Calciomercato Como, sessione più frizzante del recente passato?

calciomercato como
[ethereumads]

A poche ore dal via della finestra invernale, monta la curiosità per capire come sarà il calciomercato del Como. Attesi innesti un po’ ovunque.

Messo alle spalle il countdown relativo all’ingresso nel nuovo anno, ora invece è partito quello inerente al calciomercato. Si perché dalla giornata di domani fino a martedì 31 gennaio compreso, per le società ci sarà modo di perfezionare movimenti sia in entrata che in uscita che determineranno così alcuni cambiamenti all’interno dei propri organici. In arrivo dunque quattro settimane scoppiettanti e non soltanto alle nostre latitudini, poiché anche in altri svariati campionati europei vi sarà modo di acquistare o vendere giocatori nel medesimo intervallo o quasi.

Un momento dunque importante per moltissime realtà e fra queste non fa sicuramente eccezione il Como 1907. Sportivamente parlando, infatti, questo è sicuramente il periodo più delicato da quanto si è insediata la gestione anglo-indonesiana. Dopo un primo anno di rodaggio, un secondo con la promozione in B e un terzo con una salvezza in largo anticipo, l’intero ambiente azzurro si aspettava qualcosa in più da questo 2022/23. La barca sta venendo raddrizzata di settimana in settimana, tuttavia per dormire sonni tranquilli converrà finalizzare qualche affare.

Sebbene quella invernale non sia notoriamente una sessione da trattative strabilianti. A volte nemmeno a livello numerico. In tal senso basta ripercorrere le scelte operate dal duo Ludi-Wise nel precedente triennio, ovvero da quando sono sbarcati sul Lario. Nel 2022, ad esempio, i volti nuovi furono tre: Blanco, Ciciretti e Nardi. Più corposo invece l’elenco degli addii, con Allievi, Crescenzi, H’Maidat, Luvumbo e Toninelli.

Avarissimo invece fu il calciomercato del Como nel 2020 (a ridosso però dello scoppiare della crisi sanitaria), quando arrivarono soltanto Cicconi e Lanini, mentre salutò Miracoli. Decisamente più movimentato invece il 2021, una rosa integrata dai sei elementi: Allievi, Castillion, Daniels, Germoni, Koffi e Peli, sebbene a vedere il campo furono pochi di questi. Equivalente il numero di uscite, costituito da Agyakwa, Ferrazzo, Foulds, Magrini, McNulty e Sbardella.

E il 2023 come sarà? Ce lo aspettiamo sulla falsariga di quest’ultimo mercato. Se non superiore, come già ipotizzato in un nostro articolo precedente. Bisognerà necessariamente ragionare anche sugli slot occupati dai cosiddetti “Over”, ossia quegli atleti nati non più tardi del 31 dicembre 1998. Il club lariano ne dispone in tutto di 21 (escludendo H’Maidat, ancora sotto contratto) e in lista ne possono essere inseriti al massimo 18.

calciomercato como
Giuseppe Ambrosino, il talento del Napoli rischia di rientrare alla base

Da questo conteggio vanno però esclusi i lungodegenti Gatto e Solini, inoltre altri due elementi fra Arrigoni, Bellemo, Gabrielloni, Iovine e Zanotti possono rientrare fra i “giocatori bandiera” (calciatori che militano nella società in questione da almeno quattro anni), facendo scendere così a 17 il numero di “Over” presenti nella lista.

In attesa di capire quali saranno le scelte in questo calciomercato del Como, i ragazzi di Moreno Longo sono oramai prossimi a riprendere a lavorare. Sta infatti per essere messa in archivio la pausa natalizia concordata fra Aic e Lega Serie B di otto giorni consecutivi fino al 3 gennaio. Allenamenti dunque alle porte per gli azzurri, prima di sostenere un’amichevole nel prossimo week-end. Ignota per ora l’avversaria, se ne saprà probabilmente di più nella giornata di domani.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento