Zack Bryant, ennesimo show: ottava meraviglia di Cantù!

[ethereumads]

Cantù c’entra l’ottava vittoria consecutiva in campionato. Sugli scudi il solito Zack Bryant, ben supportato da Francesco Stefanelli.

 

Nuova tappa del tour de force post Final Eight, nuovo entusiasmante successo di un’Acqua S.Bernardo da applausi. Contro una JB Monferrato, per la verità, parecchio acciaccata, la squadra di coach Marco Sodini ha sfoderato un’altra prova di attenzione ed energia, scaldando i cuori dei tanti presenti al PalaDesio.

A condurre lo show ci ha pensato il solito Zack Bryant, autore di una prova da 22 punti, 4 assist e 3 recuperi, per 26 di valutazione. A fargli da spalla ci ha pensato Stefanelli, con 21 punti con 4/5 da 3. Ottima, però, la partita di tutti gli effettivi, come dimostra l’ottima distribuzione dei punti: Da Ros e Nikolic in doppia cifra, Bucarelli e Bayehe a un passo.

Per Cantù si tratta dell’ottava vittoria consecutiva. E’ il filotto più lungo della stagione: a inizio anno, i brianzoli si erano fermati a 7, perdendo all’ottava giornata contro l’Assigeco Piacenza. Consolidato il secondo posto, a -2 dalla capolista Udine.

La partita

Il primo canestro della partita porta la firma di Zack Bryant, che riprende da dove aveva finito a Piacenza e ne mette 3. Fabio Valentini sblocca Monferrato, ma Cantù corre bene in campo aperto e resta avanti con Da Ros. Sarto, dalla lunga, pareggia a quota 9. Gli ospiti trovano anche il sorpasso grazie ai canestri del proprio playmaker. Bayehe e Nikolic pareggiano, ma Fabio Valentini è scatenato, sale a 15 personali e fa +6 (16-22). Il ritorno di Bucarelli ferma l’emorragia e l’Acqua S.Bernardo, con caparbietà, chiude avanti il primo quarto per 23-22.

L’equilibrio regna sovrano anche in avvio di secondo quarto, con le squadre che si rispondono colpo su colpo. I rossoblù tentano il primo allungo con Sarto e Ghirlanda, ma i liberi di Da Ros e Bayehe riportano i brianzoli avanti 31-30. Leggio e Da Ros si rispondono dall’arco, Bryant firma il nuovo sorpasso. È Francesco Stefanelli, con due triple, a ritoccare a +5 il massimo vantaggio canturino. Fabio Valentini manda a riposo le squadre sul 50-48.

Zack Bryant
Valentini è stato il migliore dei suoi

Alvise Sarto apre la ripresa con la tripla del nuovo vantaggio per la JB. Bryant risponde prendendo in infilata la difesa e restituisce il vantaggio a Cantù. Allen segna anche il jumper del +5, poi è il solito Fabio Valentini a caricarsi la squadra sulle spalle e a ridurre nuovamente lo scarto a una sola lunghezza. I ragazzi di Sodini, trascinati da Bucarelli, allungano a +8. L’elastico, tuttavia, continua: Monferrato restituisce il parziale, senza però riuscire a sorpassare. A fine terzo quarto il tabellone recita 70-66.

Leggio prova a tenere in piedi gli ospiti, Severini di rapina, realizza il +5. Il 28 biancoblù è monumentale anche in difesa e Cantù, con Nikolic, trova il 75-68. Formenti accorcia con un gioco da tre punti, ma Stefanelli, con due triple porta a 12 lunghezze il divario più ampio della serata e infiamma il PalaDesio. E’ Zack Bryant a inventare il canestro della staffa che vale il +14 a 2’ dal termine. Nel finale spazio anche a Boev, Borsani e Tarallo. 91-77 il finale.

Zack Bryant
Zack Bryant, altra prova di altissimo livello

Tabellino

CANTU’-MONFERRATO 91-77 (23-22, 50-48, 70-66)

CANTU’: Stefanelli 21, Bryant 22, Nikolic 10, Boev 1, Borsani, Da Ros 11, Bucarelli 8, Cusin, Bayehe 8, Allen 6, Severini 4, Tarallo. All. Sodini.

MONFERRATO: Sarto 12, F.Valentini 25, L.Valentini ne, Formenti 3, Sirchia ne, Lomele ne, Martinoni 10, Feng ne, Ghirlanda, 9 Leggio 14, Hill-Mais 4. All. A.Valentini.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Laureato in Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket per l’Alebbio. Dopo una parentesi a La Gazzetta dello Sport, sono ora un collaboratore de La Provincia di Como.

2 thoughts on “Zack Bryant, ennesimo show: ottava meraviglia di Cantù!

    1. Indecisi fino all’ultimo sulla parola chiave da usare nel titolo. Stefanelli, infatti, lo abbiamo menzionato subito dopo. Sulla scelta finale ha pesato, più che altro, un fattore di valutazione complessiva a fine gara. La prova di Stefanelli, però, è stata eccellente, anche per i momenti in cui sono arrivate le sue pesantissime triple.

Lascia un commento