Martino Borghese match-winner, operazione sorpasso compiuta

il massimo della pizza banner

Al Sinigaglia, davanti a un pubblico e un tifo delle grandi occasioni, la formazione di mister Banchini non stecca, battendo meritatamente il Mantova con una rete di Martino Borghese. Finisce 1-0.

Ora l’equilibrio tra Como e Mantova è anche negli scontri diretti di questo 2018/19. In campo però oggi di equilibrio se n’è visto poco, l’affermazione dei lariani è stata più netta di quello che dice il punteggio finale. Bravissima la squadra azzurra, molto meno quella biancorossa, risultata più difensiva di quello che ci si aspettava. Mister Morgia ha schierato i suoi con un 3-4-3 che però spesso nella propria metà campo ripiegava a cinque in fase difensiva, con Silvestro e Galazzini sulle fasce, per poi perdersi in nervosismo e ammonizioni nella parte conclusiva di gara. La decide Martino Borghese, che rimedia all’errore dagli undici metri di un capitan Gentile non apparso al top della forma.

Federico Gentile si appresta a calciare il rigore

Bisogna attendere poco per avere la prima occasione della contesa. E’ infatti il 3′ quando dalla tre quarti Celeghin calcia una punizione a centro area, la palla finisce sui piedi di Borghese il quale si gira e tira, Borghetto blocca a terra. Al 14′ invece l’episodio che potrebbe indirizzare il match. Celeghin duetta con Gabrielloni, con quest’ultimo che impegna l’estremo difensore ospite costringendolo in corner. Dagli sviluppi di esso, Baniya trattiene nettamente il n°9 azzurro, Gentile si presenta sul dischetto calciando però alto. Il capitano lariano prova a rifarsi quattro minuti più tardi, nessun problema per Borghetto. Al 20′ si vede in attacco per la prima volta il Mantova, da un rilancio difensivo Scotto si invola verso la porta avversaria ma è bravo Anelli a contrastandolo, sventando la minaccia. E’ invece il 25′ quando un’autentica ingenuità di Tonti, autore di un battibecco palla in mano con Altinier, esce dall’area di rigore e consente ai virgiliani di poter usufruire di una punizione dal limite. Dal successivo schema illusione del gol sul tiro di Scotto. Si fa notare anche De Nuzzo con la conclusione dal limite bloccata a terra da Borghetto, mentre è bravo il collega lariano a opporsi alla mezza rovesciata di Scotto al 35′ su traversone di Ferri Marini. Nei primi quarantacinque minuti di gioco non succederà più nulla, Como e Mantova al riposo sul 0-0.

La curva azzurra

A inizio ripresa si sblocca finalmente la gara. E’ il 51′ quando dalla sinistra viene battuto da Bovolon un calcio di punizione, Martino Borghese sfrutta un’avventata uscita di Borghetto portando avanti i suoi di testa. Immediata la replica virgiliana, due minuti più tardi Altinier trova l’esterno della rete sull’invitante tocco di Silvestro. Mister Morgia prova a cambiare la faccia della sua squadra con un paio di cambi, il neo entrato Ferrari riceve la palla filtrante di Scotto ma il suo tentativo è bloccato senza problemi da Tonti. Al 67′ buona occasione per gli azzurri, Dell’Agnello serve all’indietro il suo compagno di reparto Gabrielloni, tiro che però non risulta particolarmente potente e Borghetto neutralizza coi piedi. La giornata no di Gentile è confermata al 84′, conclusione dal limite da dimenticare su sponda di Dell’Agnello. Leggero contatto in area a due minuti dalla fine tra Bovolon e Altinier, con quest’ultimo che riesce comunque a calciare tra le mani dell’estremo difensore comasco. L’ultimo brivido del match è al 3′ di recupero, fortunatamente il traversone di Galazzini attraversa pericolosamente l’area senza trovare alcuna deviazione.

Annuncio Pubblicitario

Al Sinigaglia termina dunque 1-0 per i lariani, che compiono il sorpasso in vetta nei confronti dei virgiliani. Ora altre undici finali per conquistare la serie C. Tante, ma il destino ora è nelle loro mani.

Il settore ospite

COMO 1907 – MANTOVA 1911 1-0  Marcatori: Borghese al 51′

COMO 1907 (3-5-2): Tonti 6, Bovolon 7 (dal 94′ Toninelli SV), Borghese 7.5, Anelli 7, De Nuzzo 6 (dal 75′ Di Jenno 6), Gentile 5, Raggio Garibaldi 7, Celeghin 6.5, Valsecchi 6, Dell’Agnello 6 (dal 92′ Gobbi), Gabrielloni 6.5. A disp.: Piccirillo, Cicconi, Sbardella, Fusi, Bonanno, Ferrari. All.: Banchini 7.

MANTOVA 1911 (3-4-3): Borghetto, Manzo, Bertozzini, Baniya (dal 61′ Cherubin), Galazzini, Silvestro, Cecchi, Cuffa (dal 58′ Minicleri, Scotto (dal 74′ Alma), Altinier, Ferri Marini (dal 58′ Ferrari). A disp.: Brazinskas, Aldrovandi, Giacinti, Sbordone, Tosi. All.: Morgia.

Arbitro: Sig. Emmanuele di Pisa.

NOTE – Ammoniti: Scotto (MA), Cuffa (MA), Anelli (CO), Raggio Garibaldi (CO), Altinier (MA), Galazzini (MA), Ferrari (MA), Cecchi (MA).

Corner 6-1. Minuti di recupero: 1′ e 5′. Spettatori 4.372 di cui 324 abbonati e 808 ospiti.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

5 thoughts on “Martino Borghese match-winner, operazione sorpasso compiuta

Lascia un commento