Como-Cremonese ultimo atto: ospiti sul Lario per sognare la A

como-cremonese
[ethereumads]

Azzurri per regalarsi un’altra gioia, grigiorossi per sperare nella promozione diretta. La B si chiude ma Como-Cremonese merita attenzione.

Quelli che ci apprestiamo a vivere sono gli scampoli conclusivi del campionato cadetto 2021/22, tra i più avvincenti degli ultimi anni. Con ancora 90′ minuti da giocare, infatti, sono soltanto otto le squadre che non hanno più nulla da chiedere a questa stagione, mentre tutte le altre hanno un traguardo (più o meno grosso) da inseguire. Chi la promozione diretta, chi un posto migliore nella griglia play-off, chi l’accesso alla post-season e chi la possibilità di disputare il play-out.

Tante dunque le orecchie puntate sugli altri campi e tra questi figura anche il Sinigaglia. Dove arriverà il club del Cavaliere Giovanni Arvedi, che sta rischiando di dilapidare un’ottima chance di salire al piano superiore. Un calendario agevole e ben tre ko negli ultimi quattro incontri, sono costati il sorpasso in graduatoria di Lecce e Monza. Come però sottolineato dal suo Dg Ariedo Braida, non è ancora finita. Anche perché i brianzoli sono impegnati in un match tutt’altro che scontato in quel di Perugia. Tuttavia anche per i grigiorossi quella in terra comasca non sarà una formalità: dopo il largo successo a Reggio Calabria, il Como 1907 vuole ripetersi come chiesto da Carlalberto Ludi giorni fa. Una sfida che dunque, comunque vada a finire, sarà particolarmente interessante da vivere.

Cremonese che occupa la terza posizione con 66 punti, ottenuti attraverso 19 vittorie, 9 pareggi e 9 sconfitte. Con 55 reti segnate sono il sesto miglior attacco del torneo, mentre le 38 gol subiti sono invece la settima miglior difesa. Quattro i nuovi innesti arrivati nel calciomercato invernale: in prestito l’ex Tiago Casasola (Frosinone) e Hamza Rafia (Juventus), definitive invece le acquisizioni di Cedric Gondo (Salernitana) e Dennis Politic (Bolton). Sono in tutto 58 i precedenti fra le due formazioni in campionato, con il bilancio che pende a favore dei grigiorossi: 22 successi, 18 pareggi e 18 perse.

Mister Fabio Pecchia schiera generalmente i suoi con il 4-2-3-1. Tra i pali figurerà certamente Marco Carnesecchi. Davanti a lui difesa a quattro composta centralmente da Caleb Okoli e Matteo Bianchiett, tuttavia qualora il capitano non dovesse farcela spazio a Luca Ravanelli. Sulla fascia sinistra Emanuele Valeri mentre su quella destra Leonardo Sernicola dovrebbe essere riconfermato a discapito di Tiago Casasola. In mezzo al campo si va verso la coppia formata da Luca Valzania e Gianluca Gaetano, non è però da escludere un arretramento di Nicolò Fagioli. Più facile però che il calciatore di scuola Juve azioni sulla trequarti in compagnia di Cristian Buonaiuto e Luca Zanimacchia, quest’ultimo in ballottaggio con Jaimé Baez. Nel ruolo di unica punta potrebbe tornare titolare Samuel Di Carmine, con l’alternativa più concreta che si chiama Daniel Ciofani.

como-cremonese
Nicolò Fagioli, quella in Como-Cremonese sarà una delle sue ultime apparizioni in grigiorosso

Jack Gattuso: “Dovremo farci trovare pronti, ma se non succederà nulla da rimproverare ai miei”

Dopo aver lasciato spazio a Max Guidetti nelle precedenti due volte, l’allenatore lariano in carica è tornato a presentare il prossimo e ultimo match. “E’ importante chiudere bene ed è ciò che vogliamo – la premessa di Giacomo Gattuso – . Abbiamo sofferto per le quattro sconfitte consecutive, inconsciamente avevamo lasciato per strada qualcosa. Già contro la Reggina avevo chiesto ai miei ragazzi di tornare a essere squadra, quella che tutti avevano ammirato. E infatti abbiamo fatto una gran partita contro una formazione che in precedenza non aveva regalato nulla, battendo anche il Lecce. E’ stata una sfida vera. Sappiamo chiaramente che la Cremonese avrà motivazioni altissime, giocandosi di fatto la serie A. Detto questo dovremo farci trovar pronti, ma se così non fosse non ci sarà nulla da rimproverare alla mia squadra. Ci saranno praticamente tutti tranne Iovine, che ieri ha accusato uno stiramento. In dubbio anche Cagnano, che si era bloccato con la schiena appena prima l’ultimo incontro”.

Fabio Pecchia: “In Como-Cremonese migliorare gestione palla e spazi per limitare loro contropiedi” 

Nel primo pomeriggio odierno conferenza stampa anche per colui che sarà il mister ospite. “Domani alle 22:30 tracceremo il bilancio. Un finale vibrante per tutti, abbiamo perso per strada un bel vantaggio ma il campionato terminerà domani – le parole di Fabio Pecchia -. Un match che affronteremo al massimo delle nostre possibilità e con grande fiducia. Le due sconfitte consecutive più testa o gambe? Si possono fare varie analisi e forse potrebbero essere tutte giuste, una concausa sicuramente c’è”.

Soffermandosi poi sulle caratteristiche della prossima avversaria. “Le squadre votate alla ripartenza sono quelle più difficili da affrontare, perché nonostante la sensazione di dominare la gara con loro rischi comunque di farti male. Il Como oltretutto per questa tipologia di gioco ha giocatori straordinari, capaci di ribaltare le azioni e quindi noi dovremmo essere ancora più bravi nella gestione di palla e spazi”. Grigiorossi che si presenteranno al gran completo.

Tra gli squalificati risulta il giocatore della Cremonese Michele Castagnetti. Arbitrerà Como-Cremonese il signor Gianluca Aureliano di Bologna, coadiuvato dagli assistenti Salvatore Longo di Paola ed Emanuele Prenna di Molfetta. Il quarto uomo sarà Francesco Luciani di Roma 1, al Var invece Paolo Mazzoleni di Bergamo e come assistente Rossi Luigi di Rovigo. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 20:30 di domani presso lo stadio Giuseppe Sinigaglia di Como. La gara è valevole per la trentottesima giornata di serie B.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento