Como-Ternana penultimo atto: chi osa, vince. Lo farà qualcuno?

como-ternana
[ethereumads]

Appaiate in graduatoria, con un successo sarebbero matematicamente salve. Ma il rischio è che in Como-Ternana prevalga la cautela.

Due giornate alla conclusione, -4 dall’ottavo posto e +4 sulla zona play-out. Tentare il tutto per tutto per cercare di centrare il sogno play-off oppure accontentarsi semplicemente di una comunque non scontata salvezza? La distanza numerica pone questo amletico dubbio. Ma nelle menti dei tesserati di Como 1907 e Ternana, probabilmente, prevarrà un altro ragionamento. Che è quello innanzitutto del mantenimento della categoria.

Il che non è poco, perché sappiamo quanto una discesa al piano di sotto costerebbe a livello economico, con ricavi pressoché pari a zero. Spareggi promozione poi per cosa quando le due società in questione al momento non appaiono strutturare per un piano superiore (quella azzurra per bocca del suo Ceo Wise, quella rossoverde inoperosa nell’ultima finestra di mercato)? Ecco che dunque i protagonisti, che fra poco più di ventiquattr’ore scenderanno in campo, potrebbero essere frenati inconsciamente. Regalandoci la tipica sfida contratta e intimorita. Con un punto, qualora arrivasse, tutt’altro che disprezzabile (e chissà mai, magari decisivo) per il proprio insindacabile traguardo.

Ternana che attualmente occupa il tredicesimo posto proprio in compagnia degli azzurri con 43 punti, ottenuti attraverso 11 vittorie, 10 pareggi e 15 sconfitte. I 34 gol segnati gli valgono la palma di quartultimo attacco, mentre le 46 reti subite della tredicesima difesa. Nella sessione invernale di calciomercato l’organico umbro non è stato rinforzato, ma anzi, è stato sfoltito con gli addii di Alessandro Celli (SudTirol), Federico Furlan (Latina), Raul Moro (Real Oviedo), Stefano Pettinari (Benevento) e Pietro Rovaglia (Montevarchi). I precedenti fra le due formazioni valevoli per il campionato sono in tutto 28, con un bilancio di poco favorevole alle “Fere”: 10 vittorie, 10 pareggi e 8 sconfitte.

Mister Cristiano Lucarelli ultimamente sta alternando i suoi con il 4-3-2-1 e il 3-5-2. A difendere i pali ci penserà Antony Iannarilli. Davanti a lui un reparto difensivo che dovrebbe essere composto centralmente da Luka Bogdan e Marco Capuano, come terzino sinistro Niccolò Corrado (1 gol fin qui) mentre per quello destro Marino Defendi potrebbe spuntarla su Luca Ghiringhelli. In mezzo al campo imprescindibile l’apporto di Francesco Di Tacchio (1 rete), con al suo fianco Mamadou Coulibaly (3 gol) più uno fra Francesco Cassata e Davide Agazzi. Davanti Andrea Favilli (il migliore con 7 reti) in vantaggio su Alfredo Donnarumma (1 gol), completeranno l’undici titolare due fra Anthony Partipilo (6 reti), Antonio Palumbo (4 gol) e César Falletti (3 reti). Mister degli umbri che non potrà contare sull’infortunato Valerio Mantovani.

como-ternana
Cristiano Lucarelli non parlerà in vista di Como-Ternana, resta in silenzio stampa

Moreno Longo: “Niente calcoli, in Como-Ternana in campo per vincere”

Nel pomeriggio di ieri l’allenatore dei comaschi ha incontrato come da consueto la stampa per la conferenza pre match. “Naturalmente sarà una partita molto importante, con dei punti in palio che potranno risultare pesanti per entrambe – la premessa di Moreno Longo -. Ci si avvicina all’obiettivo e c’è grande voglia di raggiungerlo da parte di tutti. Sarà un incontro combattuto contro un avversario temibile, che dispone di giocatori dai grandissimi colpi individuali e che possono trovare la giocata giusta in qualsiasi momento. Una formazione organizzata e ben allenata, che ha avuto degli alti e bassi in questa stagione. Andrà giocato con testa e cuore, dovremo essere lucidi poiché sarà fondamentale la gestione emotiva. Vorrei un’attenzione massima da parte dei miei ragazzi, i dettagli sposteranno gli equilibri da una parte o dall’altra”.

Proseguendo poi toccando anche altri temi. “Calcoli? Penso che sia noi che loro entreremo in campo per conquistare la vittoria, che regalerebbe la certezza di salvarsi senza guardare cosa fanno le altre. Proveremo dunque a fare il massimo per conquistare i tre punti. L’andata? E’ già stata dimenticata, si riparte sempre da zero e ogni sfida ha la sua storia.  Chajia? Non è in questo momento nelle condizioni di partire dall’inizio: gli manca ancora un equilibrio muscolare e fisico che gli permetta di allenarsi con regolarità. Le parole di Wise sulla mia conferma? Fa enormemente piacere perché evidentemente stanno riconoscendo il lavoro svolto fino adesso, tuttavia finché le annate non terminano bisogna sempre mantenere la barra dritta. Alla retrocessione dell’anno scorso comunque non ci penso, cose che capitano nel percorso di un allenatore”. Non sarà a disposizione del mister lariano Edoardo Pierozzi e quasi certamente anche Daniele Baselli, oltre ai soliti Massimiliano Gatto, Liam Kerrigan e Matteo Solini.

Fra gli squalificati  risultano fra i rossoverdi Salim Diakite e Fredrik Sørensen. Arbitrerà Como-Ternana il signor Matteo Gariglio di Pinerolo, coadiuvato dagli assistenti Daisuke Emanuele Yoshikawa di Roma 1 e Domenico Fontemurato di Roma 2. Il quarto uomo sarà Leonardo Mastrodomenico di Matera, al Var invece Rosario Abisso di Palermo  e come assistente Niccolò Baroni di Firenze. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 14:00 di domani presso lo stadio Giuseppe Sinigaglia di Como. La gara è valevole per la trentasettesima giornata di serie B 2022/23.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

One thought on “Como-Ternana penultimo atto: chi osa, vince. Lo farà qualcuno?

  1. Chi perde RISCHIA GROSSO!!!
    Quindi ne uscirà il classico pareggio. Poi tutti sulle radiolina come negli anni 80 ad aspettare i risultati finali di Brescia e Cosenza.
    Sperando così che si concluda positivamente questo anno di Merda

Lascia un commento