Elia Galligani gela il Sinigaglia, Como rimontato dal 2-0

elia galligani

Azzurri in vantaggio con Arrigoni e Gabrielloni, ma Elia Galligani con una doppietta negli ultimi 15′ rimanda i sogni di gloria del Como.

“The Final Countdown” riecheggia puntualmente nel pre-partita dagli autoparlanti di un Giuseppe Sinigaglia tristemente vuoto. Un pezzo quantomai opportuno a sole quattro giornate (cinque per gli azzurri) dal termine del campionato di C 2020/21. Una settimana potenzialmente decisiva quella che ci apprestiamo a vivere, con Como-Grosseto a inaugurare il trittico di sfide.

Per l’occasione, mister Gattuso ripropone il 4-4-2, recuperando dalle rispettive squalifiche Bertoncini e Gabrielloni, ributtando nella mischia dall’inizio Terrani ma dovendo rinunciare a Toninelli, infortunatosi nel riscaldamento. Mister Magrini, invece, non sconfessa il suo credo giocando con il 4-3-1-2, con la novità Cretella e utilizzando Kraja nonostante il problema fisico accusato nell’allenamento di venerdì.

Una partita condotta e controllata per tre quarti di gara quella dei lariani, che avevano trovato il doppio vantaggio con Arrigoni e Gabrielloni, ma con quest’ultimo a fallire poi il colpo del definitivo ko. A ristabilire incredibilmente il risultato di parità nel finale ci ha pensato uno straordinario Elia Galligani, che grazie alla sua rapidità ha messo in crisi a più riprese la retroguardia lariana e trovando una doppietta di pregevole fattura.

La partita

Un match partito subito sotto i migliori auspici per i comaschi, già pericolosi al 4′ su una palla messa in mezzo da Rosseti con Gabrielloni che non ci arriva. Tre  minuti più tardi, Arrigoni si guadagna una punizione dai 25 metri. E’ lo stesso centrocampista azzurro a incaricarsi dell’esecuzione, gran botta sotto l’incrocio sinistro difeso da Chiorra per l’1-0. I comaschi non paghi dell’immediato vantaggio, sfiorano il raddoppio al 13′ quando Rosseti apre per Gatto con quest’ultimo che mira il secondo palo, bravo il portiere ospite ad arrivarci con le punta delle dita e deviando in corner. Il primo squillo da parte degli unionisti arriva al 22′, con Cretella autore del lancio in profondità per Galligani e tiro di quest’ultimo che impegna Facchin. Da un’altra palla inattiva arriva il 2-0 dei locali: Bellemo subisce fallo nei pressi del vertice destro dell’area, Dkidak con il mancino mette in mezzo per Gabrielloni che irrompe con il colpo di testa vincente al 35′. Tre minuti dopo scippo sulla trequarti di Gatto ai danni di Raimo, il n° 10 si invola verso l’area avversaria ma viene steso da Polidori. Punizione provata da Rosseti che termina ampiamente alta. Ultima opportunità prima del riposo è di marca ospite, con una passaggio filtrante di Galligani per Piccoli, ma quest’ultimo spreca con un diagonale abbondantemente a lato. Como e Grosseto dunque all’intervallo sul punteggio di 2-0.

Dario Toninelli (Como 1907), infortunatosi nel riscaldamento

La ripresa si apre con una conclusione alta da parte di Bellemo sulla corta respinta al limite di petto di Vrdoljak, stessa sorte per il tentativo di Campeol al 50′ sugli sviluppi di un corner.  Al 56′ Gatto prova ad accentrarsi e a calciare da fuori area, trovando però sulla sua strada il corpo del suo compagno Gabrielloni che per poco non beffa Chiorra. Contesa che si riapre inavvertitamente al 74′, quando Elia Galligani calcia al volo sul traversone dalla sinistra di Campeol, trafiggendo per la prima volta Facchin con un gran diagonale. Un minuto più tardi i lariani hanno la ghiotta occasione di chiudere i giochi, ma Gabrielloni spreca sull’assist del neo entrato Ferrari, con una palla morbida messa in mezzo da Arrigoni. Al 78′ Elia Galligani fa le prove generali per il raddoppio, con una serie di dribbling in area e la conclusione mancina che termina alta. Pareggio che arriva a sei minuti dal novantesimo, quando il n°11 ospite punta Solini sugli sviluppi di un angolo e indirizza di potenza con il sinistro sul secondo palo il 2-2. Grosseto che, non sazio, qualche secondo più tardi rischia addirittura di trovare la rete della vittoria su una ripartenza condotta da Sicurella, ma il tiro di di Russo trova pronto l’estremo difensore di casa.

Il Como esce così deluso dalla sfida odierna e si appresta a osservare il risultato che giungerà in serata dell’Alessandria, impegnata in quel di Sesto San Giovanni in un incontro non scontato. Uomini di Gattuso che torneranno in campo mercoledì prossimo nel recupero contro l’Olbia in terra sarda.

COMO 1907 – US GROSSETO 2-2  Marcatori: Arrigoni (CO) all’8′, Gabrielloni (CO) al 35′, Galligani (GR) al 74′ e all’84’

COMO 1907 (4-4-2): Facchin 5,5; Dkidak 6, Crescenzi 5,5, Bertoncini 5,5, Iovine 6; Gatto 6 (dall’82’ Solini 5,5), Bellemo 6, Arrigoni 7, Terrani 5 (dal 65′ Cicconi 5,5); Gabrielloni 6,5 (dall’82’ Celeghin sv), Rosseti 6,5 (dal 65′ Ferrari 6). A disp.: Bolchini, Solini, Bovolon, Celeghin, H’Maidat, Walker, Daniels, Koffi, Castillion. All.: Gattuso 6.

GROSSETO (4-3-1-2): Chiorra 5,5; Campeol 6,5 (dall’81 Simeoni sv), Ciorri 5,5, Polidori 5,5, Raimo 6; Piccoli 6 (dall’81’ Fratini sv), Vrdoljak 6, Cretella 6 (dal 90′ Sersanti sv); Kraja  6 (dal 55′ Sicurella 6,5); Merola 5,5 (dal 55′ Russo 5,5), Galligani 8. A disp.: Barosi, Gafà, Consonni, Bifini, Fregoli. All.: Magrini 6,5.

Arbitro: Sig. Costanza di Agrigento 6.

NOTE –   Ammoniti: Raimo (GR), Cretella (GR), Piccoli (GR), Polidori (GR), Rosseti (CO), Ciolli (GR). Ammonito l’allenatore del Grosseto Lamberto Magrini. Corner 4-4. Minuti di recupero 1′ e 5′.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento