Supercoppa LNP: Remer da sogno, esordio da dimenticare per Cantù

Supercoppa LNP

Esordio in Supercoppa LNP amaro per Cantù. Treviglio passeggia al PalaDesio e si impone per 63-81. Brian Sacchetti l’MVP.

Troppo brutti per essere veri, troppo imballati per una Remer Treviglio piena di entusiasmo. L’esordio in Supercoppa LNP della Pallacanestro Cantù 2021/2022 è stato ben lontano da quello che ci si poteva attendere. In un PalaDesio animato perlopiù dal tifo ospite, i ragazzi di coach Carrea hanno guidato l’incontro dal primo all’ultimo minuto, grazie anche a una precisione chirurgica da oltre l’arco dei tre punti (47% contro il terribile 17,6% dei biancoverdi).

Evidente la differenza di prontezza, sia a livello fisico, sia di chimica: tutta da costruire quella dei brianzoli, più rodata, invece, la squadra ospite. Attenuanti che valgono fino a un certo punto, per una formazione dichiaratamente costruita per vincere tutto, ma che dovrà necessariamente farlo guadagnandosi ogni centimetro nel selvaggio west dell’A2.

63-81 il finale. Un -18 difficile da pronosticare. Una batosta da lasciarsi presto alle spalle e da riscattare già mercoledì contro la Bakery Piacenza, ieri vittoriosa nel derby contro l’Assigeco.

La cronaca dell’esordio in Supercoppa LNP

Il primo quintetto della stagione della S.Bernardo-Cinelandia Park vede in campo Bucarelli, Johnson, Severini, Da Ros e Bayehe, fronteggiato dall’ex di giornata Rodriguez, Potts, Reati, Sacchetti e Langston. E’ il figlio di Meo a segnare i primi tre punti della gara per la Gruppo Mascio. Treviglio ha la mano calda e bissa con Potts, prima che Johnson sblocchi i padroni di casa. Rodriguez trova un gioco da quattro punti per il 2-10 che ha l’effetto, però, di svegliare Cantù. Netto il cambio di marcia difensivo orchestrato da Bucarelli e Severini, utile a propiziare il -2. E’ nuovamente Sacchetti, però, a dare la scossa agli ospiti e a riportarli sul 12-20. Le super percentuali dall’arco della Remer non accennano a placarsi (6/9, 67%) e al termine della prima frazione il punteggio è di 17-25.

Supercoppa LNP
Bayehe in lunetta nel primo quarto del match di Supercoppa LNP

In avvio di seconda frazione gli uomini di Carrea scappano a +14 con Miaschi. La squadra di Sodini appare nervosa e forza diverse conclusioni. Sono ancora Bucarelli e Severini a invertire il trend e propiziare il 7-0 che dimezza lo scarto a 4’ dall’intervallo. E’ Allen ad accendere definitivamente Desio con la bomba del -4. Un risultato che resiste anche negli ultimi due giri di orologio, fino al 37-41 all’intervallo.

Alla ripresa delle ostilità è Bayehe che prova a ricucire ulteriormente lo scarto, ma i tiri dall’arco della Remer si confermano una terribile spina nel fianco per Cantù. 0-12 firmato Reati-Sacchetti-Potts e tutto da rifare per la S.Bernardo-Cinelandia Park, per la quale l’esordio in Supercoppa LNP sembra davvero maledetto. Sodini chiama timeout ma la sua squadra non segna più. Rodriguez fa volare la Remer fino al +18, prima che Nikolic realizzi il canestro 45-61 con cui si chiude terzo quarto.

Nell’ultima frazione, Cantù non dà mai l’impressione di avere l’energia necessaria per rientrare. La concentrazione lascia spazio al nervosismo e la Gruppo Mascio controlla agevolmente, toccando anche il +20. 63-81 il finale.

Supercoppa LNP
Meo Sacchetti, coach della nazionale, in tribuna per vedere il figlio Brian, tra i migliori dell’incontro.

Tabellino

CANTU’: Stefanelli ne, Sergio 2, Johnson 6, Nikolic 10, Boev ne, Moscatelli ne, Da Ros 9, Bucarelli 10, Bayehe 11, Allen 10, Severini 5, Bresolin ne. All. Sodini.

TREVIGLIO: Agbortabi ne, Potts, 13 Langston 2, Reati 13, Miaschi 12, Bogliardi 1, D’Almeida 4, Sacchetti 13, Venuto, Abati Toure ne, Rodriguez 10, Lupusor 13. All. Carrea.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Simone Dalla Francesca
Studente di Linguaggi dei media all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e giocatore di basket presso l'Antoniana Como. Fin da bambino ho sempre avuto due grandissime passioni. La prima è la pallacanestro, la seconda è scrivere. Scrivere di pallacanestro è dunque il mix perfetto!

One thought on “Supercoppa LNP: Remer da sogno, esordio da dimenticare per Cantù

Lascia un commento