Umana Reyer, con Cantù per invertire il mini trend negativo

umana reyer
il massimo della pizza banner

Cantù attesa da una partita complicata al Taliercio contro l’Umana Reyer. I campioni d’Italia in carica feriti da due sconfitte consecutive in campionato.

Domenica prossima è in programma la quarta giornata del massimo campionato di basket, con l’Acqua San Bernardo che disputerà la sua terza partita dopo il brillante esordio vincente a Brindisi e la rovinosa caduta in casa contro Reggio Emilia. Una cartina tornasole che racconta di un gruppo che ha le carte in regola per conquistare il proprio obiettivo stagionale (quello della salvezza) ma che, in quanto giovane, dovrà sbattere il muso qua e là contro il fattore inesperienza.

Discorso anagrafico che potrebbe andare a incidere in casa canturina in questo 2019/20, alcuni alti e bassi potrebbero essere certamente comprensibili all’interno di un percorso di crescita. Sarà quindi compito di coach Pancotto cercare di lenire quanto più possibile i secondi, anche all’interno di una stessa gara. Magari già a partire dal match contro Venezia, nel quale non si pretenderà certamente dai biancoblu il risultato, ma quantomeno di mostrare i primi miglioramenti in ambedue le metà campo.

Chiedere di più, ora come ora, è francamente molto difficile. Anche perché l’inizio stagionale da parte dei campioni d’Italia non è certamente quello sognato, particolare che renderà ancora più impervia l’impresa al Taliercio. I lagunari infatti hanno perso due dei tre match fin qui disputati, anche se a onor del vero in trasferta sui due mai facili parquet bolognesi. Ma se si considera anche l’Eurocup, il filotto di sconfitte consecutive sale addirittura a quattro (ko contro Partizan Belgrado e Lokomotiv Kuban).

Annuncio Pubblicitario

Il roster della Umana Reyer Venezia

A differenza di Cantù, Venezia ha cambiato realmente poco rispetto alla scorsa e vincente stagione, andando ad aggiungere al proprio rodato organico soltanto gli ex canturini Ike Udanoh e Jeremy Chappell. Una mossa interessante, che potrebbe pagare buonissimi dividendi nel lungo periodo. In cabina di regia dovrebbe partire teoricamente Julyan Stone, ma l’americano dopo l’esordio contro Trieste non ha più conosciuto il quintetto base e sembrerebbe avere qualche problema personale, venendo così sottoutilizzato da coach De Raffaele e con i numeri che recitano 1 punto e 2 assist di media a partita.

In guardia è sempre invece partito Stefano Tonut, con il nativo di Cantù che oramai non è più un giovane di belle speranze ma un giocatore fatto e finito. Buono finora il suo rendimento, che racconta di 11 punti di media in queste tre prime uscite e di una buona precisione al tiro (quasi il 60% da due, il 40% da tre).

L’ala piccola è il veterano Michael Bramos, giocatore dal sicuro affidamento. Il greco si sta confermando anche in questo inizio un eccellente tiratore (70% da due, 47.1% da tre), caratteristica che gli sta permettendo di fatturare 15 punti ad allacciata di scarpe in quasi 29 minuti di impiego.

In ala forte troviamo invece l’americano Austin Daye, che ad oggi non sta particolarmente brillando soprattutto al tiro che lo vede con percentuali al di sotto del 30%. Tuttavia trattasi di un giocatore dotato di enorme talento, in grado di cambiare il corso di una partita. Sufficiente la sua performance a rimbalzo: 6.3 arpionati in trenta minuti a serata.

La posizione di centro viene ancora occupata da Mitchell Watt, che viene impiegato quasi per poco più di metà gara. Minutaggio che nonostante tutto gli permette di attestarsi su un buon 15.3 di valutazione, grazie soprattutto ai 12.3 punti di media. Può sicuramente far meglio a rimbalzo, dove si ferma a quota 5.

Se non partirà in quintetto, sicuramente saprà comunque farsi trovare pronto Andrea De Nicolao, pronto a prendere in mano le redini della sua squadra in cabina di regia. In venticinque minuti di media non raggiunge la doppia cifra di punti, ma si attesta su un 12.3 di valutazione e un buonissimo 5.7 per quanto concerne gli assist. Inoltre il suo plus/minus è positivo per 5.7.

Può invece cambiare sia play che guardia Ariel Filloy, argentino passaportato italiano in grado di portare tanta energia e applicazione difensiva alla causa. Numeri non esaltanti a oggi per lui, con 4.7 punti e 2.3 assist in 16.7 minuti a giornata.

Nonostante non parte titolare tra gli esterni, Jeremy Lamar Chappell gode di buona fiducia da parte del suo coach, che lo lascia in campo 21 minuti di media. In questo lasso di tempo riesce a produrre 7.3 punti e 3.7 rimbalzi.

umana reyer
Jeremy Chappell, ex sponda Umana Reyer (foto Action Agency – Ciamillo)

Stesso discorso anche per l’altro ex canturino Ike Udanoh, con il centro di origini nigeriane che si conferma giocatore d’impatto. In 17 minuti di media in cui scende in campo, riesce a sfiorare la doppia cifra per punti (9.5) facendo la voce grossa anche a rimbalzo (7 quelli catturati). Inusuali al momento i 0 assist, per uno che ha dimostrato di avere anche visione di gioco.

Chiudono il roster lo specialista difensivo e navigata guardia Bruno Cerella, il centro Francesco Pellegrino e la guardia Davide Casarin, giovanissimo fin qui mai utilizzato.

Qui Cantù

Nulla di particolare da segnalare tra i brianzoli, tutti i giocatori godono di un buono stato di salute e si sono potuti allenare regolarmente nell’arco della settimana. Da segnalare che stasera coach Pancotto, Kevarrius Hayes, Wes Clark e alcuni membri societari saranno ospiti alla cena organizzata dal Basket Club Tremezzina.

umana reyer
Alessandro Simioni, altro ex di giornata

Le formazioni

UMANA REYER VENEZIA

0 Ike Udanoh

3 Davide Casarin

5 Julyan Stone

6 Michael Bramos

7 Stefano Tonut

9 Austin Daye

10 Andrea De Nicolao

12 Ariel Filloy

14 Gasper Vidmar

21 Jeremy Lamar Chappell

22 Valerio Mazzola

29 Francesco Pellegrino

30 Bruno Cerella

50 Mitchell Watt

PALLACANESTRO CANTÙ

1 Cameron Young

7 Corban Collins

9 Gabriele Procida

10 Wes Clark

11 Andrea La Torre

13 Kevarrius Hayes

19 Jeremiah Wilson

22 Jason Burnell

25 Biram Baparapè

27 Alessandro Simioni

28 Yancarlos Rodriguez

32 Andrea Pecchia

Allenatore Cesare Pancotto

Arbitri: Mazzoni, Baldini, Paglialunga.

Palla a due ore 17.00 di domenica 13 ottobre.

Coach Pancotto analizza la prossima partita con Venezia

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento