Tony Carr: dalla Fiat Torino arriva il sostituto di Mitchell

Tony Carr

Tony Carr è un nuovo giocatore della Pallacanestro Cantù. Uscito dalle rotazioni di Torino arriva in Brianza per sostituire il partente Mitchell. Ufficializzato anche Ugo Ducarello.

Quello che i tifosi della Pallacanestro Cantù si aspettavano nella giornata di oggi era l’arrivo di un sostituto di Udanoh, partito alla volta di Avellino. Invece ecco l’ennesima sorpresa di un’annata certamente ricca di colpi di scena. Nessuna firma di un lungo, bensì di un esterno, Tony Carr, sostituto designato di un altro Tony, il capriccioso Mitchell, il quale pare non aver gradito i richiami della società per le continue assenze agli allenamenti.

Tony Carr è una combo guard classe 1997, uscita dal college di Penn State e draftata a luglio con la chiamata numero 51 dai New Orleans Pelicans. Non avendo poi trovato un contratto in NBA ha scelto Torino, voluto fortemente da Larry Brown, per iniziare la sua stagione da professionista.

Tony Carr
Carr al college

Un colpo che sicuramente farà sorridere chi ha visto a inizio 2019 Torino-Cantù, partita in cui la guardia dell’Auxilium aveva fatto ammattire l’Acqua San Bernardo con 21 punti e 5 assist. Non solo questo squillo però, perché nelle 16 partite giocate in serie A è andato in doppia cifra 11 volte.

Annuncio Pubblicitario

Un attaccante di razza quindi, con talento da vendere e voglia di fare, dotato di notevoli mezzi atletici, che gli permetteranno di stare in campo in diversi ruoli, ma anche di buona mano da fuori. In stagione il suo tabellino dice 12,8 punti con il 44% da 3 e l’80% dalla lunetta, a cui aggiunge 4 rimbalzi e 3,3 assist per un 13,3 di valutazione media. Nonostante questo però, nelle ultime partite, era finito fuori dalle rotazioni, complici il rientro di Cotton e le difficoltà difensive del giovane prospetto di Penn State.

Starà a coach Brienza dunque trasmettere a Tony Carr una mentalità difensiva adeguata, oltre che provvedere ad inserirlo al meglio nei giochi offensivi, per sfruttare le sue caratteristiche. Da un Tony all’altro Cantù intanto ha guadagnato un giocatore motivato, pronto a riprendersi i parquet italiani e a chiudere nel migliore dei modi il primo anno della propria carriera. Inoltre, avendo messo sotto contratto un giocatore già militante in Serie A ha risparmiato un visto che potrà essere speso per il sostituto di Udanoh.

Tony Carr
Tony Carr in azione contro Pistoia

A questo proposito sembra essere del tutto sfumata la trattativa per riportare in Italia Joe Alexander, già visto a Sassari nel 2015-2016. Restano caldi invece i nomi di Rashard Kelly, giovane prospetto della VTB League, e di Suleiman Braimoh, nigeriano ex Enisey ora in Israele. Infine, la società ha provveduto a regolarizzare oggi la posizione del nuovo vice-allenatore Ugo Ducarello.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

One thought on “Tony Carr: dalla Fiat Torino arriva il sostituto di Mitchell

Lascia un commento