Tyler Stone energia vincente: Cantù supera la Germani

Tyler Stone

Cantù batte Brescia per 82-76 e continua a sognare i playoff. Ancora decisivo Frank Gaines con 24 punti, ma l’arma in più è Tyler Stone.

 

L’Acqua San Bernardo Cantù torna alla vittoria dopo due stop consecutivi e resta in piena corsa playoff (ottavo posto in classifica agguantato, seppur a pari punti Trieste e Sassari). Lo fa in maniera convincente, soprattutto con una difesa attenta, capace di far tirare la Germani con 5/31 da 3 punti. Poi c’è il solito attacco, produttivo nei primi secondi dell’azione, come da piano partita, ma anche in uno contro uno, quando la zona 3-2 di Brescia impedisce una facile costruzione di soluzioni corali.

Nella quattordicesima vittoria stagionale dei brianzoli c’è ancora, marcatissima, la firma di Frank Gaines, capocannoniere del campionato e anche stasera a quota 24, tanti dei quali segnati quando la squadra ne aveva più bisogno. Attorno a lui c’è però un gruppo con soluzioni sempre più variegate. L’ultima arma è probabilmente Tyler Stone, capace di concludere al ferro, ma anche con triple e piazzati dalla media. I suo i punti e la sua energia sono stati fondamentali per la vittoria e, non a caso, chiude con la miglior valutazione dell’incontro.

Un successo, come sottolinea coach Brienza in conferenza stampa, da dedicare a Davide Marson, nuovo presidente della Pallacanestro Cantù.

Annuncio Pubblicitario

La partita

Brescia, orfana di Cunningham, schiera Vitali, Moss, Hamilton, Abass e Berverly, mentre Cantù, al completo, parte con Gaines, Carr, La Torre, Stone e Jefferson. Inizio all’insegna delle mani fredde: servono quasi due minuti per vedere il primo canestro, segnato da Beverly, dopo un rimbalzo offensivo. L’Acqua San Bernardo ha invece bisogno di altrettanto tempo per trovare la tripla con Gaines, ma nel mentre la Germani non ne approfitta. Una tripla di Tyler Stone regala il primo vantaggio ai padroni di casa sull’8-7, ma Abass e Laquintana permettono a Brescia di reggere l’urto. La 3-2 di coach Diana e la prima tripla di Hamilton cambiano nuovamente l’inerzia ridando il +5 alla Leonessa. Un canestro di Davis e un libero di Abass chiudono la prima frazione sul 16-20.

L’energia di Stone e i canestri di Gaines e Blakes ribaltano il risultato in meno di due minuti riportando avanti Cantù. La squadra di Brienza concede un paio di triple comode a Laquintana e Sacchetti, ma Stone pareggia a quota 26. Il botta e risposta prosegue con Abass e Carr sugli scudi. Nel finale di primo tempo la gara prende il ritmo alto più congeniale ai brianzoli che riescono ad andare a riposo sul 42-37.

Tyler Stone
La palla a due: Tyler Stone in quintetto

La Germani rientra meglio dagli spogliatoi, muove bene la palla e torna a -1 con Beverly ed Hamilton. Cantù trova però un Tony Carr ispirato sia in regia sia in fase di finalizzazione: con 5 punti e un assist per Jefferson tiene l’Acqua San Bernardo a +6. Brescia sbaglia qualcosa di troppo nel pitturato e Gaines punisce con la tripla del 54-45.  Andrea Diana chiama timeout e i suoi tornano a -4 grazie a Moss e Hamilton, ma anche questa volta i biancoverdi trovano soluzioni veloci per mantenere le distanze e affacciarsi agli ultimi 10′ sul 63-57.

Cantù prova a chiudere i conti in avvio di ultima frazione con un 5-0 frutto di soluzioni personali di Gaines e Stone. La Leonessa perde momentaneamente Hamilton, uscito zoppicando dal parquet, ma con una grande difesa e un Beverly scatenato sotto canestro torna a -5. Tyler Stone dà nuovamente ossigeno ai suoi con una schiacciata all’indietro in contropiede, ma un altro paio di ottime difese di Luca Vitali, ben convertite, riportano Brescia a -2. Frank Gaines torna allora a fare il leader: palla rubata, contropiede e gioco da 3 punti per il 77-72 a 1.10 dalla fine. Vitali alza l’arcobaleno che tiene la Germani ad un possesso, ma un altro canestro e fallo di Jefferson ne ristabilisce due pieni. È il colpo del ko: i canestri di Moss e Gaines servono solo a fissare il punteggio sull’82-76 finale. Cantù vince e continua a sognare i playoff, si complica invece il cammino dei ragazzi di Diana.

Tyler Stone
Uno striscione degli Eagles dedicato alla Briantea 84.

Tabellini

CANTÙ: Gaines 24, Carr 13, Blakes 10, Baparapè NE, Parrillo, Davis 4, Tassone NE, La Torre 4, Olgiati NE, Pappalardo NE, Stone 14, Jefferson 13. All.Brienza.

BRESCIA: Hamilton 16, Abass 14, Veronesi NE, Vitali 11, Laquintana 6, Caroli NE, Dalcò NE, Beverly 14, Zerini 6, Moss 4, Sacchetti 5. All.Diana.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

Lascia un commento