Studio 3A dura un quarto, Carossino-De Maggi fan volare Cantù

studio 3a

Nessun problema per la UnipolSai Cantù, che al PalaMeda si sbarazza dello Studio 3A Padova 69-48. Da Carossino e De Maggi arrivano la metà dei punti.

Archiviate le parentesi Champions League e Porto Torres non certamente positive, la Briantea84 torna a mostrare il meglio di sé con il Padova Millennium Basket degli ex Raourahi e Bernardis. Una prova convincente, contraddistinta soltanto da diversi alti e soltanto sporadici bassi all’interno dei quaranta minuti. I canturini ci mettono praticamente una decina di minuti per prendere le misure agli avversari, archiviando la pratica già alla fine del terzo periodo. Interessante l’impiego del giovane Bassoli, coach Riva dimostra ancora una volta di credere nel ragazzo concedendogli quasi 17′ sul parquet.

studio 3a
Canturini pronti alla sfida odierna

Equilibrio che persiste per diversi minuti nella prima metà del quarto iniziale. Quattro di Diene e altrettanti di Bargo mantengono gli ospiti incollati ai canturini (8-8), ma successivamente arriverà il mini allungo brianzolo sul +6 con Berdun che realizza i due liberi per l’antisportivo commesso da Bargo. Bisogna attendere gli ultimi tre minuti per vedere i primi cambi del match, Santorelli capitalizza a metà il suo viaggio in lunetta per il fallo dell’ex Raourahi e così la UnipolSai chiude il periodo d’apertura avanti 17-12.

A inizio secondo coach Riva butta nella mischia il giovane Bassoli, con il classe 2001 a ripagare la fiducia con un canestro da centro area e un gioco da tre punti (22-15), coach Nardo ci parla su. Al rientro sul parquet i locali proseguono nel loro momento positivo, portandosi sul +15 con Berdun a colpire dalla media dopo una buona circolazione di palla. Lo Studio 3A torna a segnare dopo un digiuno di 5’34” grazie a Boughania, poi si rende protagonista di un buon finale di secondo quarto e con due tiri dalla media di Bargo e uno di tabella di Boughania, riesce ad andare al riposo sotto la doppia cifra di svantaggio (32-23).

Gap che scende a -7 in avvio di ripresa con la conclusione appena oltre i 6,75 metri di Scandolaro, ma De Maggi da sotto e Carossino in contropiede riportano la Briantea sul +11. Gioco da tre punti per De Maggi (41-28), i veneti però si riavvicinano nuovamente con Casagrande in contropiede a sfruttare una persa dei padroni di casa (41-34). Carossino segna sei punti consecutivi, Nijman viene aiutato dal ferro e Geninazzi realizza a fil di terza sirena, è 51-34 per Cantù con ancora dieci minuti da giocare.

Coach Nardo catechizza i suoi durante un time-out

E’ ancora uno scatenato Filippo Carossino, con cinque punti in pochi secondi grazie anche all’antisportivo di Boughania, a far volare i biancoblu sul 58-34. Che non si fermano qui, confezionando anche il massimo vantaggio di serata (63-36) con due liberi sempre di Carossino e Padova già in bonus. Nel finale di gara prova a mettersi in luce Casagrande con cinque punti che permettono di rendere meno pesante la sconfitta per Padova, Bassoli in transizione fattura il suo settimo punto mentre Boughania mette soltanto un libero su quattro. La sfida si chiude dunque sul punteggio di 69-48.

L’mvp di serata è sicuramente Filippo Carossino con 20 punti, bene però anche Simone De Maggi con 15 e 9 rimbalzi. Per il Padova Millennium Basket sono tre gli uomini a fermarsi a 12 punti: Mohamed Bargo, Abdelghanee Boughania e Roberto Casagrande. Briantea nel prossimo turno attesa sul parquet del Santa Lucia Roma, con una vittoria arriverebbe la qualificazione matematica ai play-off a tre giornate dalla fine della regular-season.

UNIPOLSAI BRIANTEA84 CANTù – STUDIO 3A MILLENNIUM BASKET 69-48 (17-12, 15-11, 19-11, 18-14)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Ballerini
Marco Ballerini
Un calcio al pallone, due tiri a canestro, una corsa nei boschi, una pedalata tra salite e discese, una nuotata nel mare, una sciata nel bianco, una pagaiata sul lago.. Sacrifici, sudore, fatica, passione, socialità, emozioni, obiettivi, traguardi.. Lo sport è sempre un ottimo pretesto per VIVERE e per sentirsi VIVI !!

Lascia un commento