Como-Alessandria, biglietto di sola andata per la B. A chi?

como-alessandria

Un punto di differenza,due turni dalla fine: ogni risultato tranne l’X sarà decisivo in Como-Alessandria per stabilire la vincente del girone.

L’attesa cresce ma ci siamo quasi. Tra meno di quarantottore, con buona probabilità, scopriremo chi accompagnerà la Ternana (più la prima nel raggruppamento B e la vincente dei play-off) in cadetteria. Dovesse infatti arrivare il successo dei comaschi, il primato sarebbe matematico. Ma anche in caso di malaugurata sconfitta degli stessi, difficile pensare a un nuovo ribaltone poi all’ultima giornata, quando i piemontesi ospiteranno una Pro Patria oramai avviata verso il sesto posto.

Con un quadro del genere, i supporters azzurri non stanno più nella pelle e si stanno organizzando per caricare in qualche modo la propria squadra domenica. Con la speranza di festeggiare poi al triplice fischio, ipotesi tuttavia non scontata visto il grande momento di forma degli avversari, reduci da sei vittorie consecutive e soprattutto capaci di recuperare nelle ultime settimane un distacco di ben 14 punti. Insomma, servirà una prestazione pressoché perfetta.

L’Alessandria ha 68 punti in classifica, uno in meno del Como, con un cammino fatto da 20 vittorie, 8 pareggi e 8 sconfitte. Con 47 reti fatte detiene il quarto attacco del raggruppamento, con 26 gol incassati è invece la miglior difesa insieme alla Pro Patria. Una formazione rinforzata nella sessione invernale di mercato, con diversi interpreti già in campo nell’incontro d’andata. Erano infatti arrivati Mirko Bruccini dal Cosenza, Matteo Di Gennaro dal Livorno, Francesco Giorno dal Monopoli, Mattia Mustacchio dal Crotone, Simone Sini dall’Ascoli e Francesco Stanco dall’Imolese. Nel bilancio delle sfide passate tra le due squadre, valevoli per il campionato, sono gli azzurri a essere in vantaggio con 23 vittorie, 15 pareggi e 12 sconfitte.

Mister Moreno Longo, subentrato ad Angelo Gregucci dopo il ko contro i lariani, schiera generalmente i suoi con il 3-5-2 ma ultimamente ha sfruttato anche il 3-4-3. Tra i pali ci sarà Matteo Pisseri, mentre la difesa a tre sarà composta da Matteo Di Gennaro, Giuseppe Prestia più uno tra Alessandro Macchioni e Gabriele Bellodi. In mezzo al campo sugli esterni scontata la presenza di Raffaele Celia a sinistra e di Luca Parodi sulla destra, con la coppia centrale formata da Federico Casarini e da Mirko Bruccini. In caso di centrocampo a cinque il quinto elemento dovrebbe essere Mattia Mustacchio, altrimenti quest’ultimo farà compagnia in attacco al probabile tandem composto da Andrea Arrighini (9 reti) e da Umberto Eusepi (migliore dei suoi con 11 gol), anche se non è da escludere l’impiego dal primo minuto di Simone Corazza (6 gol).

como-alessandria
Mattia Mustacchio verrà impiegato nel tridente in Como-Alessandria?

Giacomo Gattuso: “Cercare di vincere se possibile senza perdere gli equilibri”

Consueta conferenza pre-partita oggi pomeriggio quella per l’allenatore lariano. “E’ innegabile che ci sia tensione ed emozione, ma dovremo cercare di arrivare all’appuntamento non troppo tesi – ha dichiarato Jack Gattuso -. Dietro a questa gara c’è un anno di lavoro e di grandi sacrifici. Siamo consapevoli che possiamo entrare nella storia del Como e quindi c’è tanta voglia di far bene. Sarà molto importante gestire l’aspetto emotivo, quelli tecnico-tattici invece li stiamo già preparando. Molti dei nostri giocatori non si sono mai trovati in una situazione del genere, credo che sarà la partita della loro vita ma ciò potrà dargli energie e forze. Sappiamo che sarà una gara complicata, ma siamo pronti e non vediamo l’ora di scendere in campo”.

L’Alessandria è composta da giocatori di categoria superiore, di esperienza che sanno interpretare nel modo corretto i vari momenti del match, quando fare possesso oppure verticalizzare – ha poi continuato il mister azzurro -. A dicembre, quando mi hanno assegnato l’incarico, mai mi sarei immaginato di potermi giocare la B alla penultima di campionato. Vincere o cercare di non perdere? Si potrà perseguire entrambe le cose: ci saranno momenti della gara in cui dovremo capire cosa dover fare. Se ci sarà la possibilità di vincerla bisognerà farlo, facendo però attenzione agli equilibri, perché davanti hanno giocatori molto forti. Ma se non ci dovessimo riuscire, avremo a disposizione poi un altro turno“. Nessun indisponibile da segnalare rispetto a quelli delle ultime giornate. Qualche problemino a Manuel Cicconi, tuttavia è stato recuperato e sarà regolarmente a disposizione.

Moreno Longo: “Convinzione e autostima per una grande prestazione”

Aver già disputato le partite precedenti come se fossero finali non sarà un vantaggio – le parole di Moreno Longo -. L’unica formazione avvantaggiata sarà il Como, avendo un punto in più in classifica, per il resto le chiacchiere stanno a zero. Siamo dietro e dovremo vincere. Sarà importante approcciare il match nel modo giusto, con la convinzione giusta e con l’autostima necessaria per fare una prestazione di grande livello, con personalità e coraggio. Non dovremo farci attanagliare dalla pressione e dall’ansia. La testa dovrà essere il più sgombra possibile per esprimere il proprio potenziale. Ci vorrà quindi anche un certo equilibrio a livello motivazionale. La squadra sta bene e arriva all’appuntamento in salute, tolto Sini si stanno allenando tutti”.

Nessun squalificato da registrare da entrambe le parti. Arbitrerà Como-Alessandria il signor Gianpiero Miele di Nola, coadiuvato dagli assistenti Dario Garzelli di Livorno e Paolo Laudato di Taranto. Il quarto uomo sarà Marco D’Ascanio di Ancona. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 15.00 di domenica allo stadio Giuseppe Sinigaglia di Como. La gara è valevole per la trentasettesima  giornata del girone A di serie C.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento