Armando Picchi espugnato, 1-2 e il sogno Como prosegue

armando picchi

I lariani riescono a passare all’Armando Picchi contro il Livorno. Rete di Dubickas ribaltata da quelle di Gatto e Gabrielloni nella ripresa.

A tre turni dal termine del girone A di serie C, due storiche piazze nemiche come Livorno e Como si ritrovano di fronte in quella che è una sfida che può mandare nell’oblio una delle due. Perdere oggi vorrebbe dire per una delle due compromettere definitivamente o quasi il proprio obiettivo. Allo Stadio Armando Picchi, dunque, non sono ammessi assolutamente errori.

Giacomo Gattuso ritrova il tandem d’attacco Gabrielloni-Rosseti dopo la giornata di squalifica e decide di ritornare al 4-4-2 con Solini a prendere il posto di Bertoncini rispetto al match di Olbia. Marco Amelia, invece, opta per un conservativo 3-5-2 con la novità Di Giovanni sull’out di destra, mentre il resto dell’undici è quello ampiamente atteso.

E dopo la sconfitta odierna, ad andare all’inferno sono i toscani, a un punto dalla matematica retrocessione. Eppure erano stati proprio gli amaranto a portarsi in vantaggio, grazie a un erroraccio della difesa avversaria. Ma il Como nonostante tutto è stato in grado di ribaltare la rete di Edgaras Dubickas, portandosi a casa il meritato bottino pieno. Reti lariane partite entrambe dalla destra dai cross di Giovanni Terrani, con Massimiliano Gatto e Alessandro Gabrielloni a battere a turno il classe 2002 Filippo Neri.

La partita

I lariani approcciano l’incontro con l’intendo di tenere in mano il pallino del gioco. La prima occasione da segnalare è al 3′, con Gatto a intercettare un passaggio di Di Giovanni e a concludere con un diagonale di mancino sul fondo. Quattro minuti più tardi azione incriminata con azzurri potenzialmente danneggiati: Gabrielloni duetta con Rosseti, quest’ultimo viene steso in area da rigore da Blondett e il direttore di gara indica il dischetto. Tuttavia, ci pensa uno dei suoi assistenti a vanificare la decisione segnalando il fuorigioco della punta n° 17. Al 16′ scivolata provvidenziale di Sosa sempre sull’ex Ascoli, mentre dieci minuti dopo i locali reclamano per una presunta spinta ai danni di Blondett sugli sviluppi di un angolo. Al 31′ si rifà vivo il Como in attacco, tiro a giro dal limite di Gatto con Neri che si fa trovare pronto, sulla ribattuta Gabrielloni commette fallo su Mazzarani (che uscirà poi infortunato) e viene ammonito. A pochi secondi dal 45′, gli ospiti commettono la frittata: rimessa laterale di Di Giovanni, i centrali difensivi comaschi vanno a vuoto e sul tocco di Parisi per Dubickas, quest’ultimo trafigge Facchin con il piattone sul secondo palo.

armando picchi
Le due squadre prima del calcio d’avvio all’Armando Picchi

Nonostante la doccia fredda subita a ridosso dell’intervallo, gli uomini di Gattuso sono bravi rimediare subito a inizio ripresa. E’ infatti il 49′ quando Terrani dalla destra effettua un cross rasoterra verso il centro dell’area, dove irrompe Gatto che con il piattone giustizia l’estremo difensore di casa. Dieci minuti dopo altra incertezza nella propria metà campo del Como, rinvio corto effettuato da Bellemo ma Bussaglia non ne approfitta calciando malamente sul fondo. Al 63′ arriva invece l’azione della svolta, partita sempre dai piedi di Terrani: Neri in uscita bassa la tocca con le dita, Gabrielloni ne approfitta per saltarlo e successivamente depositare la palla in rete. Due minuti dopo Facchin salva su Braken pizzicato però in posizione di offside, mentre il colpo di testa di Dubickas su cross di Parisi al 72′ termina docilmente nelle mani del portiere ospite. Qualche secondo dopo contropiede condotto da Gatto che punta Sosa, classico tiro sul secondo palo ma il difensore n°5 devia in angolo. Al 77′ invece il capocannoniere azzurro serve all’indietro Bellemo, conclusione del centrocampista che termina alta. All’81’ Parisi ci prova dalla distanza ma il tentativo è fuori dallo specchio della porta, poi brividi finali in pieno recupero. Due corner consecutivi per gli amaranto, con Dubickas fermato all’ultimo dalla difesa lariana e colpo di testa di Parisi che termina sul fondo.

Il Como esce così dall’Armando Picchi con tre punti fondamentali, ristabilendo il +4 in attesa dell’incontro delle 20:30 tra Alessandria e Pergolettese. Domenica prossima invece in programma lo scontro pressoché decisivo per la conquista della B tra azzurri e grigi.

LIVORNO CALCIO –  COMO 1907 1-2  Marcatori: Dubickas (LI) al 45′, Gatto (CO) al 49′, Gabrielloni (CO) al 63′

LIVORNO (3-5-2): Neri 5,5; Gemignani 6 (dall’86’ Canessa sv), Blondett 5,5, Sosa 6: Parisi 6, Mazzarani 6 (dal 42′ Haoudi 6,5), Castellano 5,5; Bussaglia 5 (dall’86’ Bobb sv), Di Giovanni 5 (dal 62′ Evan’s 6); Dubickas 7, Braken 5,5. A disp.: Stancampiano, Paci, Deverlan, Buglio, Bobb, Bueno, Canessa, Caia, Pallecchi. All.: Amelia 5,5.

COMO 1907 (4-4-2): Facchin 6; Iovine 6, Solini 6, Crescenzi 5,5, Bovolon 6,5: Gatto 7 (dall’86’ Cicconi sv), Bellemo 6, Arrigoni 6, Terrani 7 (dal 74′ Daniels 6); Gabrielloni 7 (dall’86’ Walker sv), Rosseti 5,5 (dal 74′ Ferrari 6). A disp.: Bolchini, Dkidak, Bertoncini, Celeghin, Cicconi, De Nuzzo, H’Maidat, Koffi, Castillion. All.: Gattuso 6,5.

Arbitro: Sig. Rutella di Enna 6.

NOTE –  Ammoniti: Di Giovanni (LI), Bussaglia (LI), Gabrielloni (CO), Rosseti (CO), Gemignani (LI), Terrani (CO), Daniels (CO). Ammonito il vice allenatore del Como Guidetti.  Corner 4-8. Minuti di recupero 2′ e 5′. Osservati un minuto di recupero in memoria di Piermario Morosini e Bruno Graziani.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

One thought on “Armando Picchi espugnato, 1-2 e il sogno Como prosegue

Lascia un commento