Como-Pisa da attacchi alle torri. E se vincessero le difese?

como-pisa 1
[ethereumads]

I due club annoverano tra le loro fila le punte più alte del torneo, decisive per le sorti offensive. Como-Pisa match torna dopo 10 stagioni.

Quando si parla della squadra lariana e di quella pisana, viene facile accostare a ognuna di essa il relativo calciatore simbolo. Entrambi giocano davanti, entrambi dotati di un fisico statuario ma guai a sottovalutare la componente tecnica, decisamente importante per la categoria in questione. Da una parte Alberto Cerri, pronto a rientrare dalla squalifica, probabilmente la punta più forte vista a Como in questo ventennio post Oliveira. Dall’altra invece Lorenzo Lucca, baldo giovane di soli 21 anni che ha davanti a sé una carriera luminosa. Fra due giorni sarà dunque una sfida nella sfida.

Due formazioni che hanno in comune anche un approccio alle partite solitamente determinante, spesso capaci di indirizzarle nei primi venti minuti. In lotta però, al momento, per obiettivi differenti: i toscani si stanno alternando con il Brescia in vetta alla classifica, mentre i comaschi si trovano in tuta tranquillità a metà. Azzurri che proveranno a rendere la vita difficile ai loro più quotati avversari anche questa volta, sebbene gli infortunati nelle ultime giornate sono diventati sempre più d’attualità. E poi c’è anche il non fenomenale rendimento esterno dei nerazzurri a suggerire che il Como può giocarsela anche questa volta alla pari: 1,57 punti di media contro i 2,25  ottenuti all’Arena Garibaldi-Romeo Anconetani.

Pisa che si trova attualmente al secondo posto in classifica con 29 punti, con un cammino di 8 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte. Sono 22 le reti segnate per quello che è il sesto attacco del torneo, mentre 12 i gol subiti che ne fanno invece la miglior difesa. Una rosa ampiamente rinnovata quella toscana rispetto alla scorsa stagione, con ben sedici volti nuovi. Su tutti quello certamente di Lorenzo Lucca, talentuosissima punta 21enne già attenzionato da importanti club di A. In attacco importante anche l’acquisto dell’israeliano-polacco Yonatan Cohen. Le sfide del passato in campionato tra le due formazioni sono state in tutto 24 e il bilancio è in equilibrio: 6 vittorie per gli azzurri, ben 12 pareggi e 6 successi dei nerazzurri.

Luca D’Angelo schiera generalmente i suoi con il 4-3-1-2. A blindare la porta ci penserà il brasiliano Nìcolas. Davanti a lui la difesa a quattro dovrebbe essere composta dai centrali Antonio Caracciolo e Maxime Leverbe, dal terzino sinistro Pietro Beruatto e da quello destro Hjortur Hermannsson. In mezzo al campo come mediano dovrebbe essere confermato Adam Nagy, supportato dalle mezzali Idrissa Touré (2 gol fin qui) e Marius Marin. Più incertezza nel ruolo di trequartista, con capitan Robert Gucher che potrebbe tornare dall’inizio al posto di Giuseppe Sibilli (3 reti). Davanti l’unico certo della maglia titolare è Lorenzo Lucca (miglior marcatore con 6 gol), al cui fianco potrebbe esserci Yonatan Cohen con l’alternativa che si chiama Davide Marsura.

como-pisa
Lorenzo Lucca, osservato speciale in Como-Pisa

Giacomo Gattuso: “La mia una squadra con un’anima. In Como-Pisa tutto l’ambiente dia il meglio di sé”

Conferenza pre-partita iniziata con l’allenatore lariano che ha riavvolto il nastro, parlando del turno precedente. “Questa squadra ha un cuore grande, una qualità che ci ha permesso di tornare da Cittadella con un punto prezioso – sottolinea Jack Gattuso -. Quest’anno il pareggio, dato che dobbiamo salvarci, può essere considerato una mezza vittoria.  Merito dei ragazzi, nonostante le numerose difficoltà siamo riusciti a venirne fuori con determinazione e carattere, ciò significa che la mia formazione ha un’anima. Nel calcio non c’è solo l’aspetto tecnico o tattico, quello caratteriale è fondamentale e fortunatamente ce l’abbiamo. Per il campionato che dobbiamo fare non possiamo non averlo, una caratteristica che dobbiamo sempre mantenere. Un gruppo affiatato che anche nelle difficoltà riesce a esprimersi bene”.

Poi alcune riflessioni in vista del prossimo e imminente impegno. “Cambio di modulo a causa degli infortuni? In genere guardo aspetti un po’ più tattici, partendo dai giocatori che mi danno più garanzia. Una volta individuati gli undici, poi capisco il sistema di gioco più adatto. Vedrò, farò le mie valutazioni in base a chi avrò a disposizione e considerando che giochiamo di nuovo dopo pochi giorni. In ogni caso i cambiamenti li faccio nel caso qualcuno a livello fisico e mentale non fosse prestantePer capire il percorso che sta facendo il Pisa basta vedere la classifica. Una squadra partita molto bene, poi una piccola flessione ma ora ha ripreso pienamente la sua marcia. Molto forte in tutti reparti, con un attaccante come Lucca che gli sta facendo la differenza. Un’altra partita tosta, tutto l’ambiente dovrà provare a dare il meglio”. Gattuso che non potrà fare affidamento sugli indisponibili Andrea Cagnano, Moutir Chajia, Stefano Gori e Nicholas Ioannou.

Luca D’Angelo: “In Como-Pisa servirà una prestazione importante per vincere”

“Come tutte le partite di questo campionato troveremo determinate difficoltà – le parole di Luca D’Angelo nella conferenza stampa del sabato -. Il Como è una buona squadra che attacca molto bene e lo fa con delle ripartenze veloci. Dovremo essere molto attenti a queste situazioni, dovremo giocare con grande ritmo, determinazione e intensità. Servirà sicuramente da parte nostra una prestazione importante se vorremo vincere. Domani ci sarà un arbitro internazionale, un top della categoria: è importante che un direttore di gara abbia la personalità per non farsi condizionare come è successo nell’ultimo turno. Dal punto di vista fisico stiamo bene, tutti i convocati sono nelle condizioni di giocare, Berra incluso per qualche minuto. Con il Perugia avremmo meritato di vincere, c’è un po’ di rabbia”. Tra i pisani saranno indisponibili Alessandro De Vitis e Nicholas Siega.

Tra gli squalificati figura il difensore del Pisa Samuele Birindelli. Arbitrerà Como-Pisa il signor Daniele Doveri di Roma 1, coadiuvato dagli assistenti Matteo Bottegoni di Terni e Nicolò Cipriani di Empoli. Il quarto uomo sarà Sajmir Kumara di Verona, al Var invece Paolo Mazzoleni di Bergamo  e come assistente Mauro Vivenzi di Brescia. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 14:00 di domenica presso lo stadio Giuseppe Sinigaglia di Como. La gara è valevole per la sedicesima giornata di serie B.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento