Perugia-Como, fattore casalingo contro voglia di stupire

perugia-como

Lariani pronti a sfoderare un’altra prova sbarazzina, ma occhio alla media punti in casa degli umbri. Perugia-Como inaugura la Supercoppa di C.

Due partite a disposizione per chiudere ancor più in bellezza questo meraviglioso 2020/21. Provando, perché no, a sollevare un altro trofeo. Il Como 1907 non si pone limiti e dopo aver conquistato meritatamente il girone A, proverà a fare altrettanto con la Supercoppa istituita due decenni fa dalla Lega Pro. Di fronte avrà certamente degli ossi duri come Ternana e Perugia, club divisi dal tipico campanilismo italiano. Un fattore che potrebbe alimentare gli stimoli a entrambe in questa manifestazione.

Ma gli azzurri, dal canto loro, nell’ultima trasferta a Novara hanno dimostrato di essere temibilissimi con la testa assolutamente sgombra. Attenzione anche a un altro fattore che potrebbe far pendere la bilancia dalla loro parte, ossia quello dell’assenza di veri e propri tatticismi tipici degli incontri di campionato. Tuttavia, espugnare il Renato Curi di Perugia non sarà certamente automatico. I padroni di casa, infatti, nella stagione regolare sono riusciti a viaggiare a ben 2,4 punti di media tra le mura amiche. Rilevante anche la media gol, pari a 2,2 a incontro. Un rendimento interno che è stato determinante per il ritorno in B.

Il Perugia ha dunque concluso al primo posto il girone B, a pari merito con il Padova, prevalendo però per gli scontri diretti. Nelle trentotto giornate è riuscito a totalizzare 79 punti, ottenuti grazie a 23 vittorie, 10 pareggi e 5 sconfitte. Le 67 reti segnate sono valse la palma di secondo miglior attacco del raggruppamento, mentre i 30 gol subiti la quarta difesa. Pochi i correttivi apportati nel mercato invernale, con gli ingaggi di Giovanni Di Noia dal Chievo, Stefano Minelli dalla Spal e Michele Vano dall’Hellas Verona. Quasi in perfetto equilibrio il computo delle gare giocate tra le due formazioni nella loro storia, con 12 successi per i perugini, 11 pareggi e 11 affermazioni dei lariani.

Mister Fabio Caserta ha spesso e volentieri adottato lo schema ad albero di Natale, schierando i suoi nel 4-3-2-1. Tra i pali, nel finale di torneo ha goduto la fiducia del proprio mister Stefano Minelli. In difesa la coppia centrale potrebbe essere costituita da capitan Gabriele Angella e da Filippo Sgarbi, sull’out di destra dovrebbe agire Aleandro Rosi mentre su quello di sinistra potrebbe essere riproposto Michele Favalli. In mezzo abbastanza certi di una maglia da titolare parrebbero Dimitrios Sounas e Christian Kouan, mentre per il terzo e ultimo posto ballottaggio tra Valentin Vanbaleghem e Salvatore Burrai. Nel ruolo di punta centrale il favorito è Jacopo Pietro Murano (migliore dei suoi con 11 gol) che potrebbe avere la meglio su Federico Melchiorri, con Andrea Bianchimano (8 reti) pronto a subentrare dalla panchina. Subito dietro dovrebbero agire Salvatore Elia (8 gol) e Mattia Minesso (9 reti).

perugia-como
Jacopo Pietro Murano, uno dei protagonisti attesi in Perugia-Como (foto Ac Perugia)

Giacomo Gattuso: “Dovremo adattare qualche giocatore ma c’è voglia di stupire”

“La settimana di avvicinamento a questa sfida è andata bene, se non fosse che purtroppo abbiamo riscontrato due nuove positività al Covid – ha debuttato nella conferenza stampa Jack Gattuso  -. Solini già da qualche giorno, ora si è aggiunto anche Bertoncini. Due giocatori in meno in un reparto in cui siamo già un po’ in difficoltà con l’assenza di Iovine squalificato, per il resto siamo a posto. Bisognerà dunque adattare qualche giocatore in un ruolo non suo, oggi abbiamo testato qualcosa nella rifinitura. E’ comunque bello confrontarsi contro squadre che non conosciamo, anche se chiaramente le abbiamo viste e studiate, per capire il nostro valore raffrontato al loro. Vogliamo provare a stupire ancora se possibile, di fare bene considerando che in ogni caso qualche problema ci sarà. La voglia da parte dei ragazzi l’ho vista, ora andrà tramutata anche in campo“.

Fabio Caserta: “Proveremo a vincere entrambe le sfide, no a brutte figure”

In mattinata, anche l’allenatore dei grifoni ha presentato il match di domani. “Dobbiamo fare queste due partite, cercando di farle bene. Ho già avuto la fortuna di disputarle in passato con la Juve Stabia e posso assicurare che se non si è concentrati, si rischia soltanto di fare brutte figure – le parole di Fabio Caserta -. E noi non le vogliamo fare. Proveremo quindi a onorare la Supercoppa cercando di vincerla. Saranno dunque quindici giorni di duro lavoro e attenzione, cercando già da domani di vincere questa gara difficile. Sono stato chiaro con i ragazzi: dobbiamo cercare di vincerle entrambe”.

“Dovremo farci trovare pronti nonostante i festeggiamenti, non è facile dopo dieci mesi tenere alta la concentrazione, può capitare di staccare un po’ – ha poi proseguito Caserta -.  Il Como è una squadra strutturata, che sa giocare da dietro e che ama molto le ripartenze, con giocatori di gamba. Dovremo essere molto bravi a non concedere contropiedi. Giocano molto bene, dovremo stare attenti. A differenza delle altre volte so già chi far giocare, dando spazio a chi ne ha trovato di meno, a giocatori che hanno dato l’anima negli allenamenti e quando sono stati chiamati in causa”. Mister dei grifoni che non potrà fare affidamento sugli infortunati Stefano Negro e Amara Konate, in dubbio anche Michele Vano.

Tra gli squalificati figura Alessio Iovine, giocatore del Como. Arbitrerà Perugia-Como il signor Gino Garofalo di Torre del Greco, coadiuvato dagli assistenti Roberto Fraggetta di Catania e Luca Testi di Livorno. Il quarto uomo sarà Mario Saia di Palermo. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 18.00 di domani allo stadio Renato Curi di Perugia. La gara è valevole per la prima giornata della Supercoppa di serie C.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento