Unahotels Reggio Emilia scoglio salvezza: 40 minuti decisivi

unahotels reggio emilia 1

Cantù ospita la Unahotels Reggio Emilia in uno scontro chiave per la permanenza in Serie A. Vincere vuol dire abbandonare l’ultimo posto.

E’ il momento della verità. Acqua S.Bernardo Cantù – Unahotels Reggio Emilia può valere un’intera stagione. Lo sa bene la squadra di coach Piero Bucchi, che lo ha sottolineato anche subito dopo la vittoria di mercoledì a Brescia, che ha avuto il merito di caricare la squadra e le ha permesso di mantenere il destino tra le proprie mani. Lo sa la Reggiana, che è sì a +2 in classifica ma ha perso la gara di andata e un eventuale pareggio in graduatoria, posto che molto probabilmente, domenica sera, le due compagini sarebbero in buona compagnia, favorirebbe i brianzoli.

Una seconda finale, dopo quella vinta di cuore al PalaLeonessa. Gli uomini di Caja ci arrivano senz’altro più riposati, non avendo giocato in settimana, e galvanizzati dalla vittoria di domenica contro Varese. Tuttavia, il successo esterno, manca da dicembre, e in una partita in cui anche l’aspetto psicologico non è da sottovalutare, potrebbe essere un piccolo tarlo nella testa dei giocatori.

Il passato, però, conta il giusto. Ci sono 40 minuti fondamentali da giocare. Ogni singolo possesso è d’oro, ogni singola goccia di sudore, per citare uno slogan tanto caro a Cantù, conta. Un match per cuori forti, per sognare ancora la salvezza.

La gara di andata

La sfida della Unipol Arena di Bologna, che ospita le partite casalinghe della Unahotels Reggio Emilia, evoca dolci ricordi all’Acqua S.Bernardo, che nel giorno di Santo Stefano ha trovato sotto l’albero due punti importanti. Una gara di autorità condotta per larghi tratti grazie alla leadership di Smith (14 punti e 4 assist), ai punti di Johnson (15) e Kennedy (14) e alla silenziosa presenza di Leunen, che ha mandato a bersaglio solo 6 punti, ma con 12 rimbalzi e 8 assist. In casa Reggiana ci avevano pensato Taylor ed Elegar a tenere i padroni di casa a contatto fino all’ultimo, insieme a Bostic, volato poi a Brindisi. 68-78 il finale, ma ora conta il giusto. Squadre diverse, obiettivi diversi, peso diverso. 0-0, palla alzata, via alla battaglia.

Il roster della Unahotels Reggio Emilia

Volti diversi, come detto, rispetto a quattro mesi fa. Così come Cantù, anche la Reggiana ha cambiato guida tecnica, passando da Antimo Martino ad Attilio Caja. Partiti anche Joshua Bostic, direzione Brindisi, Janis Blums e pure Dominique Sutton, la cui parentesi biancorossa, però, è durata solo da gennaio a marzo.

Al loro posto sono arrivati tre buoni giocatori, a partire dall’espertissimo Petteri Koponen, visto in Eurolega con Khimki, Barcellona e Bayern Monaco e in Italia con la Virtus Bologna. Nuovo, sotto le plance, anche Henry Sims, ex NBA e già da 4 anni nel mondo del basket italiano. Infine Brynton Lemar, 26enne statunitense con cittadinanza giamaicana che può giostrare tra i ruoli di playmaker e guardia.

Non è cambiata invece la coppia da cui passano le principali fortune dell’Unahotels Reggio Emilia, formata dal regista Brandon Taylor e dal lungo Frank Elegar. 15 punti e quasi 5 assist a partita per il primo, che tira con un buon 38,5% da 3, mentre il secondo ne segna poco più di 10, ma con un chirurgico 68.4%, catturando anche 7.6 rimbalzi

A chiudere il parco stranieri ci pensano l’ala Justin Johnson e la guardia Tomas Kyzlink, leggermente sottotono rispetto all’ottima stagione passata, il primo per problemi fisici, il secondo per scarsa costanza di rendimento.

Tra gli italiani, minuti importanti vengono dati a Leonardo Candi e Filippo Baldi Rossi, tra i migliori nella vittoria con Varese di domenica. Stanno attraversando un ottimo periodo e sono linfa preziosa per la volata salvezza. Chiudono il roster i giovani Mouhamet Diouf e Federico Bonacini.

unahotels reggio emilia 1
Attilio Caja, ha preso il posto di Antimo Martino alla guida della Unahotels Reggio Emilia

Qui Cantù

E’ un’Acqua San Bernardo che si presenterà al completo quella che sfiderà Reggio Emilia, rinfrancata moralmente dal successo nel turno infrasettimanale contro Brescia e che ha provato a oliare qualche meccanismo nei successivi allenamenti. Canturini che potranno godere anche di un tifo a distanza maggiorato per l’occasione: sono stati infatti oltre 300 i supporters che hanno deciso di aderire all’iniziativa dell’acquisto del cartonato, da mostrare sugli spalti del PalaDesio.

“Ci attende una partita ovviamente importante – le parole di coach Piero Bucchi nel pre gara – non solo per l’attuale posizione di classifica delle due squadre, che ne comporta una evidente necessità di fare punti da parte sia di Cantù sia di Reggio; ma anche per l’importanza in sé dello scontro diretto. C’è, dunque, da aspettarsi un grande desiderio di vincere da ambedue le parti. Per questo occorrerà affrontare il match con una forte determinazione. In tal senso la vittoria sul campo di Brescia ci ha permesso di ritrovare nuovamente la giusta fiducia, conquistando i nostri primi due punti in trasferta del 2021″.

Le formazioni

ACQUA S.BERNARDO CANTU’

0 Frank Gaines

1 Donte Thomas

2 Jaime Smith

9 Gabriele Procida

10 Maarty Leunen

11 Andrea La Torre

18 Tommaso Lanzi

22 Jazz Johnson

23 Jordan Bayehe

25 Biram Baparapè

32 Andrea Pecchia

77 Ivica Radic

Allenatore Piero Bucchi

UNAHOTELS REGGIO EMILIA

0 Brynton Lemar

3 Petteri Koponen

7 Leonardo Candi

8 Filippo Baldi Rossi

9 Carlo Porfilio

11 Brandon Taylor

14 Marco Giannini

15 Frank Elegar

21 Henry Sims

23 Justin Johnson

32 Federico Bonacini

35 Mouhamet Diouf

77 Tomas Kyzlink

Allenatore Attilio Caja

Arbitri: Lo Guzzo, Martolini, Nicolini

Palla a due: domenica 18 aprile ore 19.30 al PalaDesio

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento