Massimo Nicastro molla il Como per la Pallacanestro Cantù?

Como 1907

Amico di Marzorati, sponsor della serata per Lienhard, pronto a unirsi a un’eventuale cordata per Cantù. Massimo Nicastro ammette: “Valuterò”

Il presidente del Calcio Como lo mette in vendita e poi si intrufola nel pool di imprenditori che vanno ad acquistare la Pallacanestro Cantù: per ora è solo un’ipotesi, ma tutt’altro che astratta.

Da mesi Massimo Nicastro sta scandagliando il mondo intero alla ricerca di acquirenti per il club calcistico di cui è co-proprietario. Un rapporto, quello tra l’italoamericano e il Como, che ha vissuto molti alti e bassi. Dagli sbandierati sogni di Serie A al grande passo indietro quando si è trattato di tentare il ripescaggio in C, fino alle ultime settimane foriere di fantomatici interessamenti da Asia, America e paesi arabi (a proposito, la Ucapital è venuta a Como ma al momento di concreto non c’è nulla).

Parallelamente abbiamo una Pallacanestro Cantù che, a livello societario, naviga in acque ancora peggiori dopo il disimpegno di Gerasimenko. La sponsorizzazione di Acqua San Bernardo ha allontanato un po’ lo spettro della sparizione, ma il club brianzolo necessita di trovare una proprietà nuova e stabile.

Annuncio Pubblicitario

Lunedì sera è stata organizzata una serata in ricordo di Bob Lienhard, ex giocatore canturino. E guarda un po’ chi c’è tra le aziende che hanno sponsorizzato l’evento: l’American Real Estate di Massimo Nicastro.

Non sarà mica che il presidente voglia scaricare il Como per passare a Cantù! “Quella dell’altra sera è stata una sponsorizzazione una tantum per dare una mano al mio amico Pierluigi Marzorati“, ci ha confidato Nicastro. “Chiaro però che se si formasse un consorzio serio, con Marzorati e altre persone affidabili, potrei valutare un investimento“.

pierluigi marzorati
Pierluigi Marzorati

Un’apertura in piena regola a un cambio di casacca che avrebbe del clamoroso. Ma che potrebbe offrire interessanti prospettive economiche all’italoamericano, il quale opera nel settore immobiliare e andrebbe a sostenere una società che, prima o poi, dovrà occuparsi dell’affaire Pianella. “Tutto è possibile, ma questo mi sembra un discorso davvero molto prematuro, non sappiamo ancora nulla del palazzetto“, ha detto. Prematuro sì, ma tutt’altro che campato in aria. Del resto una realtà come quella canturina garantirebbe più visibilità e meno spese rispetto al prato verde lariano.

palasport pianella

Intanto, sul fronte Como, entro domani Nicastro dovrebbe teoricamente mettere sul piatto circa 200mila euro per coprire parte della gestione 2018/2019. Qualora non lo facesse – e finora non l’ha fatto – potrebbe partire il procedimento che porterebbe le quote del presidente nelle mani di Roberto Felleca.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Alessio Lamanna
Alessio Lamanna
Già da bambino sognavo di far parte del mondo del giornalismo calcistico. Missione compiuta: dal post-diploma ad oggi, non ho mai smesso di scrivere di Serie C, con un occhio sempre sul Como, mia squadra del cuore. Un privilegio che amo mettere al servizio dei lettori.

7 thoughts on “Massimo Nicastro molla il Como per la Pallacanestro Cantù?

  1. Tifosa del Como e del Cantù ma lo vedrei come un tradimento ma non importa basta che ci lasci in mano a gente seria,ne abbiamo piene le tasche di persone così !!!

Lascia un commento