Edoardo Pierozzi e Lucas Da Cunha, due 2001 in arrivo al Como

edoardo pierozzi
[ethereumads]

Il club lariano sta portando a termine due operazioni di mercato. Il terzino destro Edoardo Pierozzi e l’esterno mancino Lucas Da Cunha.

Sabato prossimo la serie B entrerà ufficialmente nella sua seconda metà stagionale, con la prima giornata di ritorno del torneo cadetto. Gran parte dell’attenzione è dunque focalizzata sul rettangolo di gioco, tuttavia non va dimenticato che per i club queste sono settimane alquanto importanti per poter rafforzare ulteriormente il proprio organico, con la sessione di calciomercato iniziata lo scorso 2 gennaio.

Ci sarà tempo fino al 31 gennaio e probabilmente i colpi più interessanti arriveranno nella parte finale di essa. In molti però stanno scaldando i motori e tra questi c’è sicuramente il Como 1907. Con la società lariana che ha ormai definito due movimenti in entrata, che vanno ad aggiungersi a quello in uscita nella giornata di ieri con il prestito fino a giugno 2023 del difensore Filippo Delli Carri al Padova.

Mancano soltanto le relative ufficialità ma oramai non paiono esserci più dubbi: Edoardo Pierozzi e Lucas Da Cunha si tingeranno entrambi d’azzurro. Fatta per il primo, estremamente vicino anche il secondo. Due atleti che hanno in comune l’anno di nascita, il fatto che ultimamente il campo non l’hanno calcato mai e che quindi sicuramente partiranno dietro nelle gerarchie con i loro pari ruolo. Ma pronti a sgomitare per conquistarsi il proprio spazio.

edoardo pierozzi
Lucas Da Cunha, in procinto d’arrivare come Edoardo Pierozzi

A tal proposito, qualche vantaggio in più potrebbe averlo Edoardo Pierozzi, nato a Firenze il 12 settembre 2001. Il prodotto della Fiorentina (con la quale ha vinto due Coppa Italia Primavera) è infatti noto a Moreno Longo, il quale lo ha allenato nella scorsa annata all’Alessandria. Per lui 1 rete e 2 assist in 19 presenze.

In precedenza anche una stagione alla Pistoiese in C, in quello che è stato per lui un buon primo anno da professionista con 33 gettoni e 2 gol. Invece anonima questa prima parte di 2022/23 con la divisa del Palermo, dove ha messo insieme complessivamente la miseria di 26 minuti ed esclusivamente nelle prime due giornate. Da qui la decisione della dirigenza “viola” di girarlo in prestito fino a giugno al Como 1907. Un terzino destro con interessanti capacità in fase di spinta offensiva e una discreta velocità. Che può essere eventualmente impiegato anche come esterno di centrocampo (nelle ultime due annate utilizzato da quinto). Su di lui anche la concorrenza del Brescia e alcuni club di Lega Pro.

Ancor più votato all’attacco invece Lucas Da Cunha, franco-portoghese in forza al Nizza. Nato a Roanne il 9 giugno del 2021, cresce nelle giovanili del Rennes, maglia con il quale debutta dapprima in Europa League (il 28 novembre 2019 contro il Celtic) e poi in Ligue 1 due mesi più tardi contro il Lille. Nel 2020/21 viene acquistato dal Nizza e girato in prestito al Losanna, mettendosi in luce nel massimo campionato elvetico con 27 presenze e 6 reti.

Prestazioni che gli permettono di fare ritorno al club della Costa Azzurra nella prima metà del 2021/22, dove totalizzerà 10 presenze. Una stagione conclusa in seguito al Clermont Foot 63 nella medesima serie, trovando la via del gol 2 volte in 15 gettoni. Ma anche per lui il 2o22/23 non si rivelerà al momento fortunato, venendo da subito messo fuori rosa per incomprensioni con mister Favre. Da qui l’opportunità di sbarcare sul Lario, a quanto pare a titolo definitivo. Utilizzabile come esterno offensivo e all’occorrenza anche come trequartista, per il calciatore rappresentato da Frederic Guerra inevitabile quantomeno un periodo di adattamento in un contesto (e un torneo) completamente nuovo.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento