto fare anche alcune precisazioni su gli ultimi acquisti, con Daniels a suo dire utilizzabile solo come esterno in un eventuale 4-4-2 e con Castillion definito non ancora pronto.

Cristiano Scazzola: “Lista degli indisponibili un po’ lunga, un giorno in meno di riposo può pesare”

In vista di Piacenza-Como, si è espresso anche l’allenatore dei padroni di casa. “Abbiamo un giorno in meno di recupero, questo può pesare soprattutto per qualche acciacco che abbiamo avuto giovedì – ha dichiarato Cristiano Scazzola -. Purtroppo giocando ogni tre giorni non è un problema solo nostro. Devo ringraziare il nostro staff sanitario che è riuscito a diminuire i tempi per il rientro di qualche giocatore. Tra squalifiche e infortuni ce mancano davvero tanti, però è già capitato in passato e ci stiamo in qualche modo abituando. Affronteremo la prima della classe con i nostri mezzi, cercando di sopperire come in altre occasioni alle assenze. Troveremo una squadra forte che è in testa con merito e quindi sarà una partita difficile, come del resto sono tutte le altre. Dovremo pensare soprattutto a noi, cercando di limitare al minimo gli errori. Servirà una prestazione perfetta“. Scazzola che non potrà fare affidamento sugli indisponibili Marco Ballarini, Matteo Battistini e Riccardo Martimbianco, mentre si proverà a recuperare Paolo Marchi. Non convocato nemmeno Francesco Maio.

Tra gli squalificati figura Giovanni Terrani del Como e Cazim Suljic del Piacenza. Arbitrerà Piacenza-Como il signor Adalberto Fiero di Pistoia, coadiuvato dagli assistenti Dario Gregorio e Giovanni Mittica di Bari. Il quarto uomo sarà Marco Emmanuele di Pisa. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 17.30 di domani allo stadio Leonardo Garilli di Piacenza. La gara è valevole per la trentaduesima giornata del girone A di serie C.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento