Como 1907 guarisce dalla “pareggite”, è remuntada con la Giana

como 1907

L’ultima della classe passa in vantaggio con Perna, ma Iovine e Miracoli ribaltano l’esito del match a favore del Como 1907. Finalmente panchina decisiva.

Ci eravamo permessi di dirlo in settimana. Va bene la mancanza di quel pizzico di cattiveria, va bene le palle inattive che ancora stentano a dare i loro frutti. Ma forse alla squadra azzurra mancava ancora un apporto decisivo da parte di chi, nel corso della gara, subentrava agli uomini partiti titolari. Questa sera possiamo dire che i cambi sono stati decisivi, con Lorenzo Peli a vestire gli abiti dell’assist-man e con Luca Miracoli alla sua prima rete in gare ufficiali con la maglia del Como 1907. Così la Giana Erminio del nuovo capitolo a firma Cesare Albé (un’esperienza ultra ventennale a capo della prima squadra di Gorgonzola), deve incassare la sesta sconfitta stagionale nel girone A di serie C.

La coreografia della curva azzurra con l’effige di Gigi Meronni

Gli azzurri approcciano subito la partita cercando di imporre il proprio gioco fatto di uno massimo due tocchi e con H’Maidat che inizia a farsi notare per i suoi precisi cambi di campo. La prima vera occasione per i padroni di casa capita al 12′, con la conclusione alta effettuata da Bellemo a centro area sugli sviluppi del secondo corner del match. Due minuti più tardi è Gabrielloni a fare lo stesso, ben imbeccato da Iovine dalla destra dopo l’apertura effettuata da metà da parte di Toninelli. Poco convinto il tiro del belga-marocchino al 21′ da fuori area che termina sul fondo, mentre la Giana alla prima occasione trova la via del gol con Pirola pescato in area da Remedi ma il direttore di gara aveva già fermato tutto per un fallo in attacco. Qualche secondo dopo incrocio esterno della porta difesa da Marenco centrato dal colpo di testa di Ganz su invito di un Iovine sempre più a tutto campo, poi l’attaccante n°9 reclama una trattenuta di Gambaretti ai suoi danni in area al 41′. L’ultima chance della prima frazione di gioco tra Como 1907 e Giana Erminio, in occasione di un calcio da fermo dalla destra di H’Maidat, è una deviazione aerea di Ganz indirizzata sul secondo palo che termina sul fondo ma viziata da posizione di off-side.

La ripresa si apre con il clamoroso gol sbagliato da Ganz che calcia alto solo davanti a Montesano dopo un cross operato da Iovine, ma altrettanto grave è l’errore il minuto successivo da parte di Perna sul traversone effettuato dalla sinistra da Capano. Al 51′ Toninelli ci prova da lontano con Marenco che non trattiene, così come fa il collega n°1 dalla parte opposta al 56′ sul tiro di Piccoli, mentre nel mezzo era stato Gabrielloni a vanificare una ghiotta occasione con il colpo di testa in bocca a Marenco. Al 58′ la formazione di Cesare Albé passa in vantaggio: punizione dalla trequarti di Remedi che trova la deviazione fortunosa di Perna che spiazza Facchin. Nel frattempo  mister Banchini prova a dare la scossa ai suoi con alcuni cambi, tra i quali Peli che si va a posizionare sull’out di destra. Sventato da da parte di Marenco un colpo di testa di Miracoli, è proprio il prodotto delle giovanili dell’Atalanta a servire Iovine che irrompe sul secondo palo per firmare il gol dell’1-1. Classe 2000 che si ripete al 77′, ma ancora una volta Miracoli di testa non centra lo specchio della porta. Sfida che si decide poco prima del 90′, quando dopo un’uscita un po’ avventata di Marenco è Miracoli a ritrovarsi la sfera sul proprio sinistro e a porta vuota siglare il 2-1.

Annuncio Pubblicitario

Il Como 1907 torna quindi a conquistare il bottino pieno a distanza di sei giornate, tre punti oltremodo importanti anche in virtù della prossima impegnativa trasferta sul campo dell’Alessandria.

Lorenzo Peli e Luca Miracoli decisivi

COMO 1907 – GIANA ERMINIO 2-1  Marcatori: al 58′ Perna (GI), al  66′ Iovine (CO), all’88’ Miracoli

COMO 1907 (3-5-2): Facchin 5.5, Sbardella 6 (dal 57′ Loreto 6), Toninelli 6.5, Bovolon 6.5, De Nuzzo 6 (dal 57′ Peli 6.5), Marano 5.5, Bellemo 6.5, H’Maidat 7 (dal 63′ Gatto 6), Iovine  7.5 (dal 76′ Bianconi sv), Gabrielloni 5, Ganz 6 (dal 57′ Miracoli 7). A disp.: Zanotti, Celeghin, Bolchini, Soldi, Raggio Garibaldi, Kouadio. All.: Banchini 6.5.

GIANA ERMINIO (4-3-1-2): Marenco 6, Gambaretti 6 (dal 92′ Cortesi sv), Montesano 6.5, Pirola 6, Otelé 5.5 (dal 75′ Cazzago sv), Capano 6.5, Piccoli 6, Remedi 6.5, Perna 6, Gioé 6.5 (dal 68′ Pedrini 5.5), Mutton 5.5. A disp.: Leoni, Tota, Perico, M’Zoughi, Duguet, Stanzione, Serafini, Fumagalli. All: Albè 6.

Arbitro: Sig. Francesco Luciani di Roma 1 5.5

NOTE – Ammoniti: Sbardella (CO), H’Maidat (CO), Piccoli (GI), Marano (CO).Corner 4-0. Minuti di recupero 1′ e 5′.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento