Como-Cagliari, tante incognite per entrambe: che debutto sarà?

como-cagliari
[ethereumads]

Lariani da poco al lavoro con il 3-5-2 e con alcuni giocatori di punta, sardi falcidiati in difesa. Pronostico difficile per Como-Cagliari.

Certe partite tendono a sfuggire alle previsioni della vigilia di tifosi, appassionati e scommettitori. Fra queste, molto spesso, possiamo catalogare quelle di inizio campionato, in particolar modo nella primissima giornata di esso. Quando i valori tecnici e tattici fanno più fatica a emergere, mentre quelli atletici assumono un peso quasi determinante. E sarà molto probabilmente così anche fra poco più di ventiquattr’ore quando la formazione azzurra e quella rossoblù debutteranno nel nuovo torneo cadetto.

La prima cercherà di vestire i panni dell’outsider, la seconda di grande protagonista per riconquistare immediatamente la A. Una serata che, tuttavia, non si presenta facile per entrambe. Il Como è infatti apparso un po’ indietro nelle ultime uscite e da pochissimo tempo sta provando a calarsi in quel nuovo modulo (domani adattabile in un 4-4-2?) disegnato apposta per far rendere al meglio i propri atleti di punta Fàbregas e Baselli (catalano non ancora convocato, bisognerà attendere qualche turno). Anche il Cagliari in Coppa Italia contro il Perugia non è ancora apparso particolarmente rodato, in più si presenterà in riva al Lario con seri problemi difensivi. In aggiunta a quelli che già aveva (tanti i gol subiti in pre-season), tra infortuni e squalifiche sono diverse le assenze nel reparto arretrato.

Cagliari che rispetto alla scorsa ha cambiato in parte la propria rosa, integrandola con alcuni elementi della Primavera e diversi elementi nuovi. Fra quest’ultimi Franco Carboni dall’Inter, Gianluca Lapadula dal Benevento, Antoine Makoumbou dal Maribor, Nicolas Viola dal Benevento e Alessandro Di Pardo, in prestito dalla Juventus. Non ancora ufficiali ma in procinto di diventare rossoblù anche Alberto Dossena e Vincenzo Millico, nel 2021/22 rispettivamente all’Avellino e Cosenza. Sono in tutto 42 i precedenti in campionato fra le due compagini, con un bilancio favorevole ai sardi: 18 vittorie, 9 pareggi e 15 sconfitte.

Mister Fabio Liverani (ndr squalificato) dovrebbe schierare i suoi ragazzi con il 4-3-3. A difendere i pali ci sarà Boris Radunovic. Davanti a lui si può ipotizzare una retroguardia composta centralmente da Edoardo Goldaniga e Adam Obert, come terzino sinistro Franco Carboni mentre per quello sinistro Gabriele Zappa in vantaggio su Alessandro Di Pardo. In mezzo al campo paiono certi gli impieghi di Nicolas Viola e Antoine Makoumbou, mentre la terza maglia potrebbe finire sulle spalle di Alessandro Deiola a discapito di Nunzio Lella. Davanti si è guadagnato spazio l’ex Zito Luvumbo, probabile invece una staffetta fra Leonardo Pavoletti e Gianluca Lapadula, mentre come esterno offensivo di destra potrebbe essere confermato Gastón Pereiro.

como-cagliari
Zito Luvumbo, autore di un precampionato convincente, uno dei tanti ex in Como-Cagliari

Jack Gattuso: “Il modulo non conta, Baselli già pronto per l’utilizzo”

Giornata di conferenza quest’oggi per l’allenatore dei lariani, che ha presentato così la sfida. “La squadra è sul pezzo, sta lavorando forte e si presenterà bene, sono soddisfatto – le prime parole di Giacomo Gattuso in vista di Como-Cagliari -. Giocheremo una partita difficile contro una corazzata che mira ad arrivare nelle prime due, composta da giocatori molto forti e un attacco teoricamente devastante. La loro è una squadra che si presenta da sola, non solo davanti ma anche in mezzo con Viola che per la categoria è un fuoriclasse. Dovremmo nutrire grande rispetto per i nostri avversari ma anche pensare a noi, abbiamo possibilità per far bene e risultato. Troveremo uno stadio pieno per l’occasione, ci sono tutti i presupposti per disputare una grande prestazione. Luvumbo? Già da noi aveva fatto vedere a tratti di essere un giocatore importante, poi ha incontrato qualche difficoltà. E’ in grande forma e potrebbe partire titolare, però lo conosciamo molto bene, speriamo di limitarlo“.

Passando poi a parlare in maniera più approfondita della propria formazione. “Baselli è un giocatore di categoria, d’esperienza ed è già pronto. Mi ha fatto vedere che è in condizione ed utilizzabile. Per Fàbregas invece la sua linea guida la sta dettando il suo fisioterapista: è un po’ indietro di condizione, speriamo nel giro di qualche settimana di poterlo quantomeno convocare. Il modulo? Non conta, a differenza dell’atteggiamento, della determinazione e della compattezza. Abbiamo provato varie soluzioni, per certi versi il 3-5-2 di settimana scorsa mi è piaciuto, per altri meno”.  Tra i non convocati risultano anche Racine Ba, Edoardo Bovolon, Moutir Chajia, Massimiliano Gatto e Matteo Solini.

Fabio Liverani: “In Como-Cagliari in emergenza dietro ma abbiamo fiducia in tutti”

Parallelamente anche in casa sarda si è fatto il punto della situazione con la stampa locale. “Le sensazioni sono sempre positive, prima della partita c’è sempre un pizzico d’emozione in più anche se non essendo in panchina sarà un po’ meno forte del solito – ha svelato Fabio Liverani -. Iniziamo questo campionato a detta di tutti molto difficile, c’è curiosità per vedere all’opera la mia squadra. Le insidie della prima giornata difficilmente si possono programmare a priori. Mi rassicura il gruppo per come si allena ed è coeso. Tuttavia non possiamo pensare di essere già a un punto di arrivo”.

Affronteremo una squadra che ha avuto una crescita esponenziale, con una delle proprietà più ricche – ha poi proseguito l’allenatore parlando dell’avversaria -. Ha fatto un percorso di risalita mantenendo lo stesso Dg e allenatore che c’erano in C. Tanti giocatori sono li stessi e sta cercando di alzare l’asticella dopo una campagna acquisti molto importante. Con questi investimenti anche il Como è una delle candidate per la serie A. Però come loro ce ne saranno tante quest’anno, lo rispettiamo però noi abbiamo le nostre certezze e lavoro per arrivare fino in fondo. Dietro è l’unico reparto dove siamo un po’ in emergenza, questo ci crea un po’ di difficoltà. Quando però abbiamo costruito la squadra avevamo la fiducia in tutti i membri di questo reparto. Non sono tanto preoccupato, a volte escono fuori delle belle sorprese e credo che possano giocare tutti”. Tra gli indisponibili risulta infatti Sebastian Walukiewicz.

Tra gli squalificati risulta il giocatore del Cagliari Michele Giorgio Altare. Arbitrerà Como-Cagliari il signor Gianluca Manganiello di Pinerolo, coadiuvato dagli assistenti Giuseppe Di Giacinto di Teramo e Alex Cavallina di Parma. Il quarto uomo sarà Enrico Maggio di Lodi, al Var invece Fabio Maresca di Napoli e come assistente Sergio Ranghetti di Chiari. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 20:45 di domani presso lo stadio Giuseppe Sinigaglia di Como. La gara è valevole per la prima giornata di serie B 2022/23.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

One thought on “Como-Cagliari, tante incognite per entrambe: che debutto sarà?

Lascia un commento