Trofeo Lombardia: Cantù, Tony e fulmini! Battuta Cremona

il massimo della pizza banner

Un Tony Mitchell ispiratissimo guida Cantù al successo nella semifinale del Trofeo Lombardia. Buona la prova anche del solito Shaheed Davis.

Dopo le ottime prove a Chiavenna contro le compagini svizzere di Lugano e Massagno, c’era tanta attesa per vedere Cantù all’opera nel Trofeo Lombardia, contro squadre di pari livello. Con entrambe le squadre senza un prezioso lungo il test è più che mai realistico e la partita più che mai vera. È servito il miglior Mitchell con tutta la sua irresistibile e folle genialità per portare a casa un eterno punto a punto, con nessuna squadra mai in vantaggio in doppia cifra. 30 punti con 6 rimbalzi, 4 assist e 3 recuperi per l’ex giocatore di Trento, leader offensivo indiscusso.

Buonissima anche la prova di Davis, autore di 23 punti, conditi con 8 preziosi rimbalzi. Non del tutto convincente Gerry Blakes, totalmente fuori partita e in difficoltà in regia per 25 minuti abbondanti, con troppi palleggi e forzature, poi un paio di lampi in grado di cambiare la gara. Carattere da vendere, ma molto meglio da guardia. Il più in difficoltà è stato forse Calhoun, che ha litigato con i ferri e perso 5 palloni. Tuttavia le buone prove di Chiavenna fanno ben sperare per il futuro.

A convincere è ancora una volta il gruppo nel complesso. Era solo un torneo estivo, ma davanti al proprio pubblico c’era sicuramente un po’ di pressione. Con i giochi ancora da affinare e l’intesa da migliorare è stata confortante la reazione della squadra alle difficoltà, pur senza uno dei suoi leader carismatici come Udanoh. Siamo ancora lontani dalle sfide che contano, ma i primi segnali possono far sorridere.

Annuncio Pubblicitario

La partita

In assenza di capitan Ike Udanoh, ai box per un problema al ginocchio, Pashutin schiera una coppia di lunghi formata da Shaheed Davis, tra i migliori a Chiavenna, e Jonathan Tavernari, accompagnati sugli esterni da Blakes, Calhoun e Mitchell. Cremona, allenata per l’occasione dall’ex biancoblu Flavio Fioretti e orfana a sua volta del lungo Mathiang, comincia con Ruzzier, Demps, Crawford, Ricci e Aldridge. Parte bene il Trofeo Lombardia per Cantù, con un 5-0 propiziato dai recuperi di Tony Mitchell, aggressivo da subito. Cremona si sblocca con Aldridge e Ruzzier, ma Tavernari dall’angolo firma il 10-4 per i brianzoli. La Vanoli trova più continuità dopo l’ingresso di Travis Diener e Gazzotti e mette la testa avanti sul 14-15. Gialloblu anche a +4 dopo la tripla di Portannese, ma la Red October resta a contatto con Mitchell e Quaglia. Tassone legge bene la difesa e pesca Parrillo in angolo per il pareggio, prima che Quaglia, sulla sirena, segni il 27-25 che chiude la prima frazione.

Crawford e Saunders ribaltano il punteggio nei primi minuti. Cantù attacca male e a testa bassa per diverse azioni e Demps ne approfitta spingendo la Vanoli a +7. Tassone accorcia le distanze dalla lunga, ma per il resto poche idee per i ragazzi di Pashutin che a 4 minuti dall’intervallo inseguono 34-42. Davis e Mitchell dimezzano lo scarto, poi quest’ultimo segna anche la bomba del +1, prima che Demps mandi a riposo le squadre sul 45-46 in favore di Cremona.

Trofeo Lombardia
Un timeout di Pashutin

Altra buona partenza della squadra allenata da Fioretti che va a +6 con Ricci e Crawford. Cantù perde momentaneamente Mitchell per un colpo al collo e chiaramente anche fantasia in attacco. È il solito Davis a segnare da 3 e dare ossigeno ai suoi. Demps fa nuovamente +5, ma Blakes di cattiveria risponde in entrata. Parrillo dall’angolo segna il -1 a metà quarto. Tony Mitchell intanto è tornato sul parquet e scalda il pubblico del Trofeo Lombardia: schiacciata a due mani all’indietro in alley-oop per il +1 Red October, poi tripla l’azione dopo. Cantù sbaglia però qualcosina in difesa e Aldridge riporta la Vanoli a +5. Gerry Blakes sulla fissa il punteggio sul 65-68 a 10′ dal termine.

Uno scellerato antisportivo a Parrillo potrebbe compromettere la partita dei brianzoli, tuttavia Diener fa 1/2 e Davis ruba la palla segnando con il fallo per il 68-69. Gerry Blakes firma il sorpasso, Aldridge risponde, Calhoun alza per Davis il nuovo +1 canturino. Gialloblu di nuovo a +3 con i liberi di Portannese e Saunders, il magico duo Davis-Mitchell però non demorde e pareggia. Il numero 1 biancoblu continua a segnare: prima trova il +3 con un canestro e fallo in contropiede, poi risponde ad un super canestro di Crawford con altri due liberi. Demps pareggia a quota 80 dando inizio ad un mini supplementare di 3 minuti e mezzo.Cantù allunga 5-0 firmato Blakes e Mitchell, ma Demps accorcia. Una bomba di Calhoun dà il +6 a Cantù con meno di 2 minuti sul cronometro. Blakes segna addirittura il +9 e chiude l’incontro. Gli ultimi canestri servono solo a ridurre leggermente lo scarto. Finisce 96-89 per la Pallacanestro Cantù, che giocherà domani sera la finale del Trofeo Lombardia contro Varese (vittoriosa 78-58 contro una dimezzata Trento).

Trofeo Lombardia
Blakes in lunetta al Trofeo Lombardia

Tabellini

CANTU: Mitchell 30, Calhoun 6, Blakes 15, Parrillo 9, Davis 23, Tassone 3, Pappalardo NE, Quaglia 4, Baparapè NE, Tavernari 6.

CREMONA: Saunders 16, Ariazzi NE, Gazzotti 4, Diener 8, Ricci 4, Demps 23, Ruzzier 7, Portannese 7, Boccasavia NE, Crawford 13, Aldridge 7.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

2 thoughts on “Trofeo Lombardia: Cantù, Tony e fulmini! Battuta Cremona

    1. Si, anche se va detto che Mitchell è stato in serata di grazia, rendendo tutto più facile. Presto dare giudizi, nel bene e nel male, anche perchè c’è ne mancavano due ieri. Vediamo come andrà stasera contro un avversario organizzato difensivamente, che testerà maggiormente la nostra più grande incognita attuale: la cabina di regia.

Lascia un commento