Calcio Como, la nuova proprietà s..copre le carte in Comune

calcio como

Chi si attendeva novità rilevanti dalla conferenza odierna del Calcio Como a Palazzo Cernezzi, è rimasto deluso. Dennis Wise, ex capitano del Chelsea, consulente esterno. Verrà lanciata la Como Tv.

Non è stata foriera di grandi notizie la presentazione ufficiale dei nuovi padroni del Como 1907, tenutasi quest’oggi nella sala consiliare del municipio in via Vittorio Emanuele II. Avvenuta un mese e qualche giorno dopo il passaggio di consegne, sia la Sent Entertainment Ltd per voce del suo direttore Mirwan Suwarso, sia il Calcio Como attraverso il suo Ceo Michael Gandler e sia il sindaco Mario Landriscina in rappresentanza del Comune, non si sono voluti sbottonare circa il cammino che potrebbero percorrere insieme. Tra gli altri presenti c’erano l’Assessore allo Sport e al Tempo Libero Marco Galli, l’ex presidente Massimo Nicastro e un po’ a sorpresa mister Marco Banchini (a proposito, sembrerebbe molto vicina una sua riconferma, quasi da escludere invece quella di Ninni Corda).

calcio como
Coloro che sono intervenuti nella conferenza stampa

“Lasciamo tutto nelle mani di un gruppo eccezionale – sottolinea Nicastro, il primo a esordire – sono contento di aver contribuito in questi due anni alla crescita della squadra. Sono convinto che chi è subentrato potrà dare grandi soddisfazioni a tifosi e città”. L’ex n°1 del club rimarrà come persona di fiducia, per Gandler è infatti importante avere continuità anche in ambito societario.

Trasmesso un breve filmato, è stato proprio il Ceo a prendere la parola. “Abbiamo atteso fino a oggi per presentarci per non disturbare i ragazzi nel raggiungimento dell’obiettivo sportivo. E’ fondamentale pianificare il futuro conoscendo il passato. Lo stadio è stupendo, è il cuore della nostra società e il settore giovanile deve essere importante. Non c’è prima squadra senza quest’ultimo. Ma vogliamo avere un piano strategico e svilupparlo senza fretta. Pensare solo ai risultati è sbagliato e certamente non darebbe una visione di lungo termine. La bellezza della città è indiscutibile, un simbolo italiano, farà da traino per sviluppare i nostri social media”.

Annuncio Pubblicitario

Ottenuta la promozione in serie C, Michael Gandler conferma che ora il focus è rivolto principalmente alle strutture sportive. “Nell’asta per Orsenigo ci siamo piazzati secondi, a quelle cifre era improponibile finalizzare l’acquisto ed è stato necessario cercare altrove, ma quando capiremo chi sarà il proprietario proveremo a parlarne insieme”, ha proseguito senza rivelare alternative alle domande della stampa. Quello che è sicuro, è che una buona fetta del prossimo budget sarà destinato a centro sportivo e stadio. “Avremo un buonissimo budget per la nuova categoria, non spropositato, ma che sicuramente proveremo a gestire in maniera intelligente. E comunque, prima di spendere vogliamo investire, sono due concetti diversi fra loro” ha sottolineato Gandler, prima di riservare alcune considerazioni su giocatori e allenatore. “Siamo contenti di tutti ma dobbiamo discuterne insieme, bisogna vedere se anche loro lo sano altrettanto di noi. Banchini? Sicuramente 89 punti rappresentano un dato molto importante”.

Ancora ignoto il nome del presidente, una questione giudicata al momento non prioritaria. Sent che però sta già lavorando per rafforzare la struttura societaria, inserendo due nuove persone nel proprio ufficio e affidandosi a Dennis Wise, ex capitano del Chelsea negli anni ’90, come consulente esterno. Il suo ruolo sarà quello di dare un occhio alle performance dei giocatori azzurri ma anche di scoutizzarne alcuni provenienti dall’estero.

Per bocca invece di Mirwan Suwarso, Direttore della Sent Entertainment Ltd, si è scoperto un progetto che prenderà corpo prossimamente, quella della Como Tv. “Racconterà la quotidianità del club, la sua storia e tanto altro. Sarà visibile in internet, in maniera tale da poter raggiungere chiunque. Negli ultimi anni il ruolo dei media è cambiato molto, vogliamo vendere contenuti su piattaforme come Netflix e Amazon, la città e la squadra saranno mezzi molto importanti per raggiungere questo scopo. Abbiamo sede a Londra, cercavamo qualche club europeo per poter creare qualcosa di importante. Eccoci qua”.

Colui che ha apprezzato molto l’approccio dei nuovi vertici del Calcio Como, è stato sicuramente Mario Landriscina: “E’ uno stile che mi piace parecchio, fatto di molta concretezza e pacatezza. Creare subito attese, vorrebbe dire andare poi incontro a cocenti delusioni. Certamente il Comune farà la propria parte per difendere la storia di questa società e la città ha voglia di investire nell’area di uno stadio che va ristrutturato, abbiamo già qualche idea ma prima dovremo parlarne con loro. Le basi per svilupparle ci sono, ma voglio essere cauto e ponderare un nostro eventuale piano economico”.

calcio como
Da sinistra verso destra Mirwan Suwarso, Marco Banchini, Massimo Nicastro e Michael Gandler

Infine, potrebbe essere cambiato il logo societario del Calcio Como, ricercandone uno più moderno. A tal proposito verrà lanciato probabilmente nella giornata di sabato un sondaggio tra i tifosi, per chiederne un parere.

 Il breve video trasmesso oggi

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento