Como-Reggina con quale versione ospite? Dr Jekyll o Mr Hyde?

como-reggina
[ethereumads]

Amaranto freschi di cambio mister dopo essere precipitati dal secondo posto a metà classifica. Como-Reggina di difficile interpretazione.

Segnatevi due date. La prima è il 28 ottobre 2021, un giovedì spartiacque all’interno dell’attuale torneo della Reggina. Con il successo 2-0 in quel di Perugia, i calabresi agguantarono la provvisoria seconda piazza in coabitazione con il Benevento, viaggiando a una media di 1,9 punti a incontro e con una fase difensiva abbastanza solida, con 8 gol subiti in 10 match. Da quel momento in poi un’inspiegabile inversione di marcia nel giro di un mese e mezzo, con ben sei sconfitte nei successivi sette turni e oltre due gol incassati a partita.

Da qui la decisione di avvicendare in panchina Alfredo Aglietti con Domenico Toscano. E qui scatta la seconda data. Perché quest’ultimo fu sollevato dal proprio incarico il 14 dicembre 2020 ed esattamente un anno dopo inizia la sua seconda vita alla corte del presidente Gallo. Una dinamica certamente da non sottovalutare per la squadra di mister Gattuso, che si ritroverà di fronte una formazione certamente motivata da questa novità e che al contempo non offrirà particolari riferimenti tattici. Una situazione simile, per gli azzurri, era già capitata contro il Parma ma se allora era stato più facile immaginare l’undici titolare e il modulo di gioco avversario, questa volta sarà più complicato. E soprattutto si ritroveranno di fronte la prima versione capace di veleggiare tra i primi posti o la seconda con un passo da piena retrocessione?

Reggina che attualmente occupa il dodicesimo posto in classifica a quota 22 punti, derivanti da 6 vittorie, 4 pareggi e 7 sconfitte. Con le 15 reti realizzate gli amaranto sono il penultimo attacco del torneo, mentre i 23 gol subiti ne fanno la quattordicesima difesa. Rispetto alla precedente annata, sono quindici i volti nuovi all’interno della rosa, con l’acquisto più interessante che risponde al nome di Andrey Galabinov. Complessivamente sono venti le sfide del passato tra le due formazioni, con un bilancio che pende decisamente a favore dei calabresi: 10 vittorie, 7 pareggi, 3 sconfitte.

Da capire come vorrà giocare Mimmo Toscano, che nella prima esperienza a Reggio Calabria optò per il 3-4-1-2. Tra i pali dovrebbe essere riconfermato il giovane Stefano Turati. Nella difesa a tre indispensabile la presenza di Thiago Cionek, che potrebbe essere affiancato da Dimitrios Stavropoulos e da Giuseppe Loiacono. Come esterno sinistro ottime le possibilità d’impiego di Gianluca Di Chiara, mentre sulla corsia destra il favorito è Ivan Lakicevic. In mezzo al campo scontata la presenza di capitan Lorenzo Crisetig, affiancato da una tra Perparim Hetemaj, Nicolò Bianchi e Alessandro Cortinovis. Trequartista Nicola Bellomo, pronto ad agire dietro le due punte che saranno Andrey Galabinov (migliore dei suoi con 6 gol) e Adriano Montalto (4 reti).

como-reggina
Domenico Toscano debutterà sulla panchina amaranto in Como-Reggina

Jack Gattuso: “Troveremo certamente un’avversaria molto agguerrita. Rientrano Cagnano e Scaglia”

Nella conferenza stampa pre-partita l’allenatore dei lariani ha praticamente anticipato l’undici titolare, che cambierà rispetto a Vicenza esclusivamente dietro con il rientro di due pedine. “Conosco bene Toscano come del resto Aglietti, sono entrambi passati da Novara un anno – ha esordito Jack Gattuso -. Tuttavia non sappiamo cosa aspettarci dal punto di vista tattico, probabilmente faranno dei cambiamenti nel sistema di gioco ma ho la fortuna di avere giocatori esperti e maturi. Di conseguenza questa partita non l’abbiamo potuta preparare nei dettagli. Troveremo sicuramente una squadra molto agguerrita che vorrà riscattarsi. Dovremo essere bravi a interpretare bene la gara sia da un punto di vista tattico che caratteriale”.

“Conosco bene anche Nicolò Bianchi, è stato il mio capitano nella formazione Beretti nell’anno in cui abbiamo vinto lo scudetto – ha poi proseguito Gattuso -. Di Como e cresciuto nel Como, un bravo ragazzo e un giocatore molto forte, ci ho messo del mio per farlo crescere ma lui è stato bravo, con grande intelligenza nel modo di apprendere. Sono contento che stia facendo una bella carriera. Come giocheremo? L’incontro con il Pisa ci ha detto che questa squadra volendo può interpretare diversi sistemi, seppur costruita per il 4-4-2. Poi per caratteristiche degli avversari la nostra difesa può diventare a tre, come anche il centrocampo”.

Mimmo Toscano: “Lavorato più sulla testa. Como-Reggina partita difficilissima”

Il neo allenatore dei calabresi ha iniziato la conferenza stampa parlando su quali cose si è soffermato in questi primi giorni nella sua nuova avventura. “Ho accettato questa sfida perché in questa squadra vedo qualità e valori – ha affermato Domenico Toscano -. Ho visto dei ragazzi dispiaciuti per quello che è successo e del periodo che stanno attraversando. Ho fatto anche alcuni colloqui individuali per cercare di trovare la strada giusta per uscire da questo momento. Indi per cui ho lavorato maggiormente sulla testa che non sui concetti, perché se non la liberi poi quest’ultimi non passano. Dobbiamo invertire questo momento e non dobbiamo cullarci sui 22 punti ottenuti: bisogna guardarsi alle spalle se un giorno vorremo guardare alla squadre che ci precedono. Questo è un torneo, rispetto agli altri anni, di un’elevatura incredibile. Dobbiamo riacquistare consapevolezza e certezze”.

Proseguendo poi parlando dei suoi prossimi avversari e dell’importante seguito che avranno in riva al Lario. “Il Como ha dei valori importanti come tutte le squadre di questo campionato. Tuttavia vive alla giornata, senza grosse aspettative nonostante la qualità a disposizione. Una formazione dinamica e frizzante con individualità importanti soprattutto là davanti. Sarà una partita difficilissima in cui non dovremo sbagliare approccio e atteggiamento. Tanti tifosi al seguito? Un attestato importante, stanno dimostrando che vogliono starci vicino ma di ciò non avevo dubbi. Abbiamo bisogno di loro, il nostro pubblico ha sempre risposto alla grande”. Tra i calciatori non convocati figurano Jéremy Ménez, Federico Ricci e Marco Tumminello.

Non si registrano squalificati da ambedue le parti. Arbitrerà Como-Reggina il signor Gianpiero Miele di Nola, coadiuvato dagli assistenti Claudio Gualtieri di Asti e Francesca Di Monte di Chieti. Il quarto uomo sarà Niccolò Turrini di Firenze, al Var invece Piero Giacomelli di Trieste e come assistente Salvatore Affatato di Verbano-Cusio-Ossola. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 14:00 di domani presso lo stadio Giuseppe Sinigaglia di Como. La gara è valevole per la diciottesima giornata di serie B.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento