Livorno-Como, rabbia e orgoglio. E’ vietato pareggiare.

Domenica la sentita sfida Livorno-Como sarà il più classico dei testa-coda. Per entrambe conta vincere, un punto solo sarebbe insignificante.

Esattamente vent’anni fa, la finale play-off di serie C tra comaschi e livornesi valeva la promozione in cadetteria. E sappiamo tutti come finì: pareggio a reti bianche in Toscana, 1-0 per gli azzurri con un gol dell’ex Eupremio Carruezzo ai supplementari in riva al Lario. A poche settimane da questa ricorrenza, le due squadre si ritroveranno di fronte ma con ambizioni diametralmente opposte. Ma per entrambe, il raggiungimento del proprio traguardo si sta complicando.

Con quale stato d’animo potrebbero approcciare la sfida? Orianna Fallaci ci suggerirebbe con la rabbia e con l’orgoglio. Il primo assegnabile agli ospiti, scottati da un punto nelle ultime due gare e ben cinque reti subite. Se fosse così, sarebbe già un bel punto di partenza. Il secondo invece attribuibile ai padroni di casa, a un nulla dal ritorno tra i dilettanti a quasi trent’anni di distanza dall’ultima volta. Insomma, per tutte e due le formazioni c’è poco da fare: l’unica medicina è quella dei tre punti.

Livorno che occupa malinconicamente l’ultimo posto in classifica con 25 punti, penalizzata di 8 nell’arco del torneo. Riuscendo a collezionare 7 vittorie, 12 pareggi e 16 sconfitte. Con 38 gol fatti detiene l’undicesimo attacco del raggruppamento, mentre con ben 47 reti subite sono soltanto la penultima difesa. Le note vicissitudini societarie hanno costretto a cambiare radicalmente la rosa nella sessione invernale, con sette acquisti e otto cessioni. Rispetto all’andata, segnaliamo gli arrivi di Edoardo Blondett e Fabio Castellano dall’Alessandria, lo svincolato Martin Bueno, Davide Buglio dal Padova, Edgaras Dubickas dal Lecce, Jean Lambert Evan’s Allan dal Crotone e Andrea Mazzarani dal Catania. Le due formazioni si sono incontrate 31 volte in passato, con 11 vittorie azzurre, 7 pareggi e 13 successi degli amaranto.

Mister Marco Amelia, subentrato ad Alessandro Dal Canto da nove turni, generalmente schiera i suoi con il 3-4-1-2, ma nelle ultime due uscite è ricorso al 3-5-2. In porta si sta facendo strada il classe 2002 Filippo Neri. Nella difesa a tre praticamente certe le presenze di Edoardo Blondett e di Cristian Sosa, mentre per la terza maglia il ballottaggio riguarderà Marcelo Deverlan e Francesco Nunziatini. In mezzo al campo dovrebbe essere riproposto il trio formato da Fabio Castellano, Andrea Bussaglia (4 gol fin qui) e Andrea Mazzarani (che però potrebbe essere impiegato anche dietro le punte), sulla corsia di sinistra Andrea Gemignani e su quella di destra Tino Parisi. Davanti la coppia d’attaccanti sarà formata da Sven Braken (il migliore con 6 gol) e da Edgaras Dubickas (3 reti).

livorno-como
Sven Braken (foto Livorno Calcio), uno dei pochi reduci dell’andata di Livorno-Como

Giacomo Gattuso: “Trovare il modo e le forze per vincere a Livorno”

Pomeriggio di consueta conferenza pre partita quello odierno per l’allenatore lariano. “E’ un momento complicato, lo sappiamo tutti. Tuttavia dobbiamo ancor di più compattarci per darci forza, lasciandoci alle spalle la partita di Olbia – ha dichiarato Jack Gattuso -. La voglia c’è sempre, questo gruppo ha sempre dato tutto in ogni partita, anche mercoledì scorso. Facciamo fatica a reggere gli incontri ogni tre giorni, è evidente. Sappiamo che manca davvero poco, abbiamo tutte le possibilità per raggiungere l’obiettivo. Sarà una sfida complicata quella di domenica ma dobbiamo trovare il modo e le forze per conquistare la vittoria a Livorno. Abbiamo un solo risultato a disposizione. L’orgoglio c’è da parte dei ragazzi e del sottoscritto. Sotto questo aspetto siamo preparati”.

Commentando in seguito in maniera controversa la decisione del rinvio del prossimo match della Pro Vercelli al 28 aprile. “Già ero allibito dal fatto che mi squalifichino due giocatori per bestemmia e vi assicuro che non è stato detto assolutamente niente. In più ora la notizia del recupero della Pro Vercelli, quando sapranno perfettamente i risultati delle altre squadre e avranno il tempo per capire quale tipo di partita impostare. Non è una cosa assolutamente corretta, spero che qualcuno possa intervenire“.

Marco Amelia: “Livorno-Como novanta minuti da dentro o fuori”

“I ragazzi stanno bene, sono carichi e vogliosi – le parole di Marco Amelia nel post Lucchese-Livorno -. Quando senti i più esperti affermare che i tre punti li riprenderemo con il Como e li guardi negli occhi, riesco a essere sereno. Il feedback che mi hanno dato alla ripresa degli allenamenti è sicuramente positivo, gli avevo dato il lunedì di riposo ed erano quasi dispiaciuti. Contro il Como saranno novanta minuti da dentro o fuori. Nove anni fa la scomparsa di Piermario Morosini, speriamo di potergli dedicare qualcosa di importante domenica“.

Tra gli squalificati figura il giocatore del Livorno Marie Sainte Andrew Delly. Arbitrerà Livorno-Como il signor Daniele Rutella di Enna, coadiuvato dagli assistenti Antonio Severino e Marco Carrelli di Campobasso. Il quarto uomo sarà Daniele De Tommaso di Rimini. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 17.30 di domenica allo stadio Armando Picchi di Livorno. La gara è valevole per la trentaseiesima  giornata del girone A di serie C.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento