Como-Livorno torna a distanza di 4 anni: azzurri attenzione!

como-livorno

Nonostante le difficoltà attraversate dagli amaranto, Como-Livorno è una partita mai banale. Ai lariani servirà la massima concentrazione.

Due classifiche ma soprattutto due situazioni societarie decisamente opposte. Tenendo conto di questi elementi, verrebbe quasi naturale immaginare la compagine comasca nelle vesti della favorita d’obbligo per il match in cartello domani, valido per la diciassettesima giornata del girone A di serie C. Tuttavia, questa accesissima sfida tanto sentita da entrambe le tifoserie, nasconde diverse insidie per la squadra di casa, nonostante l’ottimo stato di forma attraversato e certificato da ben dieci punti negli ultimi quattro turni.

Una media da promozione, insomma. Ma per continuare questo “magic moment”, i lariani dovranno innanzitutto evitare di sottovalutare l’avversario. Il Livorno non sta infatti passando mesi indimenticabili al di fuori dal campo, con una proprietà traballante che sta mettendo a repentaglio la sopravvivenza dello stesso club. Negli ultimi giorni, però, ci ha pensato ancora una volta Aldo Spinelli a farsi carico delle attuali passività, contribuendo a restituire un po’ di ossigeno e serenità all’ambiente livornese. E la squadra ha risposto positivamente dando segnali tangibili di vita con quattro punti in due gare e l’importante blitz esterno sul campo della Pro Vercelli.

Non bastasse ciò, nella giornata di ieri è arrivata l’ufficialità della penalizzazione inflitta dal Tribunale Federale Nazionale, che ha costretto il Livorno a scivolare al penultimo posto a quota 13 punti rispetto ai 18 totalizzati grazie ai quattro successi, sei pareggi e sei sconfitte. Un motivo in più per aspettarsi una squadra toscana particolarmente agguerrita sul manto verde del Sinigaglia fra meno di ventiquattr’ore. Con 20 reti fatte e 19 subite, gli amaranto paiono una formazione abbastanza equilibrata che non presenta particolari punti di forza in un singolo reparto ma altresì non disdegna né la fase offensiva, ne quella difensiva. I precedenti in campionato tra i due club sono trenta e sorridono leggermente a favore dei livornesi, con 13 vittorie, 7 pareggi e 10 sconfitte.

Annuncio Pubblicitario

Mister Alessandro Dal Canto non predilige un modulo fisso, alternando spesso il 4-2-3-1 con il 4-3-3 e domani potrebbe addirittura proporre un inusuale 3-5-2, viste le varie assenze. Tra i pali ultimamente è sempre partito titolare l’esperto Giuseppe Stancampiano. Al centro della difesa imprescindibile la presenza dell’ex Renate Matteo Di Gennaro (autore anche di 3 gol), che dovrebbe essere affiancato dal giovane brasiliano Marcelo Deverlan ma non è da escludere nemmeno l’italo-uruguaiano Cristian Sosa. Sugli esterni sicuro di partire dall’inizio è Andrea Gemignani, con Tino Parisi e Antonio Porcino (quest’ultimo però utilizzato anche in posizione più avanzata) a giocarsi l’altro lato. In mezzo al campo dovrebbero agire centralmente Davide Agazzi e Andrea Bussaglia. Attenzione all’ala sinistra Hamza Haoudi, mentre davanti Sven Braken (2 gol fin qui) sarà una scelta obbligata per l’ex allenatore della Robur Siena, che per l’occasione avrà a disposizione soltanto 18 giocatori.

Davide Agazzi, il centrocampista è uno dei protagonisti attesi in Como-Livorno

Giacomo Gattuso: “Come organico il Livorno la più forte del girone”

Il mister dei lariani infonde prudenza nella consueta conferenza stampa pre-gara. “Abbiamo recuperato tutti, siamo al completo. Vogliamo chiudere bene l’anno ma sarà una partita complicata – afferma Jack Gattuso -. Loro sono un’ottima squadra soprattutto dalla metà campo in avanti, anche se la classifica non dice ciò: a livello individuale è la più forte del girone. Tanti sono rimasti dalla B, arriveranno qui agguerriti e arrabbiati,  quindi dovremo prestare molta attenzione. Dopo l’avvento di Spinelli sono tornati a essere vivi, dovremo migliorare la fase difensiva con tanto sacrificio da parte di tutti. Dovremo dare il massimo di noi stessi per poter vincere. So perfettamente quanto questo Como-Livorno sia importante per i tifosi, senza il pubblico c’è il rischio di sentirla un po’ meno e questo é un vero peccato. Dobbiamo in ogni caso trovare motivazioni in noi stessi, dobbiamo crearcele. Ho ricevuto tantissimi messaggi dai nostri supporters, ma in ogni caso l’importanza l’avvertivo lo stesso. Siamo in sul pezzo, belli convinti e non ci accontentiamo. Ci faremo trovare pronti perché rendere felice tanta gente non ha prezzo.

Alessandro Dal Canto: “Dobbiamo imparare ad avere paura di perdere”

Anche l’allenatore dei toscani non si aspetta un match certamente facile, suggerendo un approccio alla stessa e a tutto il resto del campionato  sicuramente molto particolare. “Sarà una gara molto difficile: andiamo ad incontrare una delle pretendenti per la vittoria finale – commenta Alessandro Dal Canto sui canali social societari -. Hanno costruito la squadra per questo obiettivo e con Gattuso hanno trovato una nuova spigliatezza. Per noi sarà la quarta sfida da giocare nel giro di pochi giorni ma malgrado tutto siamo pronti a fare la nostra partita e a farci valere, come del resto è sempre accaduto. Purtroppo, talvolta, si pensa che essendo una formazione tecnica con molti calciatori che vengono dalla B, con blasone e nome importante, tutto debba essere facile. Che si possa vincere contro tutti. Ma non è così e dobbiamo metterci bene in testa che l’unico nostro traguardo è la salvezza, lottando su ogni pallone. Se impariamo a giocare con più paura di perdere e in un modo più consono alla categoria, possiamo farcela. Tutti con noi fanno la partita della vita, dobbiamo essere invece noi a entrare con il coltello tra i denti”.

Diversi gli indisponibili causa infortunio per Dal Canto domani. Non ci sarà il centrocampista Gianluca Piccoli per lombalgia, l’attaccante Fabio Mazzeo per una distorsione al ginocchio, l’ala destra Matteo Pallecchi e l’attaccante Alessio Canessa torneranno ad allenarsi con l’anno nuovo. Non convocato nemmeno l’ala sinistra Davide Marsura.

Tra gli squalificati figurano Ismail H’Maidat per il Como e soprattutto il bomber del Livorno con quattro gol Mendes Murilo OttavioArbitrerà Como-Livorno il signor Gianluca Grasso di Ariano Irpino, coadiuvato dagli assistenti Franco Iacovacci e da Federico Fratello di Latina. Il quarto uomo sarà Michele Giordano di Novara. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 15 allo stadio Giuseppe Sinigaglia.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento