Como-Bari via al “nuovo” torneo? Vincere per avvalorare la tesi

[ethereumads]

Riparte il cammino dei lariani, che potrebbero trovare nuova linfa dall’ultima positiva gara. Como-Bari per capire gran parte del loro futuro.

L’imminente sfida che metterà di fronte azzurri e biancorossi ha tutti i crismi per essere giudicato un incontro spartiacque, o comunque qualcosa di molto simile, per i padroni di casa. Come mai? Innanzitutto cade dopo una sosta e ciò non è mai banale. In secondo luogo i comaschi ci arrivano con un’ottima ultima prestazione alle spalle, quella al Ferraris contro il Genoa. Aver giocato alla pari contro un’avversaria del genere, soprattutto sul terreno altrui, potrebbe aver restituito finalmente quella consapevolezza necessaria, smarrita nelle settimane scorse complice un avvio stagionale denso di problemi.

Così incamerare il bottino pieno contro i pugliesi sarebbe il miglior modo per riprendere il discorso interrotto due settimane fa, nell’attesa di poter confermare i propri progressi anche lontano dal Sinigaglia nelle successive due trasferte, togliendosi dalla zona calda. E noi pensiamo che questo possa essere lo scenario predominante. Viceversa, dovesse maturare un brusco stop interno, allora non sarebbe un segnale particolarmente confortante. Il Como 1907 infatti resterebbe terzultimo e potrebbe far ricredere sulla recente solidità costruitasi fra le mura amiche, dove ha una striscia aperta di tre successi consecutivi contro compagini che tuttavia stanno faticando. E attenzione ai “galletti”, secondi per rendimento fuori casa e senza vittorie da cinque giornate.

Bari che attualmente si trova in sesta piazza a quota 21 punti, ottenuti attraverso 5 vittorie, 6 pareggi e 2 sconfitte. Sono 21 le reti segnate per quello che è il secondo attacco del torneo, mentre con 15 gol subiti hanno la settima miglior difesa. Rispetto alla stagione passata, gli innesti più importanti rispondono ai nomi di Elia Caprile (Leeds United), Francesco Vicari (Spal), Raffaele Maiello (Frosinone), Michael Folorunsho (Napoli), Nicola Bellomo (Reggina), Walid Cheddira (Parma), Aurélien Scheidler (Digione) e Damir Ceter (Cagliari). In tutto sono 40 i precedenti fra i due club in campionato, con bilancio leggermente favorevole ai baresi: 15 vittorie, 12 pareggi e 13 sconfitte.

Mister Michele Mignani schiera generalmente i suoi con il 4-3-1-2. A difendere i pali ci sarà Elia Caprile. Come terzino sinistro non dovesse farcela Matteo Ricci  ci sarà spazio per Medhi Dorval, mentre per quello destro scontato l’impiego di Raffaele Pucino La coppia di difensori centrali sarà invece composta da Francesco Vicari e Valerio Di Cesare se sarà in condizione, viceversa Zan Zuzek nella mischia. In mezzo al campo come mediano Raffaele Maiello, supportato da Michael Folorunsho (3 gol fin qui) più uno fra Alessandro Mallamo e Leonardo Benedetti. Per il ruolo di trequartista ballottaggio fra Nicola Bellomo e Rubén Botta, mentre davanti il tandem d’attacco dovrebbe essere composto da Mirco Antenucci (5 reti) e uno fra Aurélien Scheidler (1 gol) ed Eddie Salcedo.

como-bari
Walid Cheddira, la punta biancorossa grande assente in Como-Bari

Moreno Longo: “In Como-Bari stessa abnegazione e sacrificio visto contro il Genoa

Pomeriggio di conferenza stampa quello odierno per il tecnico dei lariani. “In questa pausa abbiamo lavorato bene, cercando di migliorare la condizione atletica – il punto della situazione di Moreno Longo -. Ma anche per quanto concerne l’organizzazione, come del resto stavamo già facendo. Il match con il Genoa può aver segnato una svolta? In una stagione possono esserci partite chiave, sebbene sia difficile capire quali esse siano. Credo che Modena possa aver già rappresentato un piccola svolta, in cui abbiamo provato a ricercare dei perché. Mi auguro che la scorsa prova ci abbia restituito una consapevolezza maggiore ma al tempo stesso mi è spiaciuto fermarmi per la sosta e non sfruttare quella inerzia. Dovremo riproporre la stessa abnegazione e sacrificio come contro i rossoblù, lottando su ogni pallone come fosse l’ultimo. Chi giocherà al fianco di Cerri? Cutrone”.

Spazio anche alla disamina dell’avversario. “Il Bari ritroverà un giocatore di grande spessore come Maiello, so quanto vale avendolo già allenato, in questa categoria può fare la differenza ed elevare il livello qualitativo di qualsiasi squadra di B. A livello generale abbiamo grande rispetto per loro, una formazione forte allenata dallo stesso mister da tempo. Sono rodati, affiatati ed hanno ancora entusiasmo per il campionato vinto. Concedono poco e in ripartenza possono fare molto male. A loro mancherà Cheddira ma a noi manca Chajia, altro giocatore che senza infortuni sarebbe potuto andare ai Mondiali”. Mister che non potrà contare, oltre che a Moutir Chajia, anche su Daniele Baselli e Paolo Faragò.

Michele Mignani: “Como-Bari sfida aperta e al tempo stesso complicata”

Nel pomeriggio di ieri aveva invece parlato l’allenatore ospite. “La sosta a me non piace, preferirei giocare sempre – la premessa di Michele Mignani -. Però ci è servita per gestire i carichi di lavoro e recuperare qualche pezzo perso per strada. Aldilà della solita retorica nel dire che le partite offrono sempre difficoltà, il Como è una squadra in netta ripresa: lo dimostrano le prestazioni e i risultati delle ultime giornate. Una squadra costruita per stare al vertice. Sarà una sfida aperta e complicata, speriamo lo sia altrettanto anche per loro. In questo periodo qualcosa ci manca, ma avendo a disposizione una rosa di venticinque giocatori si ha sempre la possibilità per disputare la tipologia d’incontro che si vuole. Rimarrà importante lo spirito, l’atteggiamento con cui scenderemo in campo. Meglio in trasferta noi? La nostra mentalità è la medesima che in casa ed è stata la nostra forza a inizio campionato”. Tecnico biancorosso che oltre a Walid Cheddira impegnato ai Mondiali, dovrà rinunciare ad Antonio Mazzotta e Matteo Ricci.

Tra gli squalificati risulta Mattia Maita, centrocampista del Bari. Arbitrerà Como-Bari il signor Matteo Marchetti di Ostia Lido, coadiuvato dagli assistenti Rodolfo Di Vuolo di Castellammare Stabia e Pasquale Capaldo di Napoli. Il quarto uomo sarà Matteo Gualtieri di Asti, al Var invece Luca Banti di Livorno e come assistente Salvatore Longo di Paola. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 15:00 di domenica presso lo stadio Giuseppe Sinigaglia di Como. La gara è valevole per la quattordicesima giornata di serie B 2022/23.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento