Andrés Tello lascia in dieci i suoi, Como 0-0 con poco coraggio

andrés tello
[ethereumads]

Azzurri che alimentano la striscia positiva anche al Vigorito di Benevento, non capitalizzando però il rosso di Andrés Tello a inizio ripresa.

Allontanare in maniera pressoché definitiva lo spettro della zona retrocessione e perché no, sognare l’approdo in quella play-off qualora il trend proseguisse anche nelle prossime sfide. Un Como 1907 ricco di positività e speranza quello che si è recato quest’oggi al Ciro Vigorito di Benevento per affrontare la compagine locale in occasione della ventinovesima giornata di B 2022/23. Merito di sette punti ottenuti nelle ultime tre uscite e un’imbattibilità esterna che dura dal ko di Cagliari.

Pochi i cambiamenti apportati da Moreno Longo per questa trasferta, che ha cambiato in toto il tandem d’attacco con Cerri e Mancuso a formare il tandem d’attacco titolare. Ha ripreso inoltre il suo posto sulla corsia di destra Vignali a discapito di Pierozzi. Ancor meno ha modificato Roberto Stellone nel suo undici iniziale rispetto al pareggio di Terni, con Schiattarella al posto di Viviani in mezzo al campo.

Decisioni, quelle dall’allenatore ospite (che ha optato per un modulo estremamente duttile), che si sono rivelate fruttuose. Una buona Strega quella vista in questo pomeriggio fra le mura amiche, capace di reggere l’urto con l’avversaria nonostante un tempo giocato con l’uomo in meno. Se il bicchiere sannita è dunque mezzo pieno, sicuramente quantomeno mezzo vuoto quello lariano. Dopo una prima frazione giocata in maniera accorta senza comunque rischiare più di tanto, gli azzurri non sono riusciti a cambiare passo a seguito della seconda ammonizione comminata ad Andrés Tello. Davvero rari i palloni giocabili arrivati nei piedi delle punte ospiti, la sensazione è che si poteva fare decisamente meglio.

ciro vigorito
Luca Vignali ha riconquistato la maglia da titolare

La partita

Inizio con il brivido per gli ospiti, quando una impercettibile deviazione aerea di Improta al 6′ sulla palla a tagliare da sinistra di Andrés Tello si infrange sul palo. Archiviato lo spavento, gli azzurri provano a rispondere qualche minuto più tardi con una punizione indiretta provata da Cerri, sulla quale Manfredini si dimostra pronto con la ribattuta. Ne nasce il primo angolo del match per i lariani, tuttavia Vignali non riuscirà di testa a impensierire l’estremo difensore locale.

Padroni di casa che continuano a mantenere il pallino del gioco, andando al tiro però solamente dalla distanza e in una sola circostanza con Foulon su suggerimento di Acampora, Gomis blocca a terra. Pochi secondi dopo innocuo diagonale mancino di Mancuso su lancio di Cerri che si spegnerà sul fondo. Così come l’incornata di quest’ultimo al 27′ su un non facile traversone operata da Da Cunha dalla sinistra. Poi il nulla fino all’intervallo, nella quale bisognerà esclusivamente annotare un paio di cartellini gialli sventolati ai danni di Foulon e Tello. Benevento Calcio e Como 1907 dunque al riposo sul punteggio di 0-0 al Ciro Vigorito.

ciro vigorito
Benevento Calcio a centrocampo durante il minuto di silenzio

Episodio potenzialmente decisivo in avvio di ripresa, con Andrés Tello che viene sanzionato con il secondo giallo per un intervento in ritardo a gamba alta su Odenthal. Clima che inevitabilmente si surriscalda, facendone le spese anche l’allenatore dei sanniti per proteste. Lariani che provano subito ad approfittare della superiorità numerica, bravo Manfredini a rispondere con la mano aperta sinistra al tiro centrale di Cerri su invito di Mancuso.

Doppio cambio per Longo al 68′, che con l’ingresso di Gabrielloni e Chajia passa a un 4-4-2 con quest’ultimo e Da Cunha come esterni di metà a piedi invertiti. Modifiche all’assetto tattico che però faticano a portare i frutti sperati, di Gabrielloni un tiro dal limite completamente da dimenticare su invito del neo entrato Parigini. Così come la conclusione dalla trequarti di Da Riva all’85’. Centrale invece il destro di Chajia dopo essersi accentrato tre minuti più tardi. Ultimo tentativo da registrare in questo pomeriggio beneventano da parte di Da Riva al 95′, tuttavia il suo sinistro troverà la deviazione con il corpo di un proprio compagno che ne smorzerà gli effetti.

Un pareggio che nonostante tutto permette ai comaschi di agganciare in undicesima piazza a quota 36 punti l’Ascoli e la Ternana (che però giocherà domani contro il Genoa). Azzurri ora attesi sabato prossimo dal match al Sinigaglia contro un Parma fermato poco fa sul medesimo punteggio dal Sudtirol e lo farà senza capitan Alessandro Bellemo, costretto a saltarlo per squalifica.

BENEVENTO CALCIO – COMO 1907  0-0 

BENEVENTO (3-5-1-1): Manfredini 6,5; Tosca 6,5, Leverbe 7, Letizia 7,5; Foulon 6 (dal 95′ Jureskin sv), Acampora 6,5 (dall’88’ Kubica sv), Schiattarella 6,5 (Dal 66′ Viviani 6), Karic 6, Improta 6 (dall’88’ Pastina sv);Tello 5,5; La Gumina 5,5 (dal 66′ Simy). A disp.: Paleari, Lucatelli, Farias, Agnello, Carfora, Sanogo, Capellini. All.: Stellone 7.

COMO 1907 (3-5-2): Gomis 6; Binks 6 (dal 68′ Chajia 6), Scaglia 6,5, Odenthal 6,5; Ioannou 6, Arrigoni 6 (dal 55′ Da Riva 6), Bellemo 6,5, Da Cunha 5,5 (dal 78′ Parigini 6), Vignali 6; Mancuso 5,5 (dal 68′ Gabrielloni 5,5), Cerri 6 (dal 78′ Cutrone sv). A disp.: Vigorito, Cagnano, Fàbregas, Faragò, Canestrelli, Blanco, Pierozzi. All.: Longo 6.

Arbitro: Sig. Santoro di Messina 6.

NOTE – Ammoniti: Foulon (BE), Arrigoni (CO), Bellemo (CO), Schiattarella (BE), Gabrielloni (CO), Letizia (BE), Chajia (CO). Espulso al 47′ Tello per doppia ammonizione.  Espulso il mister del Benevento Stellone al 51′ per proteste. Corner 7-2. Minuti di recupero 3′ e 7′. Osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime del naufragio di Cutro.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

One thought on “Andrés Tello lascia in dieci i suoi, Como 0-0 con poco coraggio

  1. Como inguardabile come accaduto spesso in questo campionato. Ma contano i punti (dicono)….quindi va bene così.

Lascia un commento