Matteo Solini insospettabile match-winner: Pro Patria ko

matteo solini

Combattuto e poco emozionante il recupero tra Como e Pro Patria. Lo decide uno dei pochi tiri del match, a opera del difensore Matteo Solini.

Mercoledì pomeriggio soleggiato e temperature decisamente gradevoli per il recupero dell’ottava giornata del girone A di serie C. Su un campo in perfette condizioni si sono ritrovate il Como 1907 e la Pro Patria, con un numero simile di defezioni per ambedue le formazioni. Mister Marco Banchini ha dovuto rinunciare ancora a Arrigoni, Celeghin, Crescenzi e Zanotti per positività al Covid-19, mentre Bansal-McNulty risulta tra i convocati della sua nazionale U21 . Il collega Ivan Javorcic, invece, non ha potuto far affidamento su Ghioldi, Molinari e Kolaj.

Lariani non in perfette condizioni fisiche viste le recenti vicissitudini, ma alla ricerca del pronto riscatto dopo il ko di tre giorni prima contro la Pro Vercelli. Nonostante tutto, mission (im)possible visto quanto prodotto dal Palermo nei recenti turni di campionato, alle prese con i medesimi problemi. E l’obiettivo viene raggiunto, non rischiando mai in fase difensiva e concretizzando una delle pochissime occasioni dei novanta e oltre minuti, capitata nei piedi di Matteo Solini.

I due capitani, Toninelli e Colombo, prima di inizio match

Nella prima frazione non succede davvero nulla, con nessuna delle due squadre che riesce a prendere il sopravvento nella battaglia a centrocampo. Anche i relativi schemi risultano infruttiferi in avvio, da una parte e dall’altra: al 2′ è Toninelli a calciare sul fondo sugli sviluppi di un corner, cinque minuti più tardi Le Noci lo imita questa volta in occasione di una punizione dal limite. Al 22′ H’Maidat ci prova con il piede “debole” dai trenta metri, sfera alta. Così come Brignoli per i bustocchi, al 27′. Da dimenticare anche il tentativo a firma di Magrini al 30′ su un cambio di gioco operato da Solini dopo aver preso il tempo a Pizzul, suo avversario diretto. Al 43′ Gatto prova a involarsi sulla trequarti, il tiro dal limite viene però smorzato da Colombo, terminando dolcemente fra le mani di Greco. Como 1907 e Pro Patria negli spogliatoi sullo 0-0 per riordinare le idee.

Annuncio Pubblicitario

A inizio ripresa gli azzurri si ripropongono in campo con un cambio di modulo, passando a un 4-4-2 che all’occorrenza può diventare 4-2-4 e con la novità Gabrielloni. E’ proprio quest’ultimo a servire Ferrari al 49′, la cui conclusione tuttavia risulta debole e centrale. Cinque minuti più tardi arriva invece la giocata decisiva ai fini del punteggio: Matteo Solini si ritrova casualmente tra i piedi il pallone, tunnel ai danni di Cottarelli e perfetto diagonale di piatto che batte l’estremo difensore bustocco. Al 58′ sono i padroni di casa a riprovarci, con Terrani che salta Pizzul con un dribbling e il diagonale che si spegne sul fondo. Al 70′ nuovo tentativo a firma Ferrari ma ancora con poca convinzione, indirizzato sul secondo palo e che non inquadra lo specchio della porta. Brivido sulla schiena dei comaschi quattro giri di lancette più tardi, con Parker che rientrando dal fuorigioco stoppa la sfera e calcia potente di poco alto sopra la traversa. Nei minuti finali gli ospiti rimangono in dieci causa espulsione di Nicco per proteste, il risultato però non cambia. Dkidak non riesce a impensierire Greco su punizione trovando l’opposizione di Gatti, al 90′ “El Loco” salva in prossimità della linea di porta sul colpo di testa di Boffelli ma il signor Lovison di Padova aveva già precedentemente interrotto il gioco.

Il Como conquista il bottino pieno al termine di un match avaro di emozioni, utilissimo per rilanciarsi in classifica al settimo posto a quota 16  punti. Domenica prossima si ritornerà allo Stadio di Gorgonzola per affrontare questa volta l’Albinoleffe di mister Zaffaroni, distante un solo punto ma con anche una partita in più all’attivo.

COMO 1907 – PRO PATRIA 1-0  Marcatori: Solini (CO) al 54′

COMO 1907 (4-2-3-1): Facchin 6; Iovine 6, Solini 7, Bertoncini 6,5, Toninelli 6; H’Maidat 6 (dal 76′ Dkidak sv), Bellemo 6,5; Gatto 6 (dal 76′ Bovolon sv), Terrani 6 (dall’88’ Cicconi sv), Magrini 6 (dal 46′ Gabriellioni 6); Ferrari 5. A disp.: Bolchini, De Nuzzo, Soldi, Rosseti, Walker, Foulds, Agyakwa, Pelà. All.: Banchini 6,5.

PRO PATRIA (3-5-2): Greco 5,5; Saporetti 6, Boffelli 6, Gatti 6,5; Pizzul 5,5, Brignoli  6 (dal 58′ Nicco 4), Fietta 6,5 (dal 70′ Bertoni 6), Colombo 6 (dal 70′ Galli sv), Cottarelli 5,5 (dall’82’ Castelli sv); Le Noci 5 (dal 58′ Latte Lath 5,5), Parker 6. A disp.: Mangano, Compagnoni, Galli, Spizzichino, Lombardoni, Ferri. All.: Javorcic 5,5.

Arbitro: Sig. Lovison di Padova 6.

NOTE – Ammoniti: Bertoncini (CO), Ferrari (CO), Brignoli (PP), Saporetti (PP), Bertoni (PP), Parker (PP). Espulso all’82’ Nicco per proteste (PP). Corner 3-3. Minuti di recupero: 1′ e 4′

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento