Acf Como, non solo maglie. Rosa ultimata, sponsor a gogo.

acf como

L’Acf Como si lega alla Primato Sport per le proprie divise da gioco, presentate in serata alla Tenuta Il Nuovo Bosco a Novedrate. Definita la rosa, già 56 gli sponsor raccolti in un mese.

Ambiziosa è forse un aggettivo riduttivo per la nuova società di calcio femminile comasca, che quasi due mesi fa ha rilevato il titolo della Fcf Como 2000. In questo breve lasso di tempo, sono già stati fatti parecchi passi in avanti, grazie principalmente alla grande passione del suo presidente Stefano Verga. La serata odierna è stata innanzitutto l’occasione per presentare le maglie da gioco, realizzate attraverso la collaborazione con la Primato Sport, nota azienda comasca nel campo dell’abbigliamento sportivo.

acf como
Stretta di mano tra Stefano Verga e Walter Primato

Tre le versioni proposte, sia per i giocatori di movimento che per i portieri. Blu la prima maglia, bianca la seconda e azzurrina invece la terza, realizzate con un tessuto tecnico dry-fit e raffigurante nella parte alta posteriore una grafica dedicata alla città di Como. Il main sponsor per la stagione 2019/20 sarà Alcott, un brand leader del fast fashion italiano che ha anche sponsorizzato le recenti Universiadi 2019 di Napoli.

L’obiettivo dichiarato del presidente Stefano Verga e del vicepresidente Mario Pirola è quello della promozione immediata in serie B, categoria alla quale si sta provando a partecipare già dal prossimo autunno attraverso un ripescaggio, ma le possibilità paiono scarse. “Non temiamo nessuno, siamo fortissimi – afferma senza paura Stefano Verga – il nostro è un progetto triennale per diventare una delle squadre più importanti in Italia. Abbiamo già raccolto 56 sponsor in un mese, il nostro budget è superiore tre volte rispetto a quello dell’anno scorso. Preferisco avere tanti piccoli sponsor, piuttosto che uno con tanti soldi. Come avvicineremo la gente? Attraverso il passaparola, la curiosità, il divertimento e le vittorie”.

Annuncio Pubblicitario

Soprattutto su questo ultimo punto gli fa eco il suo vice. “Dobbiamo salire subito in serie B, altrimenti il mister va a casa – dice scherzosamente ma nemmeno troppo Mario Pirola – la nostra è una struttura solida, un organigramma da serie A”. Una sfida accettata dal suo allenatore, Elio Garavaglia, tecnico con esperienza nelle giovanili del Milan, nello staff del Palermo di Sannino nel 2013/14 ed ex Mozzanica: “Ringrazio la proprietà, per me è una grande opportunità. Sono felice di iniziare questo ambizioso progetto. La società ha avvallato tutte le scelte proposte da me per le giocatrici e sta facendo di tutto per raggiungere l’obiettivo promozione. Sono ottimista perché ho una rosa di atlete che vogliono emergere. Speriamo di riuscire a dare il massimo e di esprimere un buon calcio. Chi temiamo? Se la mia squadra fa quello che deve fare, non temiamo nessuno”.

acf como

Durante la serata è stato anche proiettato un video emozionale ma soprattutto motivazionale, interpretato principalmente da Michela Gerosa ma in piccola parte anche da Alice Galbiati, Sindaco di Cantù, cittadina nella quale l’Acf Como si allenerà (al centro di via Papa Giovanni XXIII), ma non è escluso che possa diventare anche il terreno per le partite ufficiali qualora non si riuscisse a trovare l’accordo per i match al Sinigaglia. “E’ una bellissima sfida questa, tifo per loro – l’intervento di Alice Galbiati – Finalmente attraverso i mondiali ci si è avvicinati anche al calcio femminile. Il più grande bocca in lupo da parte del nostro Comune, è importante per noi che la vostra squadra possa allenarsi qui. Stiamo lavorando intensamente per preparare il campo”.

Acf Como che andrà in ritiro dal 25 al 31 agosto a Sondalo, che chiuderà con un’amichevole contro il Milan. La rosa è praticamente ultimata e si presenta competitiva, con ad esempio alcune calciatrici provenienti dal Mozzanica (apparentata all’Atalanta), ma anche la nazionale brasiliana classe ’98 Milena De Paula e l’ex Lugano Ana Carolina Cannone.

Il video-spot creato grazie a Pro Fly Drone

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento