Como-Juve U23, Banchini: “Partita difficile, daremo il massimo”

como-juve ok

Banchini organizza l’anticipo Como-Juve U23, match importante per i suoi, intenzionati a dare continuità dopo la bella vittoria di Grosseto.

Como che arriva da una netta vittoria in trasferta contro la Pianese la scorsa giornata e che vuole dimostrare di poter fare bene anche davanti ai propri tifosi. Ma che dovrà però fare i conti con alcune assenze: Toninelli squalificato, Gatto e Kouadio ancora indisponibili; H’Maidat ha passato la settimana con un virus influenzale e non ha potuto di conseguenza allenarsi, anche se è stato comunque convocato. Miracoli sarà invece a disposizione di Banchini, il ricorso effettuato dal Como per uno sconto della squalifica è stato accolto proprio in data odierna. Lariani che dovranno nonostante tutto dare il massimo contro la Juve di Fabio Pecchia, grande ex di questa partita. L’ultima gara giocata dalla Juve in questo girone A di serie C risale al 10 novembre (venne sconfitta dalla Pistoiese): le ultime 2 gare dei bianconeri sono state rinviate. Tanti i giocatori di qualità in questa Juve, Muratore su tutti, capitano della squadra e convocato anche da Sarri in prima squadra in vista del primo incontro di Champions League contro l’Atletico Madrid. Como-Juventus si preannuncia quindi come una gara importante e spettacolare.

Marco Banchini vuole il massimo dai suoi, “partita difficilissima”.

Parlando di numeri, la Juventus è una squadra che, prima della sconfitta contro la Pistoiese, aveva raggiunto i 6 risultati utili consecutivi: filotto che si è visto raramente fino ad ora in questo campionato. Marco Banchini, tecnico del Como, mette dunque in guardia i suoi, chiedendo la massima determinazione e concentrazione. “Loro davanti hanno dei giocatori strepitosi, che hanno giocato anche in categorie superiori e che fanno della velocità e della tecnica in velocità il loro punto di forza. Pecchia è un allenatore esperto e la sua impronta su questa squadra si vede”. Così Banchini presenta la squadra avversaria. Juve che ha consolidato il suo sistema di gioco con un 4-2-3-1 molto organizzato con i due mediani (tra cui Muratore) che hanno tanta qualità.

Como-Juventus
Marco Banchini in conferenza stampa in vista di Como-Juve U23

“Dobbiamo confermare quello che di buono abbiamo dimostrato in trasferta e farlo anche in casa, è importante dare un segnale vincente anche tra le mura amiche per tornare al 100% noi stessi”. Il tecnico di Vigevano prosegue dicendo come sia fondamentale l’approccio alla partita e lo fa riprendendo come esempio la vittoria di settimana scorsa. Una partita in cui il suo gruppo è sceso in campo con la giusta voglia e determinazione, segnando addirittura 3 goal nel primo tempo, evento molto raro anche considerando che fino a quel momento 12 dei 15 gol del Como erano stati realizzati nei secondi tempi.

Annuncio Pubblicitario

Il mister dei lariani conclude poi commentando l’assenza di Toninelli: “Non so dire se Dario abbia commesso un ingenuità o se sia stata una fiscalità del direttore di gara, il risultato è che io non lo ho a disposizione e per noi si trattava chiaramente di un punto di riferimento per la nostra linea difensiva. Non voglio parlare di chi non sarà della gara, dovremo essere in grado di sostituirlo e di giocare una partita attenta anche in fase difensiva”.

Sabato 30 novembre si accenderanno le luci del Sinigaglia alle 20:45, per illuminare Como-Juve U23 (dirigerà il Sig. Luca Zucchetti di Foligno, Giuseppe Centrone e Ciro Di Maio di Molfetta gli assistenti). Non si tratta propriamente della Juventus che il Como affrontava quando era in serie A, ma affrontare le maglie bianconere rappresenta sempre un grande stimolo.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento