Crl ribadisce la sua volontà: 2019/20 da chiudere in anticipo

crl lombardia

Non cambia la linea del Crl, che dopo il Consiglio Direttivo, chiede di terminare qui l’annata del calcio dilettanti lombardo. Oltre agli aiuti economici.

Siamo oramai in prossimità del mese di maggio, eppure nel bel mezzo di questa emergenza sanitaria, resta ancora in sospeso il destino del mondo del pallone dilettantistico lombardo. Solo formalmente però, sia chiaro. Perché la decisione finale è già stata partorita e dovrà essere soltanto ratificata. Una stagione che si concluderà con un nulla di fatto: nessuna promozione, nessuna retrocessione, un bel grazie a tutte le società ma anche agli atleti. E un arrivederci (si spera) all’anno prossimo.

D’altronde, la volontà di fermarsi qui e di guardare esclusivamente alla stagione successiva, era già emersa settimana scorsa durante la riunione dell’Area Nord della Lnd. Nell’appuntamento rigorosamente svoltosi in videoconferenza, il presidente del Crl (Comitato Regionale Lombardo) Giuseppe Baretti, aveva manifestato questo desiderio dinnanzi ai colleghi delle altre regioni e al presidente della Lega Dilettanti Cosimo Sibilia. Trovando conforto da parte dei presidenti degli altri Comitati, che hanno ravvisato le medesime criticità.

crl lombardia
Il presidente del Crl Giuseppe Baretti

Una posizione ribadita anche oggi dal Crl attraverso un’apposita nota attraverso il proprio portale e relativi canali. Dopo il Consiglio Direttivo che si è tenuto ieri. Ampio il sostegno da parte di quasi tutte le società: per ogni provincia, infatti, la percentuale dei favorevoli si attesterebbe tra il 90% e il 95%, un dato ottenuto attraverso conference call o comunicazioni scritte e verbali.

Annuncio Pubblicitario

Diverse le motivazioni alla base di questa scelta. Innanzitutto i vari calciatori si ritroverebbero in difficoltà fisica per via dello stop che oramai perdura da due mesi, un lasso di tempo francamente eccessivo per poter pensare di rimettersi in forma presto. Da non trascurare l’aspetto umano, con alcuni di essi magari coinvolti indirettamente nei tristi accadimenti di queste settimane. Infine, le problematiche economiche che potrebbero avere i vari club nel prossimo futuro.

Con queste premesse, il Crl ha deciso di inoltrare alla Lnd-Figc la richiesta formale di chiudere anticipatamente il 2019/20 in vista del prossimo Consiglio Federale, inizialmente previsto il 4 maggio ma poi slittato al giorno 8 dello stesso mese. Al tempo stesso, ha studiato un piano di sostenibilità economica per il suo movimento. L’entità precisa degli interventi in favore delle proprie associate sarà commisurata in base a quanto Istituzioni, Figc e Lnd riusciranno a garantire.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento