Cittadella al tappeto, Arrigoni-Mancuso nel 2-0 natalizio ai veneti

cittadella
[ethereumads]

Secondo successo consecutivo per il Como 1907, che esce dalla zona calda della classifica battendo un sempre più in crisi Cittadella.

Trascorrere il periodo natalizio senza la necessità di elargire regali agli altri. E’ quello che chiedevano i tifosi azzurri alla propria squadra, impegnata a Santo Stefano contro il Cittadella in occasione del diciannovesimo turno di serie B 2022/23, l’ultimo del girone d’andata. Solidità difensiva e concretezza offensiva, gli ingredienti necessari a un Como 1907 capace di dilapidare più volte il bottino pieno in questa prima metà stagionale (come contro Cagliari, Pisa, Spal, Bari e Ascoli).

Ed effettivamente è stata una formazione di casa convincente in entrambe le metà campo quella vista quest’oggi. Sbloccata la contesa in avvio con un tiro da fuori di Arrigoni, i lariani hanno successivamente abbassato un po’ il loro baricentro fino all’intervallo, senza tuttavia rischiare nulla. Anche nella ripresa Ghidotti è rimasto praticamente inoperoso, ben protetto dai suoi compagni di squadra. Poi il 2-0 confezionato a seguito di una bella azione corale, con protagonisti Ioannou, Cutrone, Vignali (il migliore in campo) e l’autore del gol Mancuso, con quest’ultimo che conferma così il suo momento positivo.

Per centrare finalmente la seconda vittoria consecutiva, Moreno Longo ha deciso di ripartire con il medesimo assetto visto in quel di Terni. Un 3-4-1-2 cambiato soltanto in un paio di interpreti, con Vignali e Cerri a ritrovare la maglia da titolare a discapito rispettivamente di Faragò e Gabrielloni. Undici iniziale praticamente obbligato quello invece per Edoardo Gorini, che rispetto alle previsioni della vigilia opta unicamente per confermare Carriero in mezzo, con Vita invece ad accomodarsi in panchina.

La panchina

Ottimo l’approccio da parte dei padroni di casa, che fin primi istanti provano a costruire in fase offensiva con il duo Cerri-Blanco, ma Pavan è bravo a leggerne le intenzioni. Vantaggio dei lariani che tuttavia si materializzerà al 4′: rimessa laterale di Vignali per Cerri, sponda di quest’ultimo per la conclusione da fuori area di Arrigoni che varcherà la linea di porta dopo aver sbattuto sulla traversa. Como 1907 che proverà a mettere in difficoltà la retroguardia ospite con dei lanci da dietro, ma su uno operato da Binks sarà Blanco a non approfittarne con un mancino debole.

Provvidenziale invece al 16′ l’intervento di testa di Vignali sul tiro di Antonucci, servito da fondo campo da Carriero. Sugli sviluppi del corner seguente tentativo alto da fuori area di Visentin, mentre bravo Frare al 27′ in scivolata a fermare Cutrone su una palla filtrante servita da Cerri. Rischio per i comaschi al 37′ su una palla a tagliare dalla destra di Carriero, di Embalo l’imprecisa deviazione che metterà al tempo stesso fuori causa Asencio. Tre minuti più tardi Embalo ci riproverà con una mezza rovesciata che terminerà sul fondo sul traversone effettuato dalla sinistra da Donnarumma. Como 1907 e Cittadella che dunque vanno al riposo sul punteggio di 1-0.

Lo striscione dedicato a Livio Prada da parte dei Pesi Massimi

Como 1907 che proverà a essere pungente anche in avvio di ripresa, grazie ai suoi difensori centrali. E’ infatti il 48′ quando Binks impegna Kastrati sugli sviluppi di un corner, mentre in quello successivo colpo di testa di Odenthal che si infrangerà sul palo. Al 52′ Donnarumma rientra e calcia malamente con il destro sul fondo, poi azione insistita di Carriero che si concluderà con una conclusione ampiamente alta. Longo decide di passare al 3-5-2 buttando nella mischia Da Riva e Mancuso, fuori Blanco e Cerri.

Altissimo il tiro dalla trequarti di Pavan al 64′, qualche secondo prima di un problema fisico per il signor Guida di Torre Annunziata, che lascerà il fischietto a Gariglio di Pinerolo, fino a uel momento quarto uomo. Locali che troveranno il raddoppio al 72′: apertura di Cutrone per Vignali, suggerimento verticale di quest’ultimo per Mancuso che con il destro indirizzato sul primo palo castigherà l’estremo difensore avversario una seconda volta. Sarà la rete che stenderà definitivamente i veneti, incapaci di imbastire una vera e nuova reazione a differenza di quanto avvenuto precedentemente.

Finale che dunque scorrerà via senza sussulti (vani i tiri dalla distanza di Mazzocco e Beretta)e con una girandola di cambi che rivedrà finalmente sul rettangolo di gioco anche Fàbregas. Trascorsi sette minuti di recupero, arriva il triplice fischio che decreterà la seconda vittoria consecutiva (prima in questo 2022/23) degli azzurri. Como 1907 che finalmente esce fuori dalla zona calda della graduatoria, agguantando il Benevento in quattordicesima piazza a quota 22 punti. Sempre ppiù giù invece il Cittadella, ora penultimo e al quarto ko consecutivo senza per giunta segnare.Dopo la sosta in calendario l’ostica trasferta in Sardegna contro il Cagliari di Ranieri.

COMO 1907 – CITTADELLA  2-0  Marcatori: Arrigoni (CO) al 4′, Mancuso (CO) al 72′

COMO 1907 (3-4-1-2): Ghidotti 6; Binks 7, Scaglia 7, Odenthal 7; Ioannou 6,5, Bellemo 6, Arrigoni 7 (dall’86’ Faragò sv), Vignali 7,5 (dall’86’ Fàbregas sv); Blanco 5,5 (dal 57′ Da Riva 6,5); Cerri 6,5 (dal 57′ Mancuso 7), Cutrone 6 (dall’81’ Gabrielloni sv). A disp.: Vigorito, Cagnano, Parigini, Celeghin, Ba, Delli Carri, Ambrosino. All.: Longo 7.

CITTADELLA (4-3-1-2): Kastrati 5,5; Donnarumma 6, Visentin 5,5, Frare 6, Cassandro 5 (dall’86’ Mattioli sv); Branca 5 (dal’86’ Mastrantonio sv), Pavan 5,5 (dal 78′ Lores Varela 6), Carriero 6 (dal 61′ Mazzocco 6); Antonucci 5,5; Asencio 5, Embalo 5 (dal 61′ Beretta 5,5). A disp.: Manfrin, Maniero, Felicioli, Del Fabro, Vita, Ciriello. All.: Gorini 5,5.

Arbitro: Sig. Guida di Torre Annunziata 6 e Sig. Gariglio di Pinerolo 6

NOTE – Ammoniti: Visentin (CI), Ghidotti (CO), Mattioli (CI). Corner 4-8. Minuti di recupero 0′ e 7′. Spettatoti totali 4671 di cui 2360 abbonati e 128 ospiti.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento