Moreno Longo nuova guida del Como, oggi l’investitura

[ethereumads]

Panchina lariana che finalmente avrà il successore di Jack Gattuso. E’ Moreno Longo, mister libero dopo la retrocessione dell’Alessandria.

Diciamocelo in tutta franchezza, la stagione degli azzurri non è iniziata nei migliori dei modi. Tutt’altro. E poco reggono i confronti con le prime sei partite dello scorso campionato, nelle quali si ottenne la stessa sequenza di segni in schedina di quello attuale. Perché allora, nonostante tutto, la squadra comasca dimostrò una certa consistenza a livello di gioco che in questo momento manca. Complice anche l’assenza in panchina, esclusa la gara d’esordio, di colui che a tutti gli effetti ora è diventato l’ex allenatore della prima squadra del Como 1907.

Si perché purtroppo Jack Gattuso ha dovuto fermarsi ai box per problemi di salute. E da quel momento la dirigenza ha deciso di temporeggiare cinque turni prima di trovare un sostituto. Provando ad attendere vanamente Luca D’Angelo, richiamato dal Pisa al posto di Rolando Maran a seguito di un provvisorio quanto clamoroso ultimo posto dopo la finale play-off disputata non più tardi di quattro mesi fa.

moreno longo
Massimiliano Guidetti, la sua parentesi come mister “pro tempore” del Como 1907 finisce qui

Così il Como 1907 ha deciso di virare su un altro profilo, quello di Moreno Longo. Nato a Torino il 14 febbraio 1976, è da sempre un “cuore granata”. Nel club della Mole, infatti, trascorre buona parte delle giovanili, prima di debuttare da calciatore in prima squadra nel 1994/95. Una carriera non particolarmente felice, contraddistinta con il passare del tempo anche da alcuni brutti infortuni e che lo costringeranno gradualmente a scendere di categoria fino alla decisione di appendere le scarpe al chiodo a soli 30 anni.

Per abbracciare, invece, quella da allenatore. Facendosi le ossa con i giovanissimi del Filadelfia Paradiso e della Canavese, prima di ritornare in orbita Torino. Con la Primavera granata ottiene risultati importanti, riportandola a conquistare il titolo nazionale a distanza di 23 anni. Nel 2020 prenderà in mano anche la formazione maggiore, subentrando a Walter Mazzarri e traghettandola verso la permanenza in serie A con due giornate d’anticipo. Nel mezzo però una nuova salvezza conquistata con la Pro Vercelli in B e una promozione nella massima serie alla guida del Frosinone.

Ma Moreno Longo è particolarmente noto ai supporters azzurri per il fatto di aver condotto l’Alessandria fra il 2021 e il 2022. Venendo battuto al Sinigaglia nello scontro diretto di quel 25 aprile che regalò al Como 1907 la certezza matematica di conquistare il girone A di serie C. Rifacendosi tuttavia con i successivi play-off, che permisero ai grigi di raggiungere i comaschi nel successivo torneo cadetto. Segnato però dalla retrocessione della squadra piemontese avvenuta ai play-out per mano del Cosenza.

Ora per il 46enne torinese la possibilità di rimettersi nuovamente in gioco. Definiti nelle ultime ore alcuni dettagli contrattuali, si legherà al Como 1907 fino a giugno 2024. Nella giornata odierna è atteso l’annuncio ufficiale da parte del club di Viale Sinigaglia. A lui l’onere di risollevare la squadra dai bassifondi della classifica, una missione che dovrà essere raggiunta di pari passo con un’evoluzione consistente del gioco. Curiosità anche per vedere quale sistema adotterà: deciderà, ad esempio, di sconfessare la difesa a quattro per passare a quella a tre come da esperienze precedenti altrove? Nel lavoro quotidiano dovrebbe essere affiancato anche da Dario Migliaccio, suo storico vice.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento