Thomas Scrubb impacchetta il derby di Natale per la sua Varese

L’attesa e inedita sfida natalizia di decide già al primo quarto, chiuso 37-18 a favore dei varesini e con 18 dei 27 totali di Thomas Scrubb, I rimanenti tre periodi equilibrati, non basta all’Acqua San Bernardo.

Varese-Cantù, un grande classico della pallacanestro italiana in una festa tradizionale. Le due compagini ci arrivano con stati d’animo diametralmente opposti: padroni di casa al terzo posto in classifica e striscia positiva di quattro vittorie interrotta soltanto dalla capolista Milano. Canturini invece che, dopo il ko con Venezia, perdono da ben sette giornate e la risaputa incertezza societaria ad occupare pensieri di dirigenti, giocatori, staff e tifosi. Con ancora Salvatore Parrillo assente per infortunio (in dubbio anche la prossima contro Pistoia), Pashutin manda in campo Gaines, Blakes, Mitchell, Jefferson e Udanoh. Coach Attilio Caja opta per Moore, Avramovic, Scrubb, Archie e Cain.

 

Evgeny Pashutin, momento complicatissimo per il suo team

L’inizio di partita è tuttavia equilibrato e all’insegna dei tiri pesanti. Botta e risposta dall’arco tra Scrubb e Mitchell, è sempre il n°1 brianzolo a impattare sul 10-10 quando Caja decide di fermare il gioco dopo 3’16”. Al rientro in campo i varesini iniziano a scavare il solco, mettendo in mostra tutte le lacune difensive canturine sul perimetro e costringendo coach Pashutin a chiamare time-out al 6’18” sul punteggio di 22-12. E’ già tempo di bonus per Cantù con il fallo del neo entrato Tassone, i biancorossi continuano a far male dai 6,75 guidati da un implacabile Thomas Scrubb (18 per lui a fine quarto) e proprio grazie a una bomba frontale di quest’ultimo in prossimità della prima sirena, chiudono il quarto iniziale avanti 37-18.

In avvio di secondo Pashutin prova a dare la scossa ai suoi beccandosi un tecnico a seguito di uno sfondamento di Jefferson. I varesini toccano il temporeaneo massimo vantaggio (+21) con un tiro appena dentro l’area di Avramovic (39-18), l’Acqua San Bernardo si avvicina leggermente grazie alla zona 2-3 adottata e a un volitivo Davis, sua la penetrazione del momentaneo 41-28. Al 15’50” scatta un nuovo time-out per i brianzoli, dopo un’agghiacciante persa a metà tra Mitchell e Quaglia. Nel frattempo i padroni di casa si riportano sul +21 con un parziale di 7-0, 3° fallo per Archie, Natali ma anche per Jefferson, Udanoh corregge un tentativo di Davis per il 54-37 all’intervallo lungo.

Annuncio Pubblicitario

I brianzoli si ripresentano in campo con un atteggiamento apparentemente diverso, che porta i suoi frutti. Gaines confeziona sette punti in poche azioni, colpendo da tre punti, dalla media e sfruttando un taglio, con lo svantaggio di Cantù che scende a -10 (55-45). I locali reagiscono però con un parziale di 6-0, +16 e time-out per Pashutin. Al rientro Blakes saluta la compagnia commettendo in attacco il suo 5° fallo, mentre un personale di Cain permette all’OpenJobMetis di ritoccare il massimo vantaggio dell’intera gara con il +22 (69-47). Al 28’44” da segnalare il primo fallo di Tony Mitchell, Thomas Scrubb ringrazia mettendo due liberi su tre a gioco fermo (72-51). Il terzo periodo non si chiude nei migliore dei modi per i biancoblu, con Tassone che pesta la linea su una rimessa da fondo e pochi secondi dopo con Davis a sbagliare sulla sirena, è 72-54 con ancora dieci minuti da giocare.

Un time-out diretto da Pashutin

L’Acqua San Bernardo prova comunque a dire la sua nell’ultima frazione, nonostante anche Gaines sia costretto a lasciare definitivamente il parquet per problemi di falli. Mitchell da quasi otto metri e Jefferson con due liberi per un fallo di Cain, Cantù accorcia a -14. Avramovic però prende per mano i suoi con sei punti in attacco, prima del libero di Iannuzzi per il momentaneo 80-61. Capitan Udanoh ruba palla a metà e vola a schiacciare, 80-65 e Caja decide di parlarci su con 3’40” al termine dell’incontro. Il protagonista finale del derby è invece Ronald Moore, che si sbizzarrisce con tre tiri pesanti nel giro di altrettante azioni. L’ultimo canestro di giornata viene realizzato da Udanoh a 14″ dal termine, Varese-Cantù termina 89-71.

La Pallacanestro Cantù allunga così la propria striscia negativa, giunta a otto sconfitte consecutive. Diventa perciò di importanza capitale la sfida casalinga contro Pistoia il prossimo 30 dicembre. Tornando al derby n°142 della storia, mvp è Thomas Scrubb che chiude con 27 punti e un irreale 78% dall’arco. Miglior scorer dei biancoblu è Frank Gaines con 19, in doppia cifra anche Mitchell con 12 e Udanoh e Davis a quota 10, con quest’ultimo sicuramente tra i più positivi anche per quanto offerto in difesa. Pari la lotta a rimbalzo tra le due formazioni (34-34).

OPENJOBMETIS VARESE-ACQUA SAN BERNARDO CANTU’  (37-18, 17-19, 18-17, 17-17)

OPENJOBMETIS VARESE: Archie 11, Avramovic 19, Gatto ne, Iannuzzi 1, Natali, Salumu 1, Scrubb 27, Verri, Tambone 6, Cain 9, Ferrero ne, Moore 15, Moore ne. All.: Caja.

ACQUA S.BERNARDO CANTù: Gaines 19, Mitchell 12, Blakes 9, Udanoh 10, Baparapè ne, Davis 10, Tassone 5, La Torre, Pappalardo, Quaglia 2, Jefferson 4. All.: Pashutin.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento