Vitrifrigo Arena: Cantù non esaltante ma ancora vincente

Vitrifrigo Arena

L’Acqua San Bernardo espugna la Vitrifrigo Arena battendo Pesaro in rimonta per 72-80. Settimo successo consecutivo per i brianzoli.

 

Non è stata la miglior Cantù della stagione, ma la serie di vittorie non si ferma neanche alla Vitrifrigo Arena di Pesaro. L’Acqua San Bernardo insegue per gran parte della gara, faticando a mettere in partita la propria stella Davon Jefferson e subendo l’energia degli avversari. Sembra la classica partita approcciata male che si finisce inevitabilmente per perdere, ma non è così. Non è così grazie alla leadership di Frank Gaines, bravo anche oggi a sopperire alle difficoltà nel tiro da fuori con penetrazioni importanti nel finale, ma non solo. C’è una grande prova di Blakes, faro offensivo per larghi tratti, c’è tutto il talento e la personalità di Carr, che anche stasera gioca i possessi importanti segnando anche forse il canestro decisivo. C’è anche Tyler Stone, il migliore dei brianzoli per valutazione e presenza importantissima sotto i tabelloni.

Una vittoria importante perchè dimostra la capacità della squadra di essere opportunista e di saper raccogliere punti anche in giornate storte, ma soprattutto perché, anche a detta di coach Nicola Brienza, chiude il capitolo salvezza e apre quello playoff. Da questo momento si guarda in alto e ci si diverte. Otto partite alla fine, per scoprire dove può arrivare questa Cantù e se, dopo una prima parte di stagione terribile, approderà alla postseason per la seconda stagione consecutiva.

La partita

Alla Vitrifrigo Arena, Cantù parte con lo stesso quintetto delle ultime due partite con Carr, Gaines, La Torre, Davis e Jefferson. Boniciolli lancia invece l’ultimo arrivato Lyons accanto a Blackmon, Murray, McCree e Mockevicius. L’Acqua San Bernardo inizia soft nel pitturato concedendo canestri facili al lungo lituano, che con la complicità di Lyons guida il primo parziale della gara (9-5). Frank Gaines guida la reazione e sorpassa sull’11-12. Difese molto allegre e partita ad alto punteggio come prevedibile, con le squadre che si rispondono colpo su colpo. I biancoverdi riescono a portarsi a +3, poi pasticciano negli ultimi minuti forzando le conclusioni permettendo il rientro dei padroni di casa (22-20 dopo 10′).

Annuncio Pubblicitario

Blackmon prende il controllo nei primi minuti di secondo quarto spingendo la VL a +7. È ancora Gaines a interrompere il digiuno, ma McCree replica ai tentativi di rimonta dei brianzoli con 4 punti. Negli ultimi minuti entra però in partita Tony Carr: prima scaglia la tripla che lancia la rimonta, poi realizza il sorpasso dalla media, infine serve Jefferson per il 36-40 che chiude la prima metà di gioco.

Vitrifrigo Arena
Jefferson, non esaltante alla Vitrifrigo Arena.

La VL Pesaro torna in campo più carica, sorpassa con i canestri dei propri lunghi e allunga di slancio sul +6. Carr e Blakes danno la sveglia all’Acqua San Bernardo, ma un paio di magie di Blackmon e Lyons tengono i biancorossi in testa 59-55 a fine terzo quarto.

Tyler Stone apre gli ultimi 10 minuti con un paio di bei canestri che valgono il -1. Cantù sembra avere ancora qualche arma da giocarsi, difende bene e sorpassa con 2 punti di Gaines. La sfida si infiamma e l’intensità sale. Gerry Blakes con freddezza segna il +3, ma McCree pareggia con un gioco da 3 punti. Frank Gaines prende in mano la situazione e regala il +4 alla squadra di Brienza, che però viene raggiunta ancora una volta grazie ai canestri del numero 2 della VL. Il play canturino segna altri 2 punti, Jefferson difende bene su Mockevicius, Carr, da leader, segna il +4 a 21 secondi dalla fine. Pesaro forza per recuperare e Stone e Jefferson chiudono la gara con gli ultimi punti. Finisce 72-80 per Cantù che espugna anche la Vitrifrigo Arena e sale a 7 vittorie consecutive.

Vitrifrigo Arena
Tony Carr: suo il canestro che chiude il match

Tabellino

PESARO: Blackmon 18, McCree 17, Artis 2, Murray, Conti NE, Lyons 10, Giunta NE, Ancellotti 1, Bonci NE, Monaldi 3, Zanotti, Mockevicius 21. All. Boniciolli.

CANTÙ: Gaines 16, Carr 13, Blakes 18, Baparapè NE, Parrillo, Davis 7, Tassone NE, La Torre 5, Olgiati NE, Pappalardo NE, Stone 8, Jefferson 13. All. Brienza.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

Lascia un commento