Francesco Ghirelli: “Futuro nel segno della discontinuità”

francesco ghirelli
il massimo della pizza banner

Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, ha parlato ai microfoni di ComoTV, facendo chiarezza su alcuni aspetti riguardo il futuro del campionato.

Il presidente apre la chiacchierata con il giornalista Marco Demicheli e il CEO del Como 1907 Michael Gandler con un piccolo riassunto sull’assemblea svolta per decidere cosa sarà del campionato vista l’emergenza Coronavirus: “E’ stata più bella a cui io abbia partecipato da quando sono stato eletto presidente della Lega Pro. Nonostante il momento drammatico che il paese sta attraversando per via di questo maledetto virus, c’è stata una grande capacità di ascolto e di apprezzamento delle posizioni delle altre leghe. La salute va messa al primo posto e sebbene noi tutti amiamo il calcio, è giusto che in questo caso ceda il posto a ciò che è realmente fondamentale per poter proseguire”.

francesco ghirelli
Michael Gandler, Ceo del Como 1907

Ghirelli ha poi sottolineato come sia difficile trovare una soluzione che soddisfi le esigenze di tutti i club: “Per quanto riguarda la conclusione del campionato la situazione è particolare. Se si dovesse continuare a giocare non ci sarebbero problemi, ma se dovesse essere così… non ci sarebbe un accordo generale, perché ognuno ha degli interessi particolari che si percuotono inevitabilmente, perciò non ci devono essere contestazioni, perché non esiste un criterio che metta d’accordo tutti”.

Per quanto riguarda la situazione retrocessioni e promozioni il presidente ha fatto chiarezza: “Tutte le nostre proposte vanno al Consiglio Federale della Figc che decide l’esito e tutto è stato fatto attraverso un percorso democratico. Perché decidere di bloccare le retrocessioni, ma favorire ugualmente le promozioni? La risposta è molto semplice: da un lato, le squadre che stanno ai vertici della Lega Dilettanti hanno un distacco evidente dal resto delle partecipanti; dall’altro lato, invece, nella zona retrocessione dei gironi di Lega Pro vi è una minima differenza di punti tra le squadre che al momento sarebbero retrocesse e quelle che invece si salverebbero. In questo modo eviteremmo anche una sfilza di ricorsi che riceveremmo da parte delle società retrocesse”.

Annuncio Pubblicitario

Sul futuro della Serie C Ghirelli è deciso e fiducioso: “Nei prossimi giorni presenteremo un piano strategico su quello che sarà il futuro della Lega Pro. Questo piano avrà un segno di discontinuità rispetto al passato: ci vorrà molto coraggio, perché ci saranno tagli di costi, ma allo stesso tempo uno sviluppo sul versante di alcuni settori strategici come l’investimento sulle qualità umane e professionali della Lega e delle sue società”.

Francesco Ghirelli ha voluto infine ricordare Giorgio Bressani, storico segretario del Como scomparso qualche settimana fa: “Lo ricordo con molto affetto: una grande perdita per tutti, perché era ed è un pezzo di storia del calcio italiano. Un uomo che ha dato tanto al calcio e al Como, una società di grande prestigio calcistico”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento