Vanoli Cremona: dopo Happ la svolta. Duro impegno per Cantù

Vanoli Cremona
il massimo della pizza banner

Torna il basket di Serie A: Cantù ospita una Vanoli Cremona da playoff. Happ e Saunders le stelle, ma 10 giocatori veri per Sacchetti.

È passato quasi un mese esatto dall’ultima partita ufficiale della Pallacanestro Cantù. Dopo la sconfitta sul difficile campo di Trento, la lunga pausa dovuta alle Final Eight, alla finestra per le nazionali e al coronavirus ha permesso ai ragazzi di recuperare le energie per l’ultima parte di campionato. Domenica, alle ore 18, si torna in campo al PalaDesio, per sfidare la Vanoli Cremona.

Gli uomini di coach Meo Sacchetti sono la sesta forza del campionato a quota 24 punti. L’ultimo mese di basket giocato ha portato 4 vittorie in 5 partite. L’unica sconfitta, di misura, nell’ultimo turno, contro l’Olimpia Milano. Un ruolino di marcia che testimonia come, dopo un inizio difficile e tormentato dagli acciacchi, il gruppo abbia finalmente trovato la quadra.

La gara di andata

Il match del PalaRadi, giocato a inizio novembre, ha visto scendere in campo una delle Cantù più concrete di questa stagione. Ottima la partenza, con Jeremiah Wilson rovente dall’arco e Kevarrius Hayes a fare la parte dell’intimidatore nel pitturato. Il primo quarto parla già chiaro: 14-29 per i brianzoli. La fase centrale è più equilibrata: scarto pressoché invariato all’intervallo qualche segno di risveglio dei padroni di casa nel terzo quarto (47-58). Gli ultimi 10 minuti, però, sono da manuale della difesa: Cremona segna solo 7 punti e la squadra di Pancotto dilaga, fino al 54-78 finale. Per Cantù 21 punti di Wilson, 13 per Clark e 12 per Young. Prova completa per Hayes, autore di 10 punti, 8 rimbalzi e 6 stoppate (anche se per lui sono almeno 8!). Il top scorer della Vanoli è Saunders, con 15.

Il roster della Vanoli Cremona

Da allora sono cambiate tante cose, nella chimica di squadra, ma anche nei roster. Se Cantù ha inserito prima Ragland e poi Purvis, atteso all’esordio proprio domenica, la Vanoli Cremona ha trovato in Ethan Happ la propria stella. Il rookie proveniente da Wisconsin, classe 1996, ha mostrato da subito le proprie potenzialità. È un centro molto agile, con buone proprietà di palleggio e di passatore. Al momento è uno dei principali candidati al premio di MVP della stagione. È il secondo miglior realizzatore della lega con 18 punti a partita, ma anche il secondo rimbalzista, con 8.9. È anche terzo per recuperi (1.7) e quinto per stoppate (1), ma soprattutto primo per valutazione media (23.4). Un difetto? Talvolta tende a esagerare: perde infetti 3 palloni a match.

Un altro giocatore chiave è Wesley Saunders, esterno tuttofare al secondo anno alla corte di Sacchetti. È stato il punto fermo da cui ripartire dopo l’addio di Andrew Crawford e sta rispondendo, tutto sommato, bene. Viaggia a 14 punti, 5.9 rimbalzi, 3.4 assist e 1.4 recuperi.

Vanoli Cremona
Wes Saunders in lay-up.

Michele Ruzzier e Vojislav Stojanovic completano il pacchetto di esterni titolari. Il nativo di Trieste sta vivendo la miglior stagione della carriera ed è andato in doppia cifra in 4 degli ultimi 5 incontri. Il serbo è un altro giocatore tatticamente importante, in grado di giocare più ruoli grazie al suo mix di tecnica e fisicità.

A completare un quintetto basso e agile ci pensa Nicola Akele, un quattro atletico capace anche di colpire da fuori. Manca un po’ di tonnellaggio, ma sopperisce con energia e voglia di fare. Promosso a pieni voti alla sua prima vera stagione in Serie A.

La panchina può contare su giocatori di ottimo livello. Da Jordan Mathews, tiratore da 10 punti a gara, all’esperienza di Travis Diener, che a 38 anni e con più di qualche acciacco, mette ancora a segno 8.5 punti con 4.8 assist.

Il centro Josip Sobin e l’ala Niccolò De Vico chiudono le rotazioni, dando importanti minuti di riposo alle stelle della squadra, con circa 5 punti di media a testa. Topias Palmi e Giacomo Sanguinetti si fanno trovare pronti qualora vengano chiamati in causa.

Qui Cantù

In queste settimane d’incertezza sulla ripresa o meno del campionato, l’obiettivo principale di coach Pancotto e del suo staff è stato quello di mantenere sempre il più alto possibile il livello dell’adrenalina. Sarà della sfida del PalaDesio Andrea Pecchia, che ha recuperato dal suo infortunio alla caviglia patito prima della lunga pausa. Da valutare invece il capitano Andrea La Torre, incorso nella medesima problematica. Solo attraverso la seduta d’allenamento odierna si riuscirà a capire se potrà essere impiegato contro i ragazzi di coach Sacchetti.

Vanoli Cremona
Rodney Purvis pronto all’esordio. Sostituirà Young.

Le formazioni

S.BERNARDO-CINELANDIA CANTù

9 Gabriele Procida

10 Wes Clark

11 Andrea La Torre

13 Kevarrius Hayes

15 Rodney Purvis

18 Tommaso Lanzi

19 Jeremiah Wilson

20 Joe Ragland

22 Jason Burnell

25 Biram Baparapè

27 Alessandro Simioni

32 Andrea Pecchia

Allenatore Cesare Pancotto

VANOLI CREMONA

1 Wesley Saunders

2 Jordan Mathews

5 Giacomo Sanguinetti

7 Travis Diener

10 Michele Ruzzier

13 Josip Sobin

21 Niccolò De Vico

22 Ethan Happ

23 Vojislav Stojanovic

31 Topias Palmi

45 Nicola Akele

Allenatore Romeo Sacchetti

La sintesi del match d’andata

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento