Alessandro Gabrielloni doppietta da ariete, Gozzano ko 0-2

alessandro gabrielloni
il massimo della pizza banner

Sono due colpi di testa vincenti di Alessandro Gabrielloni a decidere la trasferta contro il Gozzano. Nel primo tempo Facchin para un rigore a Pozzebon.

Squadra che vince, non si cambia. Sette giorni dopo l’esordio vincente nel campionato di serie C 2019/20 contro la Pergolettese, mister Banchini ripropone allo stadio Silvio Piola di Vercelli contro il Gozzano la medesima formazione. Una scelta comprensibile, soprattutto in queste primissime partite stagionali, quando i vari automatismi ed equilibri devono essere ancora perfezionati. Stessa decisione anche per il collega Sassarini, nonostante nella prima giornata non sia arrivata l’intera posta in palio ma comunque una buona prova in trasferta sul campo dell’Alessandria (soprattutto nel primo tempo), con il pareggio di 2-2.

Il momento del lancio della monetina con i due capitani

Quarantacinque minuti iniziali equilibrati tra le due squadre, con gli ospiti che provano a rendersi pericolosi già al 3′. In questa circostanza, Marano soffia palla in area a Emiliano ma il suo tiro viene deviato e termina sull’esterno della rete. Provvidenziale capitan Toninelli al 6′, sul traversone in mezzo operato da Tomaselli dopo il cambio di gioco di Guitto. Ganz scalda i guantoni di Crespi quattro minuti più tardi, accentrandosi e calciando dal limite dell’area con Crespi che non trattiene e con la difesa locale ad anticipare in corner l’arrivo di Marano. I pericoli maggiori per i lariani arrivano dalla corsia di sinistra, è infatti ancora Tomaselli a mettere in mezzo un pallone interessante ma Concas manca l’impatto vincente anche grazie alla presenza di Bovolon. Gabrielloni impegna Crespi di testa sul bel invito di Iovine al 22′, ma in chiara posizione di off-side, pochi secondi prima che il signor Petrella conceda un breve time-out dissetante alle due squadre visto il gran caldo odierno. Bisogna attendere poi il 35′ per vedere una nuova occasione, con Bellemo che sugli sviluppi di un calcio piazzato dalla trequarti verticalizza per Ganz, ma l’estremo difensore piemontese respinge nuovamente in qualche modo. Due minuti più tardi ghiotta chance vanificata dai padroni di casa, su un rigore apparso molto dubbio. Rolle pesca in profondità Tomaselli, l’esterno rossoblu punta Iovine in area che lo ferma irregolarmente. Sul dischetto si presenta Pozzebon, un tiro centrale senza precisione né potenza, con Facchin che riesce a neutralizzare. Le due squadre vanno quindi al riposo sul risultato di 0-0.

Nella ripresa si assiste a un nuovo calo della squadra di Sassarini, proprio come nell’esordio contro l’Alessandria. Dal canto suo, il Como alza i colpi e al 56′ ci prova con un tocco sotto porta di Ganz che termina alto, il direttore di gara aveva però fermato tutto per fuorigioco. Tre minuti più tardi il match si sblocca. Sugli sviluppi di due corner consecutivi calciati da Loreto, sul primo tentativo Crespi esce male e Solini prova a insaccare, ma Guitto è reattivo e salva sulla linea di porta. Sul secondo invece  Alessandro Gabrielloni, posizionato nei pressi del primo palo, non perdona con la deviazione aerea. Il mister di casa prova a rivoluzionare un po’ il suo assetto con tre cambi nel giro di sei minuti, senza trovare tuttavia alcuna reazione da parte dei suoi ragazzi. Il Como chiude la pratica al 72′, quando un’apertura di Raggio Garibaldi per Iovine, permette al quinto di destra lariano di trovare in mezzo Alessandro Gabrielloni. Primo tentativo di testa respinto da Crespi, non il secondo che vale il momentaneo 0-2. E’ poi l’ex Mariano e Giana Erminio a provarci al 77′ con un tiro dal limite che si spegne sul fondo, mentre Barreto con una punizione di prima impegna Facchin sul proprio palo. Lariani vicini addirittura al tris all’87’, con il neo entrato Gatto che dall’altezza del dischetto testa la reattività di Crespi con il mancino. In pieno recupero, ingenuità di capitan Emiliano che si fa pescare con un gomito un po’ troppo alto ai danni di Miracoli, arriva il secondo giallo e la conseguente espulsione.

Annuncio Pubblicitario

Arriva così la seconda vittoria in altrettante partite per gli uomini di Banchini, che proiettano gli azzurri momentaneamente in testa alla classifica insieme a Renate, Olbia e Monza. Ma soprattutto un’altra partita solida, particolare non scontato dopo alcune prestazioni difensive in precampionato. In attesa del nuovo innesto, con Luca Crescenzi che dovrebbe essere ufficializzato nelle prossime ore prima della chiusura del mercato estivo.

alessandro gabrielloni
Marco Banchini (Como), ottima la partenza della sua squadra in campionato

AC GOZZANO – COMO 1907 0-2  Marcatori: Gabrielloni (CO) al 59′ e al 72′.

AC GOZZANO (4-2-3-1): Crespi 5.5, Tordini 6, Rizzo 5.5 (dal 60′ Barnofsky 6), Emiliano 5, Tumminelli 6 (dal 75′ Bukva SV), Guitto 6, Rolle 6 (dal 60′ Barreto 6), Tomaselli 6.5 (dal 75′ Secondo SV), Palazzolo 5.5 (dal 66′ Spina 6), Concas 5.5, Pozzebon 4.5. A disp.: Tintori, Fiory, Bruzzanti, Rabuffi, Di Giovanni, Fasolo, Zucchetti. All.: Sassarini 5.5.

COMO 1907: Facchin 7, Solini 6.5, Toninelli 6.5, Bovolon 6.5, Loreto 6.5, H’Maidat 5.5 (dal 66′ Raggio Garibaldi 6.5), Bellemo 6.5, Marano 6.5, Iovine 7, Gabrielloni 7.5 (dall’80’ Gatto 6), Ganz 6.5 (dal 66′ Miracoli 6). A disp.: Zanotti, Ferrazzo, Peli, Celeghin, Bolchini, Toniolo, Sbardella, Kouadio, Bianconi. All. Banchini 7.

Arbitro: Sig. Petrella di Viterbo 5.5.

NOTE – Ammoniti: Solini (CO) e Guitto (GO). Espulso Emiliano (GO) al 92′ per doppia ammonizione. Corner 7-8. Minuti di recupero 0′ e 4′.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento