Bassano-Como, cinque anni fa la promozione in B dei lariani

bassano-como

Era il 14 giugno 2015 quando sotto la pioggia si disputò Bassano-Como, ritorno della finale play-off di C che permise agli azzurri di tornare nei cadetti.

Una data certamente storica per i tifosi lariani, intrisa abbondantemente d’acqua ma impressa nella mente e nei cuori di ognuno di loro. Cade oggi il quinto anniversario della settima promozione in serie B conquistata dal Como nella sua storia. Che si materializzò allo Stadio Rino Mercante di Bassano del Grappa, che vide un massiccio seguito da parte dei propri supporters dopo che la sfida d’andata fece registrare un 2-0 a favore degli azzurri (gol di Le Noci e Ganz) e un Sinigaglia stipato in ogni ordine di posto (con oltre 6000 spettatori).

bassano-como
Simoneandrea Ganz,autore di 15 gol nella C 2014/15

Quel Bassano-Como non fu una partita spettacolare sul rettangolo di gioco, ma poco importa per la fede comasca. Gli uomini di mister Sabatini riuscirono a difendere senza particolari problemi il risultato ottenuto sette giorni prima, impattando a reti bianche su un terreno reso alquanto pesante dall’insistente pioggia. Al termine di quella doppia sfida, la società dell’allora presidente Pietro Porro ritrovò la cadetteria a distanza di undici anni dall’ultima volta.

Un traguardo in parte inaspettato per come si sviluppò l’annata. In quel 2014/15, caratterizzato da diversi alti e bassi e dal quarto posto nella stagione regolare, ci fu l’avvicendamento in panchina tra Giovanni Colella e Carlo Sabatini dopo venti giornate, mentre la qualificazione ai play-off venne ottenuta quasi in extremis dopo alcune chance sprecate, con la vittoria di misura al Moccagatta alla terzultima giornata che risultò decisiva.

Annuncio Pubblicitario

La squadra azzurra arrivò però in piena fiducia all’appuntamento con gli spareggi promozione e in strepitosa forma fisica, due elementi che furono determinanti. Il primo avversario a farne le spese fu il favoritissimo Benevento, sconfitto a domicilio 2-1 nella gara secca disputata in Campania. Successivamente toccò al Matera, che fermò sia all’andata che al ritorno i lariani sul punteggio di 1-1, ma fatali risultarono i penalty. Fino all’ultimo capitolo contro il Bassano di cui vi abbiamo già parlato, con protagonisti due degli attuali atleti del Como 1907: Simoneandrea Ganz da una parte, Dario Toninelli dall’altra.

Bassano-Como che fu l’apice della gestione Porro, che riuscì quindi a centrare con puntualità la meta inizialmente prefissata: la B in tre anni. Lo stesso arco temporale che si è prefissata la nuova proprietà con Michael Gandler come Ceo, con il focus che tuttavia sembrerebbe più indirizzato sulla ristrutturazione dello Stadio Sinigaglia. Riguardo a ciò, dopo lo scivolone comunicativo dei giorni scorsi con la volontà di procedere con il terreno sintetico e con lo store di cui l’Amministrazione cittadina ne ha approfittato per palesare alcune perplessità, il club ha prontamente messo una pezza presentando la collaborazione con la JLL, società leader a livello mondiale nei servizi immobiliari. L’obiettivo è quello di avere l’impianto ristrutturato nel 2025. Realismo o più semplicemente ottimismo per come negli ultimi decenni si stanno sviluppando i progetti nel capoluogo lariano?

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento