Trofeo degli Angeli senza storia, Cantù sbrana i Tigers

Netto successo per la S.Bernardo-Cinelandia Park contro Lugano nel Trofeo degli Angeli. Finisce 97-56, mvp nominato Allen. Lode per Bucarelli.

Ultimo test per la Pallacanestro Cantù questa sera, prima del debutto in una competizione ufficiale programmato per domenica prossima contro Treviglio nella Supercoppa di LegaDue. Nel “Trofeo degli Angeli”, di scena quest’anno nel mitico ex PalaSampietro (ora PalaFrancescucci), gli avversari di turno sono i cestisti del Lugano Tigers. Uno sparring-partner divenuto oramai fisso nei precampionati dei brianzoli, da più di un decennio a questa parte.

E a ben vedere, il match di questa sera è divenuto un primo metro (seppur molto parziale) di raffronto con una delle compagini che i canturini troveranno nel proprio raggruppamento in regular-season. Meno di una settimana fa, infatti, Orzinuovi di coach Corbani ha battuto nettamente i ticinesi 93-49. Una sfida a distanza che possiamo definire conclusa in parità, con uno scarto favorevole piuttosto simile: +44 per i bresciani, +41 per i canturini.

Tuttavia, il pubblico giunto all’impianto casnatese può tornare a casa soddisfatto, per aver visto lo spirito giusto tra i propri beniamini, che hanno lottato per tutti i 40′. Rispetto all’uscita precedente, confermata l’aggressività difensiva da parte del team di coach Sodini, che ha messo in grave difficoltà i ticinesi, incappati in ben 29 palle perse. Evidenti pure i progressi in attacco, nonostante un Robert Johnson a tratti un po’ superficiale nella gestione dei possessi. L’unica nota negativa della serata, però, è stato l’infortunio a inizio ripresa ai danni di Francesco Stefanelli. Uscito zoppicante e con l’aiuto dello staff medico, la speranza è che non si tratti di nulla di grave.

trofeo degli angeli
Lo striscione dedicato dagli Eagles al piccolo Giorgio: Trofeo degli Angeli dedicato a lui e a Steve Polato

La partita

Sodini decide di partire con il quintetto formato da Johnson, Allen, Sergio, Da Ros e Bayehe, mentre il collega Nikolic e l’assistente Cabibbo rispondono con Ramlyak, Bracelli, Stevanovic, Humphrey e Robertson. E’ Bayehe a provare a fare la voce grossa in avvio, realizzando tutti i sei punti dei padroni di casa, passando poi il testimone a Sergio. Il neo capitano realizza cinque punti consecutivi, due dei quali scaturiti grazie anche alla sua pressione difensiva a metà (11-3). Il time-out chiamato da coach Nikolic non scaturisce grossi effetti fin da subito, con Severini che deposita il 16-7 dopo aver rubato palla a Togninalli. Per gli ospiti inizia a farsi notare il centro Robertson, che batte di fisico Bayehe per poi castigare la difesa brianzola dalla media per il -4. Di Bucarelli dai 6,75 su scarico di Nikolic il canestro del 19-12 di fine primo periodo.

L’ala piccola toscana è efficace anche in apertura di secondo, trovando un 2+1 per fallo di Ramlyak che vale il momentaneo +11 interno. Due canestri consecutivi di Johnson dalla media e Cantù allunga sul 34-20, poi gli svizzeri accorciano sino al -8 con cinque punti di Robertson, complice anche un antisportivo sanzionato ad Allen. Nikolic si rende utile anche in attacco con quattro punti, frutto di un contropiede e di una buona linea di fondo attaccata con successo. Di Allen la penetrazione conclusa con la mano sinistra allo scadere, che manda le due squadre negli spogliatoi sul parziale di 45-32.

Ripartono forte i locali alla ripresa del gioco, sfoderando un break di 9-0 che costringe coach Nikolic a rifugiarsi in un time-out. La San Bernardo-Cinelandia Park non si ferma, allungando ulteriormente sul +26 con l’accoppiata Sergio-Allen. Quest’ultimo delizia la platea anche con un’acrobazia che gli sortisce un gioco da tre punti per un fallo di Mina, terzo periodo che va in archivio con uno scippo di Matasic ai danni di Johnson per il 69-46 a fil di sirena.

Robertson concretizza a metà il viaggio in lunetta in apertura di ultimo quarto, poi altro parziale di 9-0 interno con la correzione di Bayehe per il 78-47. Humphrey prova a rendere la sconfitta meno pesante, ma i canturini entusiasmano i 360 spettatori accorsi per l’occasione non alzando il piede dall’acceleratore fino all’ultimo. Così Bayehe rimpolpa il proprio score personale, poi nel finale di gara la soddisfazione di iscriversi al tabellino anche per i giovani Ndubuisi, Bresolin, Boev e Moscatelli. Finisce 97-56,con il padre del piccolo Giorgio a premiare i capitani delle rispettive formazioni e la moglie di Steve Polato a premare l’mvp decretato dalla stampa presente, ovvero Trevon Allen. Tuttavia, da sottolineare in questo Trofeo degli Angeli la grande prova anche di Lorenzo Bucarelli: 17 punti, il 77,8% dal campo, ben 5 assist e applicazione difensiva.

S.BERNARDO-CINELANDIA PARK CANTU’ – LUGANO TIGERS 97-56 (19-12, 26-20, 24-14, 28-10)

CANTU’: Stefanelli 2, Sergio 10, Johnson 9, Nikolic 9, Boev 4, Da Ros, Bucarelli 17, Bayehe 20, Allen 19, Severini 2, Ndubuisi 1, Moscatelli 2, Bresolin 2. All: Sodini.

LUGANO: Ramlyak 12, Bernardiniello, Bracelli 2, Togninalli, Dell’Acqua 3, Stevanovic, Eerikimharju ne, Mina, Humphrey 11, Maffei ne, Robertson 24, Nicolet ne, Matasic 4. All: Nikolic.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento