Livorno Calcio al tappeto, Gatto regala la vittoria ai lariani

Terza vittoria consecutiva per il Como, che regola 1-0 un orgoglioso e combattivo Livorno Calcio. Di Massimiliano Gatto la giocata decisiva.

E’ andato in onda quest’oggi allo stadio Giuseppe Sinigaglia quello che, a tutti gli effetti, potremmo etichettare come “Christmas Match” nonostante l’acerrima rivalità tra le due tifoserie, che hanno dovuto purtroppo ancora una volta assistere passivamente da casa. Una sfida particolarmente sentita anche sul rettangolo verde, riproposta a distanza di quattro stagioni: allora entrambe le formazioni sgambettarono quella avversaria a casa loro.

Jack Gattuso si è dimostrato, con l’undici titolare schierato per l’occasione, allenatore tradizionalista poco avvezzo ai cambiamenti quando le cose vanno bene. Dal Canto, invece, ha dovuto fare di necessità virtù, avendo a disposizione soltanto diciotto effettivi e con alcune assenze particolarmente importanti, fra tutte quella del bomber Murilo. Così, il tecnico ospite ha adattato i giocatori a disposizione a un 4-5-1 capace di mutare talvolta in fase offensiva in un 4-3-3.

Ma nonostante problemi societari, di infortunio e con un tempo giocato in inferiorità numerica, il Livorno Calcio ha proposto una prestazione gagliarda. Il Como si è dimostrato molto cinico, passando in vantaggio subito ma non concedendo particolari opportunità agli avversari, sapendo anche soffrire nel secondo tempo. Con questa vittoria la squadra di Gattuso è sempre più da considerare una delle pretendenti al successo finale nel girone A di serie C. Un ristretto lotto che fortunatamente non annovera la compagine amaranto, che oggi ha messo in mostra identità di gioco e qualità importanti.

Annuncio Pubblicitario

La partita

I padroni di casa provano a fare la partita fin dal calcio d’inizio, provandoci già al 2′ con una conclusione da fuori area di Iovine bloccata da Stamcampiano. Tuttavia la prima vera opportunità di giornata è nei piedi degli amaranto, con Bussaglia che al 10′ in spaccata non inquadra lo specchio della porta sul traversone di Haoudi proveniente dalla sinistra. Il punteggio si sblocca però due minuti più tardi: ottimo suggerimento in profondità di Dkidak per Terrani, il n°7 serve all’indietro Gatto che con il mancino batte un non impeccabile Stamcampiano. Al 18′ tentativo dalla distanza di Arrigoni che pecca di egoismo non aprendo per Cicconi, al 20′ Dkidak anticipa Bussaglia a metà involandosi in attacco e provando un tiro centrale prontamente bloccato dall’estremo difensore toscano. Al 26′ ripartenza degli azzurri con Bellemo contrastato al limite da Di Gennaro, con lo stesso capitano amaranto a metterci una pezza anche al 46′ fermando Gatto dopo una palla rubata e un “uno-due”con Gabrielloni. Nel mezzo un tiro ampiamente alto di Agazzi dopo un’uscita di Facchin di pugno sugli sviluppi di un corner.

livorno calcio
Como 1907 e Livorno Calcio pronti a darsi battaglia

Ripresa che inizia subito in salita per i toscani, rimasti in dieci per la seconda ammonizione comminata a Bussaglia per un tackle in scivolata ai danni di Arrigoni a metà. Nonostante ciò, gli uomini di Dal Canto provano a imbastire una certa reazione. Al 52′ Braken elude la marcatura di Crescenzi girandosi e tirando dal limite, con il pallone che però si spegne sul fondo. Tre minuti dopo è lo stesso olandese a pescare a centro area Morelli, il cui colpo di testa viene neutralizzato dal portiere azzurro. I comaschi non restano comunque a guardare, con l’apprezzabile suggerimento di Terrani rivolto a Gatto disinnescato da Di Gennaro in angolo. Amaranto che ci riprovano al 62′, con un colpo di testa di Deverlan su un calcio da fermo proveniente dalla sinistra di Parisi. Trascorrono dieci minuti e Agazzi dalla trequarti serve una palla telecomandata per l’inserimento di Porcino, colpo di testa che sorvola la traversa. Il Como si riaffaccia nuovamente in avanti all’80’, bel cross a tagliare di Bellemo che attraversa tutta l’area ma non trova pronto Walker alla deviazione vincente. Capovolgimento di fronte ospite con Haoudi che impegna Facchin con la respinta. Tiro a giro di Gabrielloni che termina out a tre dalla conclusione, poi si accende  un parapiglia generale dopo le scaramucce nate tra la punta inglese dei lariani e Di Gennaro. Il triplice fischio del direttore di gara sancisce un’altra affermazione dei comaschi, ma tuttavia le tensioni non si placano, con un rosso inflitto al preparatore dei portieri dei livornesi.

Il Como si porta così a quota 34 punti in classifica, mantenendo inalterato il vantaggio nei confronti dell’Alessandria terza in classifica e lo svantaggio nei confronti della capolista Renate, entrambe equidistanti quattro lunghezze. Perde ancora terreno la Pro Vercelli, fermata sul pari dal Pontedera. Ora per gli azzurri scatta il rompete le righe per le festività natalizie.

COMO 1907 – LIVORNO CALCIO 1-0  Marcatori: Gatto (CO) al 12′

COMO 1907 (4-2-3-1): Facchin 6,5; Dkidak 7 (dal 70′ Foulds 6), Crescenzi 6,5, Bertoncini 6,5 (dal 46′ Solini 6,5), Iovine 6,5; Bellemo 6,5, Arrigoni 6,5; Terrani 7 (dall’83’ Toninelli sv), Gatto 7 (dal 67′ Walker 6), Cicconi 6  (dall’83’ Celeghin sv); Gabrielloni 6. A disp.: Zanotti, Bovolon, Soldi, Bansal Mc Nulty, Agyakwa, Vincenzi, Ferrari. All.: Gattuso 6,5.

LIVORNO (4-5-1): Stamcampiano 5,5; Gemignani 6,5, Deverlan 6, Di Gennaro 6,5, Parisi 6; Porcino 6,5 (dal 79′ Fremura sv), Haoudi 6,5, Agazzi 6,5, Bussaglia 5, Morelli 5,5; Braken 6,5. A disp.: Matysiak, Marie Sainte, Sosa, Pecchia, Caia, Irace. All.: Dal Canto 7.

Arbitro: Sig. Grasso di Ariano Irpino 6,5.

NOTE –  Ammoniti: Arrigoni (CO), Morelli (LI), Di Gennaro (LI), Walker (CO). Espulsi: Bussaglia (LI) al 47′ per doppia ammonizione. Espulso a fine gara il preparatore dei portieri del Livorno Nicola Barasso. Corner 3-3. Minuti di recupero 1′ e 4′.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento