Urania Basket in gara troppo tardi, Cantù infila la decima perla

urania basket
[ethereumads]

Per l’Acqua San Bernardo arriva il decimo successo di fila, con il 79-61 rifilato all’Urania Basket Milano. Decisivi i primi due periodi.

Quasi tre mesi più tardi, Pallacanestro Cantù e Urania Basket Milano nuovamente di fronte per quello che oramai è stato ribattezzato come “derbino” dal versante brianzolo. E’ avvenuto infatti questa sera il giro di boa della serie A2 2022/23, con le due formazioni per l’appunto contrapposte per la prima giornata del girone di ritorno nel raggruppamento Verde. Una sfida potenzialmente differente rispetto a quella dell’andata nella quale i canturini si imposero agevolmente. Da allora, infatti, i meneghini hanno compiuto un interessante cammino di crescita, con la qualificazione alla Coppa Italia sfumata nei secondi finali dell’ultimo match contro Torino.

E invece per la seconda squadra della “Madonnina” è finita anche peggio. Con Cantù dunque a far suo anche il terzo scontro stagionale (squadre che si erano trovate anche in Supercoppa), davanti ai 2080 spettatori del PalaDesio. Troppa fatica a carburare per i ragazzi di Villa, ritrovatisi all’intervallo con un misero 27,3% dal campo contro il 51,5% avversario. Un successo doppiamente importante per i canturini che, grazie al ko della Vanoli sul parquet dell’Assigeco Piacenza, portano a quattro il margine di punti di vantaggio sulla stessa. Top scorer della serata Stefan Nikolic con 16 punti e 4 rimbalzi, eguagliato da Andrea Amato dall’altra sponda.

La partita

Solito quintetto per Meo Sacchetti, che parte con Rogic, Bucarelli Nikolic, Baldi Rossi e Hunt, mentre Davide Villa risponde con Amato, Potts, Ebeling, Pullazi e Hill. Ottimo start dei padroni di casa, che cavalcano il pick&roll fra Rogic e Hunt per due canestri di quest’ultimo, prima della penetrazione di Bucarelli del 9-3. Di Hill il tap-in del -4, ma nel finale di periodo si materializza un break di 13-2 per i canturini, grazie anche a cinque punti firmati Baldi Rossi e alla tripla a fil di prima sirena di Severini su assist proprio del suo compagno n°8 per il 26-11.

Verve offensiva dei locali che diminuisce nel secondo periodo, tuttavia ancor più fatica faranno gli ospiti che nei primi 5′ troveranno la via del canestro una sola volta con Montano in penetrazione (27-13). Nikolic in post basso sfrutta il mismatch con Potts, coach Villa obbligato al suo secondo time-out sul -18 al 14’32”. Nikolic sfoggia una grande pulizia tecnica ma è capace anche di trovare la via del canestro in contropiede su passaggio di Da Ros (39-17). Berdini non vuole essere da meno con un tiro dall’arco e una penetrazione, di Ebeling l’arresto e tiro dalla media con l’aiuto del ferro per il 44-25 di metà gara.

Kyndahl Hill (Urania Milano), tra i migliori dei suoi con 13 punti

Nikolic prima e Hunt poi sfruttando il vantaggio sotto canestro con Ebeling per il +23 interno. Hill prova a tenere i suoi sotto il “ventello” di distacco con due liberi, costringendo Baldi Rossi al suo terzo fallo (48-30). Ma Rogic in penetrazione e in contropiede poi consigliano alla panchina milanese di parlarci sopra sul 54-32 al 16’12”. Sul finire di terzo periodo arriva il primo break di serata dell’Urania, un 11-2 che in concomitanza della tripla di Ebeling gli permette di andare sul -15. Di Berdini il tiro dal mezzo angolo a fil di sirena per il 62-45 con ancora dieci minuti da giocare.

In apertura di quarto periodo Bucarelli dalla media e Berdini in transizione su persa di Potts (66-45), mentre Piunti prova a riavvicinare i suoi rollando su assist di Montano per il 66-49. Cantù efficace da sotto con due a testa del duo Baldi Rossi-Hunt, orgoglioso il finale di match da parte dell’Urania Basket con la schiacciata di Hill per il -16, prima del canestro di Baldi Rossi per il definitivo 79-61. Ora Acqua San Bernardo che ritornerà in campo il 29 dicembre, sempre al PalaFitLine, per i quarti di Coppa Italia contro Udine.

ACQUA S.BERNARDO CANTU’ – URANIA BASKET MILANO 79-61 (26-11, 18-14, 18-20, 17-16)

Tabellini

CANTU: Rogic 15, Bucarelli 4, Nikolic 16, Baldi Rossi 13, Hunt 12; Stefanelli 1, Severini 5, Da Ros 4, Berdini 9. N.e.: Brembilla, Borsani, Meroni. All.: Sacchetti

MILANO: Amato 16, Potts, Pullazi 11, Hill 13, Ebeling 8; Valsecchi, Montano 11, Piunti 2, Cavallero. N.e.: Marra, Pezzola. All.: Villa.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento