Federico Gentile freddo dal dischetto, ma che fatica col Caravaggio

Non certamente una prova entusiasmante quella del Como 1907 al Sinigaglia contro i bergamaschi. I tre punti arrivano dagli undici metri, con Federico Gentile a trasformare un fallo su Anelli.

Un tabù da sfatare con un orecchio a quel che accade tra Mantova e Rezzato. Questa la mission odierna del Como contro il Caravaggio, squadra che in passato ha sempre battuto i comaschi. In cinque occasioni per la precisione, nei campionati di serie D 2005/06 e 2006/07. L’attenzione odierna deve essere quindi al massimo in questa domenica. Vuoi per la cabala, vuoi anche per l’opaco pareggio a reti bianche maturato nel turno precedente sul campo del Darfo Boario.

Como e Caravaggio pronte a sfidarsi

Mister Marco Bolis opta per un modulo speculare nell’affrontare gli azzurri, con le geometrie in mezzo al campo affidate a capitan Crotti. Prima occasione sui piedi di De Nuzzo al 4′, il quale però calcia fuori una palla vagante nell’area biancorossa. Risultato che si sblocca al 15′: angolo calciato da Celeghin, azione confusa con Anelli al tiro fermato da un fallo da parte di Alushaj, è calcio di rigore. Federico Gentile con la consueta potenza fredda Mazzoli. Sei minuti più tardi gli ospiti vanno vicini al pareggio, quando dagli sviluppi di un corner Personè prima di testa colpisce la traversa, poi Gambarini manda incredibilmente fuori con la correzione. Serie di dribbling per Crotti al 26′, successivo tiro mancino però debole nelle mani di Tonti. Non è giornata al tiro per De Nuzzo, che svirgola al 29′ su un’apertura di Bovolon. Lamesta per i bergamaschi ci prova al 37′ da fuori ma conclusione centrale. Difesa azzurra in difficoltà un giro di lancette più tardi, quando Tonti è costretto ad uscire ai venti metri per anticipare in qualche modo Personè. Altro brivido per i lariani al 40′, fortunatamente Bertolotti (servito da Papini) calcia sull’esterno della rete. Null’altro da segnalare per la prima frazione di gioco che termina sul 1-0, se non il grave infortunio occorso a Gambarini costretto ad uscire in barella.

Esultanza sotto la curva dopo il gol di Gentile

Non molto più emozionante la seconda parte di gara. Al 51′ Personè rientra e tira mandando però fuori. Al 61′ doppio cambio per mister Banchini: dentro Fusi e Valsecchi rispettivamente per Bovolon e Ferrari. Bisogna attendere il 69′ per rivedere il  Como alla conclusione, con Federico Gentile che spara alto su assist di Dell’Agnello. Un minuto più tardi Crotti appena dentro l’area cerca il secondo palo senza fortuna, prima che la sua formazione rimanga in dieci per un fallo di Perico a metà su Gabrielloni. Al 76′ Gentile calcia sull’esterno della rete su invito di Borghese, poi bella ma poco efficace la mezza rovesciata di Personè sul cross dalla sinistra di Mangili. Ultime due occasioni del  match a favore dei lariani, entrambe al 83′. Lamesta rischia l’autorete deviando di testa sulla traversa una punizione proveniente dalla destra di Celeghin, mentre sugli sviluppi del successivo corner il neo entrato Gobbi calcia alto.

Annuncio Pubblicitario

 

Trascorsi quattro minuti di recupero, arriva il triplice fischio dell’arbitro Pascariello che decreta una vittoria poco convincente per Federico Gentile e compagni. Il Caravaggio formato trasferta si conferma squadra ostica, sebbene a nostro avviso qualche scelta tattica sia da rivedere. Continua infatti a non convincere la compatibilità tra Gabrielloni e Dell’Agnello, come gli esperimenti a partita in corso con Fusi mezzala e Valsecchi esterno. In cima alla classifica non perde un colpo il Mantova che batte il Rezzato per 2-0, mentre la Pro Sesto perde in casa del Pontisola con lo stesso punteggio e la Caronnese viene fermata sul campo dello Scanzorosciate 1-1.

COMO 1907 – USD CARAVAGGIO 1-0  Marcatori: 16′ Gentile

COMO 1907 (3-5-2): Tonti 6.5, De Nuzzo 6.5, Sbardella 6.5, Borghese 6, Anelli 5.5, Ferrari 5.5 (dal 61′ Valsecchi 6), Gentile 6.5,  Celeghini 6, Bovolon 6 (dal 61′ Fusi 6), Dell’Agnello 6, Gabrielloni 6 (dal 80′ Gobbi sv). A disp.: Bizzi, Cicconi, Blasi, Loreto, Buono S., Raggio Garibaldi. All.: Banchini 5.5.

USD CARAVAGGIO (3-5-2): Mazzoli, Alushaj, Gambarini (dal 45′ Perico), Carollo (dal 91′ Pirovano), Mboup, Bertolotti (dal 70′ Mangili), Tchaouna (dal 87′ Tini), Lamesta, Personè, Crotti, Papini (dal 64′ Comelli). A disp.: Dominici, Vezzoni, Mangili, Messaggi, Tini, Marchiondelli. All.: Bolis.

Arbitro: Sig. Pascariello di Lecce

NOTE – Ammoniti: Mboup (CA), Ferrari (CO), Tonti (CO), Celeghin (CO), Anelli (CO). Espulso Perico (CA) al 71′.

Corner 4-5. Minuti di recupero: 3′ e 4′ . Spettatori 728 di cui 404 paganti.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

2 thoughts on “Federico Gentile freddo dal dischetto, ma che fatica col Caravaggio

  1. Ok missione compiuta.Solito goal da calcio piazzato: per stavolta va bene così anche se non si può sperare sempre in questa soluzione.Urge qualcosa in più a livello di di gioco e determinazione in attacco e un cambio di marcia nelle partite esterne.

  2. 730 spettatori : per noi e’ un lusso avere una squadra in serie D da poter vedere tutte le domeniche. Come pubblico siamo da Eccellenza. Me ne vergogno.

Lascia un commento