Latte Lath miglior prova stagionale, Como castigato 2-1

latte lath

I lariani pagano le disattenzioni a inizio di entrambi i tempi. Latte Lath la sblocca e serve Parker per il bis. Inutile il gol di Walker.

Un turno particolarmente ostico il ventisettesimo del girone A di serie C per il Como contro la Pro Patria. I padroni di casa, infatti, arrivano all’appuntamento nell’invidiabile condizione di non avere praticamente nulla da perdere nella sfida odierna. L’attuale quinto posto in classifica, con l’obiettivo stagionale della salvezza già conseguito, permette ai ragazzi di mister Javorcic di giocare completamente sereni nella speranza di fare bella figura contro la capolista.

Missione ampiamente raggiunta. I bustocchi, forti anche della loro organizzazione, mettono in difficoltà gli azzurri fin dal calcio d’inizio, in una partita incanalata anche sull’aggressività fisica e verbale da entrambe le contendenti. Maglie larghe in difesa invece quelle del Como nei primi minuti di ambedue le frazioni. Tutto ciò, unitamente a una concentrazione non apparsa al massimo, hanno pregiudicato il match della prima della classe.

Ospiti che si sono presentati al match odierno con qualche assenza di troppo. Oltre alle già annunciate, si sono aggiunte quelle di Dkidak e soprattutto Ferrari. Così, mister Gattuso è costretto a lanciare titolari Bovolon in difesa, Koffi e Daniels sulla trequarti. Tra i locali invece è Cottarelli ad accomodarsi a sorpresa in panchina, schierati nel classico 3-5-2 con il tandem d’attacco formato da Parker e Latte Lath, capaci di creare grattacapi ai loro diretti avversari. Proprio quest’ultimo si è reso protagonista della miglior performance personale stagionale, condita da gol e assist.

La partita

Una sfida che parte subito in salita quello del Carlo Speroni per gli azzurri. Al 4′ sponda di Parker per Latte Lath, sul tiro a giro di quest’ultimo Facchin si supera deviando in corner. Ma dagli sviluppi di esso, la punta di casa n°24 trova indisturbato la deviazione aerea sul secondo palo che fredda l’estremo difensore lariano. Il Como prova subito a reagire con una doppia occasione tre minuti più tardi: alto il colpo di testa di Gabrielloni dopo una ribattuta di Gatti, piuttosto centrale invece il tiro da fuori area di mancino di Gatto. Ospiti che tuttavia trovano in Daniels il nuovo specialista dei calci piazzati, colpendo prima l’incrocio e impegnando severamente Greco poi, il tutto nel giro di sei giri di lancette e sempre dai trenta metri. Successivamente per oltre 20′ non succederà più nulla, fino al tiro al 40′ di Bertoni dalla distanza ampiamente alto. Poco prima del riposo, verticalizzazione di H’Maidat per Gabrielloni, bel lavoro dello jesino che protegge palla e serve all’indietro il compagno Gatto, che però svirgola al momento della conclusione. Pro Patria e Como all’intervallo sul punteggio di 1-0.

latte lath
Le due squadre in mezzo al campo prima del fischio d’avvio al Carlo Speroni

Doccia fredda per i lariani a inizio primo tempo, doccia gelata a inizio secondo. Al 48′ un cambio di gioco proveniente dalla sinistra coglie impreparata la difesa comasca, cross di Nicco e Latte Lath non solo riesce a salvarla sulla linea di fondo, ma serve anche all’indietro Parker. Il n°9 bustocco con il mancino non si fa pregare e batte Facchin per il 2-0. Al 53′ Daniels e Koffi duettano sulla destra, tiro di quest’ultimo che termina sul fondo. Al 60′ dentro Walker per Koffi, mister Gattuso decide quindi così di passare al 4-4-2. Quattro minuti più tardi nuova opportunità per i tigrotti con Lombardoni, che raccoglie la ribattuta della barriera azzurra sulla sua stessa punizione per calciare potentemente e obbligare Facchin in corner. Il portiere lariano risponde presente anche al 72′ sul calcio da fermo di Bertoni, poi qualche secondo dopo è il Como a riaprire la contesa. Verticalizzazione di Gabrielloni per Walker, l’attaccante inglese si ritrova da solo davanti a Greco e lo infila con un preciso diagonale. Al 78′ gli ospiti rimangono addirittura in dieci, con Crescenzi punito con il rosso diretto per un fallo da dietro su Bertoni durante una ripartenza. L’ultima opportunità di serata è nei piedi di Pizzul all’88, tiro da fuori area che costringe Facchin all’ottavo angolo in favore dei bustocchi.

Non succederà più nulla, nemmeno nei cinque minuti addizionali concessi dal direttore di gara. Il Como esce sconfitto dal Carlo Speroni e si vede avvicinato in graduatoria dalla Pro Vercelli a -5, vincente con il medesimo punteggio in quel di Gorgonzola. Mercoledì turno infrasettimanale contro l’Olbia (2-2 all’andata) in terra sarda alle 12:30.

PRO PATRIA – COMO 1907 2-1  Marcatori: Latte Lath (PP) al 5′, Parker (PP) al 48′, Walker (CO) al 73′

PRO PATRIA (3-5-2): Greco 6,5; Boffelli 6, Lombardoni 7, Gatti 6,5; Pizzul 6, Brignoli 6,5 (dal 60′ Galli 6), Bertoni 6,5, Nicco 6,5 (dal 79′ Fietta sv), Colombo 6,5; Parker 7 (dal 79′ Castelli sv), Latte Lath 7,5 (dal 67′ Kolaj 6). A disp.: Mangano, Saporetti, Molinari, Molinari, Cottarelli, Le Noci, Spizzichino, Ferri, Vaghi. All.: Javorcic 7.

COMO 1907 (4-2-3-1): Facchin 6; Iovine 5,5, Solini 5, Crescenzi 4,5, Bovolon 5 (dal 65′ Allievi 6); H’Maidat 5,5 (dall’84’ Arrigoni sv), Bellemo 6; Koffi 5,5 (dal 60′ Walker 7), Gatto 5,5, Daniels 6,5 (dal 65′ Terrani 6); Gabrielloni 6,5. A disp.: Bolchini, Toninelli, Celeghin, Castillion. All.: Gattuso 5,5.

Arbitro: Sig. Pascarella di Nocera Inferiore 6.

NOTE – Ammoniti: Nicco (PP), Bovolon (CO), Solini (CO), Bellemo (CO), Colombo (PP), Gabrielloni (CO), Kolaj (PP).  Espulso Crescenzi (CO) al 78′. Corner 8-3. Minuti di recupero 2′ e 5′

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento