Trofeo degli Angeli, Cantù la spunta con super Burnell

E’ Burnell il protagonista di serata: mvp del Trofeo degli Angeli con 23 punti, consistenza difensiva e uomo chiave contro la zona. Torino piegata 71-61.

Ultimo test amichevole per la Pallacanestro Cantù contro il Basket Torino, che di amichevole ha avuto veramente poco. Due squadre che non ci stavano a perdere davanti al gremito pubblico del palazzetto dello sport di Senna Comasco, qualche contatto proibito condito da momenti di vibranti proteste da parte dei rispettivi allenatori per via della condotta del trio arbitrale. A esultare è l’Acqua San Bernardo, dopo 40′ di equilibrio in cui la formazione piemontese ha ben figurato, con il sogno di accarezzare il Trofeo degli Angeli a cavallo tra il terzo e il quarto periodo, quando la difesa a zona ha messo in crisi i biancoblu.

Palla a due tra Cantù e Torino

Coach Pancotto schiera in quintetto Rodriguez, Young, La Torre, Wilson e Simioni, mentre Cavina risponde con Traini, Marks, Alibegovic, Pinkins e Diop. Le due squadre si sfidano ripetutamente e solamente dall’arco in avvio, con le triple di Marks, Young e Alibegovic. Pinkins dalla media firma il 3-8, coach Pancotto ferma tutto al 4’25”. Una penetrazione di Rodriguez e un alto-basso del duo Burnell-Simioni permette a quest’ultimo di realizzare il -1 brianzolo, prima del parziale di 6-0 che consente all’Acqua San Bernardo di comandare 16-12. Burnell è scatenato, il suo ottavo punto regala il +5 interno, ma sono due liberi di Marks a fissare il 18-15 di fine primo quarto.

In apertura di secondo i canestri da sotto di Jakimovski e Diop consentono ai piemontesi di riportarsi sul +1, con Cavina che becca un tecnico per proteste. Collins in penetrazione, due personali di Wilson e Burnell in post basso proiettano Cantù sul 27-20, ma gli ospiti riescono a tornare in scia con 6 punti di Marks e 2 di Diop. I brianzoli non sono fortunati con le triple “dentro fuori” di Simioni e Rodriguez, così Torino può terminare la prima metà del Trofeo degli Angeli avanti 30-31 grazie a due tiri dalla lunetta di Jakimovski e il coach di casa furibondo per un sacrosanto antisportivo negato.

Alla ripresa del gioco Young è autore di un libero e un tiro pesante per il provvisorio 34-31, ma è Jakimovski con un tripla a restituire il vantaggio ai gialloblu (37-38). Pronta la risposta di Simioni con il sapiente utilizzo del piede perno, poi comincia una fase di sorpassi e contro sorpassi tra le due squadre. Fino al 44-48 esterno, con due liberi di Cassar, una penetrazione di Marks e il canestro dalla media di Pinkins. E’ infine un gioco a due tra Marks e Diop a permettere al centro di Torino di realizzare il canestro del 46-51, con il quale va in archivio il terzo periodo.

Gli ultimi dieci minuti si aprono con il +7 piemontese firmato da Ianuale in post basso, Pancotto si rifugia nel time-out a 9’21” dal termine. Ma i suoi ragazzi proprio non riescono a venire a capo della difesa a zona adottata da Cavina, fino al 32’23” quando finalmente Rodriguez sblocca i suoi con un tiro dall’arco. Diop replica con un 2+1, ma Wilson dalla media e Rodriguez nuovamente dai 6,75 mettono le ali all’Acqua San Bernardo che ritorna a -1, time-out per la panchina ospite con 5’24” sul cronometro. La ormai tradizionale “magata” di Rodriguez sulla rimessa regala il +1 ai padroni di casa, poi si accendono le tensioni in campo per un corpo a corpo tra Diop e Burnell. Fallo tecnico anche per Pancotto che voleva il canestro buono sul fallo subito da Burnell, quest’ultimo non trema dalla lunetta per il momentaneo 63-59. Un ancora poco inserito Young (da rivedere soprattutto la selezione dei tiri) invece ne mette solo uno, ma è un tiro con l’ausilio della tabella sempre di Burnell a mandare i titoli di coda sulla sfida (66-59). Alibegovic prova a ridare qualche speranza ai suoi con due liberi realizzati su tre (66-51), ma Cantù termina il Trofeo degli Angeli raggiungendo il massimo vantaggio di serata dopo l’antisportivo di Marks su Pecchia, con l’esterno italiano che mette i suoi liberi e Wilson che colpisce dall’arco per il 71-61 finale.

Buona la prestazione offerta dal team di Cavina

Alla sfida non hanno preso parte Kevarrius Hayes e Wes Clark, tenuti a riposo precauzionalmente ma le cui condizioni non destano preoccupazione. Non sembrano esserci dubbi sul fatto che i due possano scendere regolarmente in campo per l’esordio contro Brindisi giovedì 26 settembre.

Acqua S.Bernardo Cantù-Reale Mutua Basket Torino 71-61  (18-15, 30-31; 46-51, 71-61)

Annuncio Pubblicitario

Cantù: Young 10, Collins 6, Procida 3, Clark n.e., La Torre, Hayes n.e., Wilson 12, Burnell 23, Baparapè n.e., Simioni 5, Rodriguez 10, Pecchia 2. All. Pancotto

Torino: Alibegovic 6, Marks 18, Cappelletti n.e., Cassar 4, Campani 5, Ianuale 1, Pinkins 7, Toscano n.e., Castellino n.e., Jakimovski 7, Traini 2, Diop 11. All. Cavina

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento