Tifosi canturini, il grande abbraccio finale alla propria squadra!

il massimo della pizza banner

Una Piazza Garibaldi stracolma ha tributato il proprio saluto all’intera rosa e società della Pallacanestro Cantù, autrice di una seconda parte di campionato eccezionale. Circa 500 i tifosi canturini presenti.

Una stagione bella, molto bella se ci si volta indietro ripensando a quei difficilissimi mesi. Perché a fine 2018, l’incertezza era totale sia sul campo che fuori. Relegati sul fondo della classifica, legati alle bizze e al disimpegno promesso di patron Gerasimenko. Poi il nuovo anno, con la fioritura in termini di risultati (11 vittorie su 15 gare, 9-4 il bilancio Brienza) e il passaggio di consegne societario con la Tic al posto dell’uomo dell’acciaio, avvenuto in data 18 febbraio, una data indimenticabile per tutti i tifosi canturini.

Supporters che stasera non sono voluti mancare al rompete le righe di questa stagione. Erano infatti circa in 500 a rendere omaggio ai propri giocatori, in un clima di completa festa. Sul palco c’è stato spazio anche per l’Under 15 Eccellenza e per l’Under 18 Eccellenza del Pgc, formazioni che sono riuscite a centrare le rispettive fase nazionali, ricomponendo così il fondamentale binomio tra Pallacanestro Cantù e il club a guida Munafò.

tifosi canturini
I diversi presenti alla serata (foto M.Bizzotto)

La prima a prendere parola è stata il vicesindaco, Alice Galbiati, che si è congratulata per i risultati raggiunti e che ha sottolineato come l’annata sia stata impegnativa anche per l’amministrazione, ma la squadra è stato il vero esempio del fatto che Cantù non molla mai.

Annuncio Pubblicitario

Chi non ha ancora smaltito la delusione per la sconfitta sassarese, è il coach Nicola Brienza: “Vi ringrazio per essere venuti. Attualmente c’è ancora molto rammarico per come si è conclusa domenica, i ragazzi si sarebbero meritati la post-season. Sono contento che il pubblico si sia ravvicinato negli ultimi tempi. L’anno prossimo? Speriamo in una presenza ancor più numerosa di tifosi canturini”.

tifosi canturini
Nicola Brienza

Campionato che certamente non si scorderà facilmente Salvatore Parrillo, diventato capitano dopo l’addio di Udanoh: “Sono felice e orgoglioso di aver avuto questo riconoscimento in questa piazza, è il coronamento di un sogno – racconta Sasà – Ringrazio tutti i miei compagni, è stata una stagione difficilissima ma non abbiamo mai fatto un passo indietro. Abbiamo fatto gruppo e dato tutto, queste sono state le cose importanti. Ci avete dimostrato il vostro affetto nei momenti più difficili, grazie di cuore”.

Non poteva mancare un commento di colui che è stato il miglior realizzatore della serie A, ovvero Frank Gaines: “Non siamo riusciti a raggiungere i play-off, che peccato. Fa piacere essere stato il cannoniere di questa lega, ma ho sempre reputato fondamentale giocare per la squadra”.

Infine, le parole della dirigenza brianzola, a partire da Andrea Mauri: “Il nostro pubblico ha fatto la differenza. Il 18 febbraio Cantù ha ritrovato la pallacanestro. Ripartiamo da qui, ripartiamo da voi per avere un futuro il più luminoso possibile”. Elogi ai tifosi canturini che non sono mancati nemmeno da parte di Davide Marson, presidente in “pectore”: “Tutti i giorni incontro gente che mi dice grazie, non me lo merito. Grazie lo devo dire a voi. Abbiamo avuto un gruppo di ragazzi eccezionali, staff compreso.  Stiamo cercando di creare un miracolo e portarlo a termine, abbiamo inoltre il dovere morale di creare una struttura dove far giocare i nostri giovanissimi”.

 Il video della serata di Night Sport Life

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento